Connect with us

Calcio Dilettanti

Eccellenza: il Colorno è arbitro della corsa per il secondo posto. Al Ballotta il derby delle Terre Verdiane

Eccellenza: il Colorno è arbitro della corsa per il secondo posto. Al Ballotta il derby delle Terre Verdiane

Domani pomeriggio del girone A si disputeranno le partite valide per la trentunesima – e quartultima – giornata del campionato di Eccellenza; la stagione ha virtualmente decretato i verdetti, mancano solo l’aritmetica per poterli decretare come ufficiali. La lotta più serrata riguarda la zona play out, nella quale le cinque squadre invischiate si daranno battaglia fino all’ultimo per evitare l’unico spareggio per non retrocedere.

In programma ci sono diversi match interessanti a partire da Castelvetro-Casalgrandese, che potrebbe consentire ai modenesi di aggiungere altri tre punti dopo le recenti cinque vittorie di fila e, di fatto, di avvicinarsi sensibilmente al traguardo Serie D.
Tra le partite delle compagini parmensi spicca soprattutto la gara del Colorno (45) che andrà a fare visita al Rolo (65): i gialloverdi sono reduci dalla vittoria nel derby contro la Fidentina, che ha praticamente tagliato fuori i granata dall’obiettivo secondo posto. Piazzamento che, invece, vorrà convalidare la compagine reggiana, che ha accumulato un vantaggio di sei punti sulla formazione di Mazza. Il Colorno, dal canto suo, non ha più nessun traguardo da raggiungere: per arricchire, con un ulteriore colpo di scena nel finale, una stagione di per sé soddisfacente, Caraffini e compagni potrebbero replicare la parte dei guastafeste già interpretata lo scorso weekend.

Al “Ballotta” di Fidenza si scontreranno due squadre del nostro territorio che da anni ci regalano un derby molto sentito: la Fidentina (59), che vorrà riscattare il passo falso di Colorno (che potrebbe costare caro), riceverà tra le mura amiche i cugini del Pallavicino (34), invischiati in una serrata bagarre per uscire dai play out. Mister Mazza sa che recuperare il gap di sei punti in sole quattro giornate al Rolo sarebbe un’impresa titanica: i borghigiani cercheranno di centrare quattro vittorie nelle altrettante giornate rimanenti, quantomeno per concludere al meglio una stagione più che positiva. Il team di Busseto, invece, è reduce dalla vittoria contro il Salso che ha regalato una boccata d’ossigeno non indifferente; tuttavia, il quattordicesimo posto in classifica e i risultati positivi delle dirette concorrenti indicano ai ragazzi di Barbieri che bisognerà dare continuità di risultati da qui alla fine.
I padroni di casa (una vittoria e due sconfitte nelle ultime tre disputate) dovranno rinunciare agli squalificati Melegari e Bedotti, oltre che agli infortunati Comani, Passera e Talignani; gli ospiti invece recuperano Nadotti, ma rimangono col dubbio Arata, ancora acciaccato.
Il “derby delle Terre Verdiane” per i bussetani rimane un vero e proprio tabù da sfatare: finora negli undici incontri disputati (dal 2006/2007 in avanti, annata risalente ai primi storici incroci tra le due compagini) in Promozione e in Eccellenza, i blues non hanno mai ottenuto una vittoria. Il 22 novembre 2015, nella gara d’andata, la Fidentina aveva avuto la meglio grazie a un gol di Dattaro.

Domenica di fuoco anche per il Salsomaggiore (37), che con la sconfitta subita per mano del Pallavicino è rientrato nella lotta per non disputare il play out. I gialloblù ospitano un cliente indesiderato come il Carpaneto (46), quinto in classifica, ma reduce da una serie negativa: appena due punti nelle ultime quattro giornate per i ragazzi di Ciceri. Ai termali potrebbe anche bastare non perdere, a patto che alle loro spalle Fiorano, Pallavicino e Cittadella non facciano troppi punti. Con il rientro di Luca Mazzera dalla squalifica, Roberto Voltolini avrà l’intero gruppo a sua disposizione.

Il Fidenza (18) è matematicamente retrocesso con quattro giornate di anticipo in Promozione. Ai bianconeri penultimi, infatti, non basterebbe totalizzare i dodici punti in palio da qui al termine del campionato per poter agganciare la Cittadella Vis San Paolo (32) al quindicesimo posto e di conseguenza disputare il play out. Troppo negativa la serie di partite senza vittorie: appena tre pareggi in quattordici partite. E la vittoria che manca dal 6 dicembre. Con Bocchi e Bastoni di nuovo arruolabili, i bianconeri nel pomeriggio di domani scenderanno in campo, come ospiti, di fronte alla Folgore Rubiera (43), squadra che è rimasta sempre lontano dalle zone più turbolente della graduatoria e che potrà affrontare questo finale senza affanni. L’obiettivo dei ragazzi di Macchetti sarà quello di concludere nel modo più dignitoso e meno amaro possibili un’annata disastrosa.

Fischio d’inizio, domani, su tutti i campi alle ore 15.30.

(Nella foto il centrocampista del Colorno Luigi Mariniello in un’azione di gioco durante il match della 20a giornata Fiorano-Colorno, finito 1-2)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Dilettanti

© RIPRODUZIONE RISERVATA