Entra in contatto:

Basket

Esordio casalingo per Siram Fidenza, avversario Riva del Garda

Esordio casalingo per Siram Fidenza, avversario Riva del Garda

E' iniziata ufficialmente ieri sera con la presentazione ufficiale il nuovo campionato della Siram Fulgor Fidenza, impegnata nel campionato di serie A Dilettanti girone A.

Dopo il bagno di folla di ieri sera, domenica alle 18 la prima di campionato tra le mura amiche contro il Riva del Garda.

Un esordio non facile in una stagione che si preannuncia difficile, con la società borghigiana che ha allestito una squadra piuttosto giovane, come spiega coach Ghizzinardi in una lunga intervista rilasciata al sito ufficiale della società: “La cosa buona è che abbiamo tanto tanto tanto da migliorare, tanti margini. Questo perché abbiamo avuto una preparazione un po’ tribolata, a differenza dell’anno scorso, dove la preparazione andò benissimo ma poi ci fu un infortunio importante subito alla prima partita. Per fortuna per ora niente di grave, ma tanti piccoli acciacchi: Micevic ha saltato parecchi allenamenti per via del ginocchio, poi “Abo” ha avuto la contrattura che gli ha impedito di giocare in Coppa, Nanut ha giocato ma non è mai stato completamente a posto, Furlanetto ha avuto anche lui qualche problema. Avendo cambiato molto nel settore esterni, questo ci ha creato problemi e ci ha fatto perdere parecchio tempo. Per cui dobbiamo migliorare tanto. In più: è una squadra giovane,soprattutto nei ruoli sensibili. Marko Micevic, grande e grosso, provenienza Milano, è di fatto all’esordio nella categoria – ha giocato solo qualche minuto a Casalpusterlengo. Magro idem: esordio come centro titolare nella categoria. Abbiamo ampi margini di miglioramento. E questo è positivo”. Si parte per la salvezza, ma Ghizzinardi non pone limiti: “Intanto la formula è bizzarra, perché si rischia di avere delle squadre che a un certo punto non hanno più nulla da chiedere a questo campionato: non possono più retrocedere e non possono più ambire ai playoff. Io mi auguro a Gennaio di non dovermi guardare dalla quindicesima posizione, di non avere il fiato sul collo; però mi auguro anche di poter ancora aspirare ai playoff. Spero di arrivare fino ad Aprile a giocarmela, guardando avanti e non indietro in classifica”.

L’avversario, Riva del Garda, non è dei più semplici: “Hanno un gruppo di esterni forti – spiega il coach -, in grado di mettere a nudo alcune nostre lacune nel reparto difensivo. La partita è abbastanza importante, ci aspettiamo che i loro esterni facciano punti ma speriamo di limitare gli altri. Dobbiamo mettere in campo un’intensità tale che loro facciano fatica a reggerla. Cristelli è un giocatore che può metterci in difficoltà col suo atletismo e con i suoi rimbalzi offensivi. L’anno scorso gli riuscì nella partita di Cremona: i nostri lunghi lo subirono parecchio. Speriamo che non sia una di quelle giornate dove ci prende anche da fuori… Scodavolpe è un buon giocatore, un mancino veloce, un po’ “pazzerello” ma molto pericoloso. In due partite ha segnato 28 punti contro Trento, e Riva, non scordiamocelo, ha passato il turno.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Basket