© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Parma Calcio Giovanili

TORNEO DI VIAREGGIO, SEMIFINALE: GENOA-PARMA 3-2, LA VIDEOCRONACA E GLI HIGHLIGHTS

TORNEO DI VIAREGGIO, SEMIFINALE: GENOA-PARMA 3-2, LA VIDEOCRONACA E GLI HIGHLIGHTS

(www.parmacalcio1913.com) – Il Parma, che ha arricchito con la qualità del suo gioco propositivo, la 71^ edizione del Torneo di Viareggio non sarà protagonista dell’atto finale – domani, mercoledì 27 Marzo 2019 allo Stadio “Picco” di La Spezia – calcio d’inizio ore 15, diretta Rai Sport – avendo dovuto cedere il passo al Genoa a due minuti dal triplice fischio della Semifinale disputata sul bel manto verde, in erba naturale, dello Stadio “Necchi Balloni” di Forte dei Marmi ieri, martedì 25 Marzo 2019. A due minuti dal triplice fischio, infatti, un pallonetto beffardo di  Denilho Denilson Cleonise si insaccava alle spalle di Edoardo Corvi, rompendo l’equilibrio del punteggio sino a quel punto maturato ed aggiornando il tabellone sul 3-2. A due minuti dal triplice fischio, quando ormai sembrava a tutti che il naturale (e probabilmente pure più giusto) esito fosse affidato ai tiri di rigore, ecco infrangersi il sogno via via costruito durante questa esaltante esperienza alla Coppa Carnevale, nella quale il Parma non ha mai scherzato, ma sempre guadagnato l’unanime plauso non solo per i risultati, ma soprattutto per la cifra stilistica mostrata. Grandi qualità individuali – un nome su tutti, Drissa Camara – inserite in un meccanismo che ha sempre funzionato alla perfezione indipendentemente da quali fossero gli interpreti via via scelti dallo staff tecnico guidato da Mister Pasquale Catalano con il vice Lorenzo Piscina, anche a seconda della tipologia di partita da affrontare. Il fiore all’occhiello resterà la finale anticipata, con quell’1-4 inferto alla Fiorentina (finalista dodici mesi della kermesse 12 mesi fa) nei Quarti, ma anche la partita di ieri, indipendentemente dall’amaro verdetto finale, ha ribadito tutto quanto di buono il Parma ha mostrato in questa prestigiosa vetrina, con il rammarico di non poter contendere al Bologna (che ha superato il Bruges ai calci di rigore nell’altra Semifinale) la Viareggio Cup. Il primo tempo, forse, è stato il migliore dell’intera competizione: nonostante la stanchezza accumulata il Parma è riuscito ad avere il completo dominio per lunghi trattati, in costante possesso palla con lampi di grande qualità di Camara, Madonna, un gran lavoro di Davitti e veloci corse sulle fasce di Fransson e Vecchi. Si sarebbe potuto e dovuto fare decisamente meglio, in fase difensiva, in occasione del primo gol (14′) con Andrea Adamoli che dal limite beffa Edoardo Corvi all’incrocio, ma nonostante l’incidente i Crociati non si sono scomposti, trovando il pareggio solo dieci minuti dopo (24′) con l’ottimo Mattia Tardivo, andato via in slalom in area saltando un paio di avversari per poi trafiggere il portiere Raccichini. E altri dieci minuti dopo, perfezionando un’azione corale, Drissa Camara riusciva a siglare la rete del vantaggio (1-2), anticipando il difensore. Durante tutta la frazione il Parma non ha concesso nulla, al di là di qualche palla inattiva; a propria volta, però, non è riuscito a ipotecare la gara col 1-3, nonostante i tentativi di Camara, Madonna e Tardivo. I minuti iniziali della ripresa spesso si sono rivelati fatali alla Primavera ducale anche in Campionato, soprattutto al cospetto di squadra fisicamente attrezzate, e così, purtroppo, è andata anche stavolta: al 6′ st Levente Szabo, che col Grifone ha già assaggiato la Serie A, sotto gli occhi del presidente Enrico Preziosi, ha colpito di testa elevandosi, oltre alla già ragguardevole altezza da granatiere, e da circa un metro e mezzo dopo il primo palo, ha indovinato esattamente l’incrocio sul secondo: esecuzione perfetta sulla quale non ci sono mea culpa da recitare se non scappellarsi e dirgli bravo. Quando ormai tutto era già pronto per le esecuzioni dagli undici metri, sugli sviluppi di un calcio d’angolo (dopo una gamba tesa – non punita – di Patrizio Masini ai danni di Moussa Kone), Cleonise che è un mancino naturale, elimina i Crociati con un pallonetto beffardo di destro, che sembrava quasi tirato per liberarsi del pallone e che invece è finito proprio dal lato opposto: 3-2

INTERVISTE DEL DOPO PARTITA

pietro pizzarotti forte dei marmi 25 03 2019PIETRO PIZZAROTTI, PRESIDENTE: “A me piace sempre ricordare che noi fino a quattro anni fa eravamo morti e sepolti: ci avevano tolto tutto e in tre anni abbiamo fatto un percorso incredibile raggiungendo le Semifianli l’anno scorso e quest’anno pure. Oggi abbiamo fatto un partitone bellissimo nel primo tempo, anche se poi siamo un po’ crollati leggermente nel secondo tempo fisicamente; loro, forse, erano un po’ più strutturati di noi, però facendo una bella partita e giocando bene al calcio. Sono contento proprio di questo; un percorso eccezionale: complimenti ai ragazzi, e li meritano davvero tutti. Rispetto all’anno scorso la rosa è migliorata e si è visto anche sul piano del gioco da noi espresso, più propositivo e divertente. Il rammarico per non essere arrivati in Finale c’è, ma giocavamo contro una squadra molto molto forte e più strutturata di noi fisicamente. Il calcio giovanile serve per far crescere i ragazzi: vincere i Trofei è bello per loro, ma il vero risultato per noi sarebbe se due o tre di questi ragazzi un domani approdassero in prima squadra. Certo che quando arrivi in semifinale e perdi 3-2 a un minuto e mezzo dalla fine, a noi stessi brucia. Ragazzi di prospettiva ne abbiamo: Camara è sulla bocca di tutti ed è fortissimo. Un altro ottimo giocatore è Madonna, poi c’è Di Maggio, che a me piace molto, ma non mi piace fare dei nomi: secondo me questa squadra ci è arrivata col collettivo a fare quel che ha fatto oggi. Vincere i Tornei fa piacere per l’autostima dei giocatori ma ogni Società chiede alle Giovanili di portare quanti più giocatori possibili nella disponibilità della prima squadra. Se tra tre o quattro anni, visto che stanno crescendo anche le squadre dietro, avessimo cinque o sei giocatori provenienti dal nostro settore giovanile, penso sarebbe il massimo da chiedere”.

pasquale catalano forte dei marmi 25 03 2019PASQUALE CATALANO, ALLENATORE: “Per il risultato sportivo c’è rammarico, perché anche oggi abbiamo fatto una partita importante, con personalità, qualità, ma chiaramente se prendi gol a due minuti dalla fine c’è rammarico sportivo, ma dal punto di vista del gioco credo che abbiamo portato in questo Torneo una grandissima qualità e la differenza con squadre di categoria superiore si è vista poco, sia oggi che nella partita precedente. Loro hanno fatto due gol nel secondo tempo, uno su calcio piazzato con una spizzata e poi con un rinvio, io non ricordo viceversa tantissime parate del nostro portiere. D’altro canto penso che abbiamo tenuto bene il campo e abbiamo giocato: oggi non ho nessun rammarico per quanto riguarda la prestazione, ma solo rabbia perché pur a fronte di una grande prestazione non abbiamo passato il turno. Adesso dobbiamo finire bene in Campionato: questo Torneo ci ha dato la consapevolezza che questa società sta crescendo, così come questi giocatori. Io sono soltanto uno che cerca di fare crescere questi ragazzi. Quello che sarà il futuro non lo devo dire io,, ma gente che sarà preposta a questo tipo di situazione. Oggi non mi posso attaccare all’errore nell’ultimo passaggio: io mi porto via una grandissima prestazione di questi ragazzi. Sono contento di allenarli, sono contento per come mi hanno seguito e oggi che purtroppo è finito questo Torneo, anche se meritavamo la Finale, non penso a singoli errori ma alle grandissime prestazioni. La sostituzione di Camara la rifarei, perché è un giocatore fortissimo ma che ora sta giocando al 20-30% delle sue potenzialità perché viene da un lungo infortunio. Credo che in quel momento abbia dato tutto: ho messo un giocatore come Colley che ha fatto un Campionato intero per sperare in un guizzo, Non è dovuto all’uscita di Camara il gol preso, perché è stato un gol in mischia”.

