Connect with us

Arti Marziali

KSDK: Miele quinto ai campionati italiani cadetti

KSDK: Miele quinto ai campionati italiani cadetti

Si svolti nei giorni scorsi (9 e 10 febbraio) ad Ostia i Campionati Italiani Cadetti 2013 dai quali il KSDK torna “soltanto” con il 5° posto di Alessandro Miele nella categoria 90kg. àˆ stata una prova molto difficile …

… per i nostri 8 cadetti che, accompagnati dai tecnici Luca Ravanetti e Fabio Orlandi, hanno affrontato tempi di gara lunghissimi, categorie veramente molto numerose ed anche un po’ di sfortuna nei sorteggi.
La gara di Alessandro Miele nella categoria 90kg, che contava 22 partecipanti, è stata tutta in salita. Battuto al primo incontro dal pugliese Quaranta, alla medaglia d’argento, Ale non si perde d’animo e si prepara ad affrontare i recuperi.

L’avversario del primo incontro non si presenta ed Alessandro passa così a quello successivo, il lombardo Rossi, che spazza via con un ippon di tani-otoshi. Supera poi anche il terzo avversario, il campano Palumbo, per 4 shido. Arrivato in finale per il 3°-5° posto il nostro cadetto si trova davanti all’altro judoka campano Ascione. I due sono protagonisti di un bell’incontro, purtroppo però Alessandro subisce uno yuko di o-soto-gari che non riesce a recuperare ed è costretto ad “accontentarsi” del quinto posto..

Bravo comunque il nostro allievo che, nonostante la lunghissima attesa prima dell’inizio della sua categoria, è rimasto concentrato ed è riuscito a recuperare la falsa partenza risalendo i recuperi. Peccato per lo stop finale ad un passo dal podio che, anche se lascia un po’ di amaro in bocca, non è certo un risultato da buttar via!

Nella categoria 73kg, invece, Daniele Lacorte parte bene vincendo i primi due incontri, sfortunatamente però al terzo combattimento, contro il campano Raia poi medaglia d’argento, sviene in seguito ad uno strangolamento e per regolamento è costretto ad abbandonare la gara.
Niente da fare, infine, per gli altri compagni di squadra Leonardo Virginio (60kg), Denis Fornaciari (60kg), Roman Modvala (60kg), Andrea Spaggiari (60kg) e Riccardo Montanini (81kg) tutti fuori nelle prime fasi di gara.

Christine Azzolini apre la categoria 57kg, anche questa molto numerosa con ben 54 partecipanti, scontrandosi subito con la ligure Boccotti, poi argento nella categoria, che la supera per due wazari di osae-komi, quando dall’inizio era in vantaggio lei per wazari. Recuperata, batte la lombarda Paganini con un bell’ippon di o-soto-gari, purtroppo però poi viene fermata da un ippon di shime-waza della emiliana Perrone, peccato, perché anche in questo shiai stava conducendo per wazari e yuko.

Come dicevamo all’inizio è stata una gara molto impegnativa per tutti, tecnici compresi. Gli atleti in gara nelle due giornate sono stati più di 700 ed, ovviamente, erano presenti tutti i migliori per ogni categoria di peso. Molti dei nostri ragazzi erano al loro esordio nella categoria cadetti, l’impatto è stato sicuramente duro ma il fatto di confrontarsi con judoka forti è sempre utile per acquisire esperienza in più.
Da domani, quindi, tutti di nuovo in palestra a lavorare e studiare per puntare in alto nei prossimi appuntamenti, acquisire maggiore sicurezza per essere ancora più competitivi all’edizione dei Campionati Italiani Cadetti 2014.

Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Arti Marziali

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br>Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br><br> Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi