SEGUICI SUI SOCIAL

Calcio Dilettanti

Il calcio parmense piange Gabriele Compiani

Il calcio parmense piange Gabriele Compiani

Terribile lutto nel mondo del calcio dilettantistico parmense (e non solo). Questa notte è morto, stroncato da un infarto, il portiere del Noceto Gabriele Compiani.

Attraverso un sms comune buona parte degli addetti ai lavori che conoscevano Gabriele hanno saputo questa mattina la tragica notizia. L’incredulità generale e lo sconforto hanno colpito, oltre agli amici nella vita privata, allenatori, dirigenti e giocatori di Felegarese, Noceto, Valtarese, San Secondo, Palanzano, Soragna, le società dei paesi dove ha giocato “Gabo” dopo aver mosso i primi passi nelle giovanili di Parma e Brescello, oltre agli avversari e i giornalisti che, come chi scrive, hanno avuto il piacere di raccontare delle sue gesta in campo. Un campo che l’ha visto protagonista l’ultima volta mercoledì sera nella gara di Coppa Emilia di Prima categoria vinta dal suo Noceto 1-0 contro l’Aurora. Gabriele si è sempre distinto per le qualità umane ovunque abbia giocato e lascia tanti amici, ma anche semplici conoscenti che hanno avuto modo di scambiare quattro chiacchiere o un saluto, allibiti per tanta ingiustizia verso un ragazzo di 32 anni (compiuti ad agosto), padre di due bambini di 6 e 2 anni e dalla vita regolare, senza vizi, tutta casa, calcio e lavoro. Stasera alle 20,30 a Pontetaro il Santo Rosario.

Alla famiglia, al fratello gemello Michele, alla moglie Eloisa e ai figli Giacomo e Damiano, le più sentite condoglianze dall’estensore di queste righe e da tutta la redazione di Sportparma.com.

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Calcio Dilettanti