marco d'aloia forte dei marmiMARCO D’ALOIA, VICE CAPITANO: “Sono felicissimo di tutta la squadra, ma è stato un peccato non accedere alle Finali perché ce lo meritavamo per tutto quello che abbiamo fatto e anche per questa partita che avevamo chiuso, nei primi 45′, in vantaggio: poi nel secondo abbiamo avuto qualche occasione, per chiuderla, ma anche un po’ di sfortuna nel finale che ci ha fatto perdere la partita. La differenza di categoria non si è vista e malgrado la nostra posizione di classifica in Campionato non sia esaltante, abbiamo dimostrato di essere una squadra che ha grandi potenzialità e che può fare tanto, anche perché abbiamo delle individualità molto forti. E’ stato un peccato davvero uscire: fa malissimo a tutti perdere, specie se arrivi in Semifinale con la possibilità di giocarti la Finale in uno stadio importantissimo, però speriamo che la sconfitta ci aiuti a crescere per riprovarci l’anno prossimo e a finire al meglio le ultime partite di Campionato. Dal punto di vista personale penso di essere cresciuto come esperienza, sicurezza e mentalità per vincere partite che sono scontri diretti e che ti permettono di andare avanti. Nel Viareggio sentivamo più la pressione data dall’importanza e dalla vetrina che è questo Torneo: ci sentivamo obbligati a dare il meglio di noi, ma anche in Campionato era così e continueremo a farlo anche se alcuni risultati prima ci hanno penalizzato dal punto di vista della classifica”.

mattia tardivo fote dei marmi 25 03 2019MATTIA TARDIVO, AUTORE DEL PRIMO GOL: “Dispiace: abbiamo fatto una grande partita: abbiamo preso subito un gol, ma poi siamo stati bravi a rimontarla, ma purtroppo ci è girata male, han fatto un tiro da fuori area al 90′ e han fatto un bel gol. Sono stati bravi anche loro, a ribaltarla, noi abbiamo dato tutto e siamo consapevoli di aver fatto un gran torneo: più di questo non potevamo fare. ci poteva girare meglio: abbiamo avuto un po’ di sfortuna, ma purtroppo il calcio è così e non possiamo farci niente. Però abbiamo fatto un gran torneo lo stesso, quindi non ci resta nient’altro che di essere contenti di quello che abbiamo fatto. Non c’è altro da aggiungere…”

drissa camara 25 03 2019 forte dei marmiDRISSA CAMARA, AUTORE DEL SECONDO GOL: “Oggi è andata male: noi abbiamo giocato bene, abbiamo dato tutto, ma la partita è andata male. Lo stesso ringraziamo Dio per tutto quello che di positivo abbiamo fatto in questo Torneo, in cui abbiamo fatto davvero bene e speriamo di tornare anche l’anno prossimo. Loro sono andati per primi in vantaggio, ma poi noi, con la testa giusta, siamo stati tranquilli e, col gioco di squadra, siamo riusciti a rimontare. Sono stati bravi, però, anche i nostri avversari a ribaltare la partita, perché noi eravamo in vantaggio 1-2, ma poi loro hanno vinto 3-2. Purtroppo il calcio è così, prima passa in vantaggio una e poi l’altra… Vabbè, è finita così… Il nostro Torneo finisce qui… Noi stiamo male, ora, ma così è il calcio, purtroppo. Ora lavoriamo e basta… A me dispiace molto che non siamo arrivati in Finale, ma va bene così. Non è la fine del mondo… Noi siamo andati in campo con la testa giusta, abbiamo fatto bene, ma le cose non sono andate bene: a me dispiace tanto per il Mister, per la squadra e per tutti, speriamo di migliorare tanto nei prossimi anni. Questo Torneo ci ha dato molta esperienza e speriamo di continuare così. C’erano tante persone per vederci giocare e questo ci dà soddisfazione, vuol dire che stiamo lavorando bene. Mi dispiace che non sia andata come volevamo noi: noi volevamo arrivare in Finale, però va bene così, dobbiamo lavorare tanto e sperare di vederci in Finale l’anno prossimo”.

