© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Arti Marziali

Edwige Gwend: un'altra prestigiosa medaglia

Edwige Gwend: un'altra prestigiosa medaglia

Ancora grandissimo risultato per Edwige Gwend , che sembra non volersi mai accontentare in questo 2009 ricchissimo di podi, medaglie e soddisfazioni. Domenica 9 Agosto nella Sportforum a Berlino, ha guadagnato la medaglia d'oro nel prestigioso e difficilissimo Internationale Deutsche Meisterschaften U20 .

Il Torneo Top Level di categoria A, alla sua ottava edizione, è tra i più prestigiosi a livello mondiale e vedeva la partecipazione di 417 atleti delle categorie Junior provenienti da oltre 30 nazioni. Inoltre come sempre vista la collocazione a poche settimane dai Campionati Europei, è un vero e proprio banco di prova per le selezioni nazionali per l’Armenia in settembre e ancora più importante per i Mondiali di Atene di Ottobre.

In tutte le categorie erano infatti presenti tutti gli atleti più importanti e titolati e per le categorie maschili era in gara anche una squadra giapponese.

Per Edwige che gareggiava come Nazionale Italiana ed era accompagnata e seguita dal D.T. M° Luigi Crescini e dal vice presidente del Kyu Shin do Kai Lucia Rubini, si trattava di una ulteriore verifica . Infatti dopo la partecipazione al Torneo Internazionale German Open di Sindelfingen ed il successivo ITC (International Training Camp), lo stage internazionale di Izola in Slovenia con la partecipazione degli atleti di numerose rappresentative europee , questo Torneo era stato selezionato appositamente nel calendario internazionale per permetterle di studiare le sue avversarie più temibili.

La categoria 63 kg era tra le più numerose con 30 partecipanti tutte di ottimo livello : una gara quindi difficile e piena di ostacoli. Edwige incontra al primo turno l’ostica tedesca Lisa Elm che batte per waza ari. Al secondo turno trova un’altra tedesca Katharina Gutmann che batte agevolmente per Ippon di te-guruma. Per l’ingresso in semifinale trova quindi l’austriaca Unterwurzacher che gestisce con tattica ed esperienza battendola ancora prima per waza ari di uchi mata e poi ancora per waza ari di passività. Arriva quindi all’incontro di semifinale contro l’atleta rumena Adriana Vladoiu già incontrata in altri tornei internazionali. Edwige vince anche questo incontro con uno splendido e spettacolare ippon di o-soto gari , che le apre le porte della finale.

Finale ancora più difficile perché combattuta contro l’atleta locale del Judo S.C. Berlin Laura Vargas Koch, vicecampionessa di Germania.

Edwige parte subito con grande determinazione e sicurezza portando due attacchi efficaci che mettono in difficoltà l’avversaria. Guadagna subito un waza ari di uchi mata seguito subito dopo da un altro waza ari di harai goshi , tecnica vincente che le aggiudica la medaglia d’oro.

Grande soddisfazione per Edwige per questa vittoria che conferma ancora una volta il suo ottimo stato di preparazione fisica e tecnica e la gratifica per il duro lavoro svolto.

Grazie ad Edwige l’inno di Mameli ha suonato anche a Berlino.

Con questa vittoria Edwige si piazza al primo posto nella ranking list per gli atleti Junior (ormai quasi definitiva) predisposta dalla EJU (Federazione Europea di Judo) valida ai fini delle attribuzioni delle teste di serie nei tabelloni dei Campionati Europei.

Ora solo pochi giorni di riposo, e poi di nuovo gli allenamenti con i compagni che la aiuteranno in vista della convocazione per gli Europei: già a fine agosto partirà infatti per il raduno di preparazione a Lignano.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Arti Marziali