SEGUICI SUI SOCIAL

Boxe

Giacobbe Fragomeni in Municipio: il 15 maggio combatterà Â  per il titolo mondiale

Giacobbe Fragomeni in Municipio: il 15 maggio combatterà Â  per il titolo mondiale

Ricevuto questa mattina in Municipio dal vicesindaco Paolo Buzzi e dall'assessore allo Sport Roberto Ghiretti il pugile Giacobbe Fragomeni, sfidante al titolo mondiale dei massimi leggeri WBC (World Boxing Council) il prossimo 15 maggio in Polonia.

Giacobbe Fragomeni, milanese di nascita e da dicembre a Parma per allenarsi, è stato, da dilettante, 4 volte campione italiano, campione europeo, ha partecipato alle Olimpiadi di Sidney (1996), è stato vincitore dei Giochi del Mediterraneo (1997); da professionista, è stato campione italiano, campione europeo, campione del Mondo WBC.

Il vicesindaco Buzzi ha espresso soddisfazione nel porgere il saluto dell’Amministrazione a Fragomeni e alla Boxe Parma “soprattutto per le attività che svolge con i giovani. Come Amministrazione infatti – ha detto Buzzi – abbiamo puntato da sempre sulle attività motorie e sportive per le più giovani generazioni”.
Un ringraziamento sentito è stato rivolto dall’assessore Ghiretti ai rappresentati delle associazioni sportive presenti nell’occasione. “E’ molto bello – ha detto Ghiretti – che qui, oggi, siano presenti associazioni di tutti gli sport. Questi ragazzi della boxe hanno spesso storie da raccontare, come Fragomeni, esperienze provanti capaci di costruire un uomo fino in fondo. Anche per questo, e per i valori educativi di questo sport, è importante portare la boxe in mezzo alla gente. Al proposito, voglio anticipare che il 12 giugno, in piazza Garibaldi, si svolgerà un incontro spettacolare con i vari pugili della Boxe Parma. Stiamo anche portando la boxe nelle scuole, per ora in via sperimentale, ma speriamo nel prossimo futuro in modo più organico”.
Pasquale Garzilli, addetto alle Relazioni istituzionali di Boxe Parma, si è soffermato sulla vita di Giacobbe Fragomeni. “Una vita che può essere di esempio per quei giovani che rischiano un po’ di “perdersi”. Nato in un quartiere molto difficile di Milano, il quartiere Stadera, Giacobbe ha attraversato momenti molto duri, come la perdita del padre, della madre e di una sorella, e un infortunio che ha rischiato di metterlo fuori dal mondo della boxe. Non si è scoraggiato ed è diventato campione del Mondo”.
Nel suo intervento Fragomeni ha ringraziato Parma per l’ospitalità che gli ha accordato. “La mia intenzione era di ritirarmi. Poi sono venuto qui ad allenarmi e sono rinato, mi sto allenando al massimo e darò tutto per ricambiare l’accoglienza ricevuta”.
Erano presenti alla cerimonia anche Adriano Guareschi, vice presidente Federazione Pugilato Emilia – Romagna, Maurizio Zennoni, maestro di pugilato, Luca Delli Carri, giornalista e scrittore, e Salvatore Erittu, campione italiano massimi leggeri.

Non è mancata una nota polemica da parte del Maestro Zennoni: “Parma si è finalmente accorta di noi, questo è l’evento più importante della nostra storia, ma non è che prima non esistevamo. Da 42 anni sono nel pugilato e abbiamo vinto tanti titoli, non al livello di questo, ma abbiamo avuto tanti successi e fino ad ora siamo stati ghettizzati. Anche i Veterani dello Sport, di cui faccio parte da vent’anni, continuano a premiare se stessi e gli atleti in pensione, senza ricordare mai il pugilato. Stiamo crescendo, come Boxe Parma, un passo alla volta; speriamo di portare a Parma questo titolo”.

In conclusione, in vista dei Mondiali del 2012 di Boxe, l’assessore Ghiretti ha ricordato “che dovrebbe essere già pronto il nuovo palazzetto che per la Boxe che dovrebbe poter ospitare 7mila persone. Forse è un sogno pensare di ospitare questa manifestazione, ma i sogni a volte si avverano”.

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Boxe