Connect with us

Rugby

La pioggia non porta fortuna alla Rugby Parma

La pioggia non porta fortuna alla Rugby Parma

Battesimo del fuoco per la giovane Rugby Parma del presidente Borri che, al termine di una partita di sacrificio, deve cedere ai più esperti giocatori del Rugby Piacenza 1947. La pioggia che non ha dato tregua durante tutto l’ incontro non ha agevolato la formazione gialloblu …

… e ha costretto le due squadre a una serie infinita di mischie ordinate, fondamentale in cui i piacentini hanno fatto il bello e il cattivo tempo guidati dal neozelandese Stead (molti sicuramente lo ricordano tra le fila del Gran Parma in Super 10) e dall’esperto Berzieri. La giovane prima linea parmigiana, con il diciannovenne Tedja schierato a destra, ha faticato a contenere il pack avversario nelle mischie ordinate, mentre, nel gioco aperto, Uriati e le altre terze linee si sono rese protagoniste di una prova grintosa. I trequarti, nonostante le poche palle avute a disposizione, hanno tenuto costantemente in apprensione la difesa piacentina con le improvvisazioni di Federico Ferrari e Carlo Basso.

Partenza arrembante per i gialloblu che dimenticano ogni timore reverenziale e giocano per lunghi minuti nella metá campo avversaria senza però riuscire a muovere il punteggio. Lentamente i piacentini spostano il baricentro del gioco in avanti. Ma attorno alla mezz’ora si verifica l’episodio che scava il solco che non sará piu colmato: Uriati, autore di una irregolarità nei 7 metri difensivi, viene sanzionato con un cartellino giallo dall’arbitro Palladino al 31′. Un minuto dopo gli ospiti segnano con una maul che termina oltre la linea di meta così sul 14 a 0, punteggio con cui si chiude la prima frazione di gioco.

Alla ripresa, i gialloblu scendono in campo più determinati. Al 18′, una meta del neo entrato Castagneti al termine di una serie di percussioni nella zona centrale del campo permette di accorciare le distanze . A questo punto, la partita sembra prendere una direzione diversa, quando una marcatura in spinta degli ospiti ripotra il gap a 12 punti. Ma i ragazzi di “Mono” Gutierrez e Leo Larini sfoderano tutta la propria grinta e determinazione e, complice anche un vistoso calo fisico degli avversari, mettono sotto pressione la difesa avversaria che deve capitolare al 39′ grazie a una bella iniziativa di capitan Quagliotti, autore anche della trasformazione. Allo scadere, il Piacenza ha la possibilitá di togliere il punto di bonus ai gialloblu, ma il calcio di punizione si spegne lontano dai pali.

A fine partita, i tecnici, pur rammaricandosi della sconfitta, hanno sottolineato la prova di carattere dei loro giovani giocatori davanti a una squadra molto piu esperta. “Oggi abbiamo ricevuto il battesimo in serie B e abbiamo capito dove dobbiamo lavorare con maggior intensità nei prossimi giorni” ha dichiarato Gutierrez a fine incontro.

Domenica prossima prima trasferta del campionato sul campo dello Jesi, altra neopromossa a vecchia conoscenza dei gialloblu.

Anche un altro battesimo si è tenuto ieri in casa Rugby Parma: immediatamente prima del fischio d’inizio della partita, infatti, il campo di gioco di via Lago Verde è stato intitolato ufficialmente a Giuseppe Banchini, indimenticato presidente della Società dal 1951 al 1969. Numerosi i discendenti dello stimato medico presenti alla cerimonia, molti dei quali hanno calcato per lunghi anni i campi da rugby, oltre a tanti tra presidenti, dirigenti, allenatori e giocatori del passato. E proprio ad alcuni di questi ultimi – Giovanni Banchini, Daniele Ferrari, Mimmo Mancini, Vittorio Mutti, Mario Percudani e Marco Pulli – è spettato il compito di dare avvio alla nuova iniziativa che prevede, in occasione delle partite giocate in casa, la consegna al miglior giocatore di un trofeo dedicato di volta in volta a un “personaggio storico” della Società gialloblu. Il primo trofeo, assegnato alla giovane apertura Federico Ferrari (classe ’93), è stato intitolato proprio a Giuseppe Banchini.

La Rugby Parma desidera ringraziare calorosamente l’amico Giovanni Banchini che ha deciso di sponsorizzare tutti i trofei al miglior giocatore di quest’anno.

MAN OF THE MATCH: Federico Ferrari (apertura)

RUGBY PARMA:
Zanichelli (Delpogetto), Basso, Rancan, Rosi, Fontana (Larini P.), Ferrari F., Barbuti, Uriati, Ferrari D., Hauser (Mattucci) (Marchica), Esposito (Loreti), Ferrari J., Tedja (Bersani), Quagliotti, Pelagatti (Castagneti)

MARCATORI:
1° T: 32′ mt Piacenza tr, 34′ mt Piacenza tr
2° T: 19′ mt Castagneti tr Quagliotti, 24′ mt Piacenza nt, 35′ mt Quagliotti tr Quagliotti.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Rugby