SEGUICI SUI SOCIAL

Arti Marziali

SNAP al Fight Net di Padova: 5 ori, 2 argenti, 1 bronzo

SNAP al Fight Net di Padova: 5 ori, 2 argenti, 1 bronzo

Fine settimana impegnativo per gli atleti SNAP, l’instancabile compagine parmense domenica 26 Febbraio ha schierato i propri atleti nel Campionato Nazionale Fight Net a Cittadella di Padova, guadagnando 5 Ori, 2 Argenti 1 Bronzo. Infatti quella di domenica era una kermesse che comprendeva molte discipline di combattimento e ha coinvolto atelti da tutto il Nord Italia.

Grande prova per Andrea Concari, 93kg, il giovane diciottenne ha combattuto sia nelle MMA, lo sport di combattimento di più rapida diffusione mondiale, che nel Grappling, lo sport di lotta più completo. Nella finale delle MMA Concari combatte contro Lenardo Di Nicoli della Ronin di Lucca, il fidentino domina tutti e tre i round imponendosi non solo per la prestanza fisica , ma anche per l’abilità tecnica nel combattimento a distanza; arriva il primo oro.

Nel Grappling è contrapposto ad Alessio Petrini della RGC, in questo caso Andrea si supera e chiude la sfida entro il primo minuto con uno strangolamento a ghigliottina; per lui un secondo oro, evidentemente il giovane Concari, dopo soli 5 mesi di pratica è già pronto per combattere nella divisione superiore.

Estremamente significativa la prova di Zerbini Michela, -58 kg, anch’essa diciottenne ha avuto un iter di gara analogo a quello del compagno di squadra. Vittoriosa nel suo esordio nelle MMA, contro Elisa Dallatura del Team Sartori, grazie ad una diligente condotta di gara basata su scambi semplici e precisi che le hanno permesso di capitalizzare la vittoria al termine dei tre round. Nel Grappling ha combattuto in semifinale contro Bearzi Chiara della RGC, ed in finale contro Polini Federica, in entrambi i casi l’atleta SNAP ha combattuto senza strafare, ma bloccando ogni tentativo dell’avversaria; si direbbe una strategia non spettacolare, ma vincente e infatti per Michela è arrivata la seconda medaglia d’oro.

Bella prova per Francesco De Santanna, 84 kg, impegnato in una sfida secca contro Enrico Lazzaretti del Team Manente. Il primo round sostanzialmente equilibrato De Santanna lo utilizza per prendere le misure sull’avversario, mentre nel secondo round accellera, trova la quadratura e chiude il match con un perentorio Ground&Pound a terra. Bella vittoria per Francesco, determinato e tecnico.

Meno fortunato Luca Taurino,-70kg, che combatte nelle MMA contro un avversario ostico , che l’atleta ducale riescea gestire molto bene impostando il combattimento sulla lunga distanza. Nel secondo Round però arriva ilpasso falso, quando Taurino esce dagli schemi e tenta di proiettare a terra l’avversario, ove pur riuscendosi si espone ad una situazione di rischio che lo vede in posizione di svantaggio, l’avversario ne approfitta con un Ground&Puond non irresistibile, ma l’arbitro dice che può bastare e Taurino si deve accontentare della medaglia d’Argento.

Bueno Arturo, -66 kg, è impeganto nella KickBoxe K1, lo stie più famoso al mondo per questa disciplina, l’atleta messicano in forze alla SNAP deve fare tre combattimenti per approdare in Finale.

Occorrono tre round per superare Davide Laviano (Fight House Villafranca); molto impegnativa la sfida contro Franceschini Paolo della Jef Team Venezia che Arturo risolve tirando fuori dal cappello qualche calcio al viso che lasciano il segno anche sui cartellini dei giudici; la finale è tutta da gustare, contro Tommaso Luisi della FHVerona, dove l’atleta ducale è in netta difficoltà subendo gli attacchi decisi ed incalzanti nel primo round, ma incredibilmente inverte la situazione nel secondo round, nella terza e decisiva frazione, la lucidità viene a mancare da entrambe le parti, ma non la tenacia; il giudizio finale non è a favore dell’atleta SNAP che esce però a testa alta con una meritata Medaglia d’argento .

Bonaccio Daniele, 84 kg, combatte nel Grappling dove direttamente in semifinale è contrapposto a Pietro Penini, che mette sotto costante pressione l’atleta SNAP che si trova a dover rincorrere per tutta la durata del match, al termine del quale il tabellone relega Bonaccio sul gradino più basso; bronzo per lui.

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Arti Marziali