Entra in contatto:

Atletica

Tokyo 2020: Fantini dodicesima nella finale del martello

Foto: Colombo/FIDAL

Tokyo 2020: Fantini dodicesima nella finale del martello

Sara Fantini non va oltre il dodicesimo posto nella finale del lancio del martello alle Olimpiadi di Tokyo.

A venticinque anni dalla finale olimpica nel getto peso disputata dal padre Corrado ad Atlanta ’96, la martellista nata a Fidenza e cresciuta tra le fila del CUS Parma non ritrova le sensazioni della qualificazione, quando era riuscita a scagliare il martello a una distanza pari 71,68 metri. I tre sentivi di Sara Fantini terminano al di qua dei settanta metri: il miglior lancio è stato il 69,10 del secondo tentativo, dopo il 67,55 iniziale e il conclusivo 67,91. «Felice di essere arrivata in finale, era il sogno di una vita: tre lanci comunque buoni, ma che non rispecchiano il mio valore. Onestamente mi aspettavo di avvicinarmi un po’ di più alle misure che sentivo mie rispetto a questo 69. Oggi le altre erano inarrivabili. Sono contenta a metà», afferma l’azzurra, rappresentante dello sport parmense nella finale a cinque cerchi.

La finale se l’è aggiudicata la polacca Anita Włodarczyk che ha lanciato più lungo di tutte le altre atlete in gara: il suo 78,48 vale l’oro. Argento Cina con Wang Zheng (77,03) e Polonia di nuovo sul podio grazie al bronzo di Malwina Kopron (75,49).

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Atletica