VIDEO DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 SETTORE GIOVANILE

ISCRIVITI (CLICCA QUI) AL NUOVO CANALE UFFICIALE YOU TUBE PARMA CALCIO SETTORE GIOVANILE E CLICCA SULLA CAMPANELLINA PER RICEVERE IN TEMPO REALE LE NOTIFICHE DEI VIDEO CARICATI DI TUTTE LE SQUADRE DEL VIVAIO CROCIATO

GENOA-PARMA 3-2, GLI HIGHLIGHTS

VIDEOCRONACA

FINE RISCALDAMENTO, RIENTRO NEGLI SPOGLIATOI

L’ANNUNZIO FORMAZIONI

INGRESSO SQUADRE IN CAMPO, INNI NAZIONALI, CERIMONIALE, CALCIO D’INIZIO

8′ TIRO DI MARCO LUPO D’ALOIA, ALTO

11′ TIRO A GIRO DI DRISSA CAMARA ALTO

GENOA-PARMA 1-0, 14′ GOL DI ANDREA ADAMOLI (ESULTANZA)

20′ TENTATIVO DALLA SINISTRA DI LORENZO VECCHI, ALTO

GENOA-PARMA 1-1, 24′ GOL DI MATTIA TARDIVO

GENOA-PARMA 1-2, 34′ GOL DI DRISSA CAMARA

GENOA-PARMA 1-2 (RISULTATO PARZIALE FINE PRIMO TEMPO) – RIENTRO NEGLI SPOGLIATOI

RITORNO SQUADRE IN CAMPO PER IL SECONDO TEMPO, CALCIO D’INIZIO DELLA RIPRESA

GENOA-PARMA 2-2, 6′ ST GOL DI LEVENTE SZABO (ESULTANZA)

7′ ST TIRO DI ALESSANDRO DAVITTI (PARATA)

15′ ST CALCIO DI PUNIZIONE DI DRISSA CAMARA, PARATA

26′ ST CALCIO DI PUNIZIONE DI DRISSA CAMARA, FUORI

40′ ST MANOVRA AVVOLGENTE

41′ ST TIRO DI LAMIN COLLEY RESPINTO DA MATTIA ZANOLI

GENOA-PARMA 3-2, 43′ ST GOL DI CLEONISE

…MA QUELLA GAMBA TESA DI PATRIZIO MASINI SU MOUSSA KONE SUL CORNER PRECEDENTE IL GOL…

GENOA-PARMA 3-2 (TRIPLICE FISCHIO FINALE)

MISTER PASQUALE CATALANO CONSOLA I SUOI GIOCATORI

UN SELFIE CON DRISSA CAMARA

ABBRACCIO TRA IL PRESIDENTE PIETRO PIZZAROTTI E L’ALLENATORE PASQUALE CATALANO

LE INTERVISTE A CALDO

IL PRESIDENTE PIETRO PIZZAROTTI

L’ALLENATORE PASQUALE CATALANO

IL VICE CAPITANO MARCO LUPO D’ALOIA

I GOLEADOR MATTIA TARDIVO E DRISSA CAMARA’

PARMA-GENOA 3-2 (LA PARTITA INTEGRALE)

ISCRIVITI (CLICCA QUI) AL NUOVO CANALE UFFICIALE YOU TUBE PARMA CALCIO SETTORE GIOVANILE E CLICCA SULLA CAMPANELLINA PER RICEVERE IN TEMPO REALE LE NOTIFICHE DEI VIDEO CARICATI DI TUTTE LE SQUADRE DEL VIVAIO CROCIATO

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Parma Calcio Giovanili