Connect with us

Calcio Dilettanti

Eccellenza-Promozione, il valzer delle panchine: Colorno e Carignano cambiano. Monticelli, ufficiale Gussoni

Eccellenza-Promozione, il valzer delle panchine: Colorno e Carignano cambiano. Monticelli, ufficiale Gussoni

I campionati sono terminati domenica, ma la stagione 2015/2016 delle parmensi di Eccellenza e Promozione (causa play out) deve ancora concludersi; eppure diverse società del nostro territorio si sono già messe all’opera in vista del prossimo anno.
In questi giorni, intercorsi tra domenica ad oggi, sono circolate alcune indiscrezione, ma soprattutto sono arrivate le prime ufficialità. Vediamole più nel dettaglio.

ECCELLENZA
La prima ufficialità è arrivata da Colorno proprio nella giornata di domenica: al termine del match dei gialloverdi, infatti, il tecnico Gianluca Piccinini (nella foto), in esclusiva ai microfoni di SportParma, ha annunciato il suo addio al club ducale dopo un biennio assolutamente positivo. L’ex allenatore di Salsomaggiore, Medesanese e (a questo punto) Colorno, ha anche rivelato che ripartirà dall’ambizioso Brescello, fresco di retrocessione in Promozione ma deciso a fare, nell’anno venturo, un campionato di vertice. Per la sostituzione si potrebbe optare per la soluzione interna Marco Mantovani (che ha fatto bene con la formazione Juniores), ma il nome caldo è quello di Roberto Voltolini che potrebbe decidere di salutare il Salsomaggiore dopo tre anni ricchi di soddisfazioni. La società termale cercherà di convincere il tecnico a prolungare il sodalizio in gialloblù, ma da diverse settimane alcuni rumors hanno accostato il nome di Alberto Setti (reduce dai cinque anni di esperienza tra Seconda e Prima Categoria al Solignano, che al suo posto ha preso Francesco Bertani, nda) al club del presidente Granelli.

Visti i notevoli risultati ottenuti anche in quest’ultima stagione, la Fidentina vorrebbe e dovrebbe ripartire da Massimo Mazza, che sulla panchina granata oramai da quattro stagioni. Le parti si incontreranno nei prossimi giorni per discutere ed eventualmente progettare il campionato 2016/2017.
In casa Pallavicino ogni discorso è rimandato al termine del play out contro il Fiorano; Barbieri ha qualche chance di rimanere a Busseto in caso di salvezza.

Situazione in alto mare invece per quanto riguarda il retrocesso Fidenza: prima ancora della guida tecnica, la società bianconera dovrà decidere se iscriversi in Promozione o addirittura in Prima Categoria.

PROMOZIONE
In Promozione sono già stati ufficializzati due cambi di panchina.
Nonostante un’annata positiva (terminata al settimo posto), mister Alessandro Piscina ha deciso di non proseguire la sua esperienza al Carignano. Sul futuro del tecnico parmigiano se ne saprà di più non appena si sarà chiarita la posizione delle squadre impegnate negli spareggi. Intanto, la società giallorossa ha già deciso il suo successore: il tecnico per la prossima stagione sarà Roberto Marcotti – in realtà si tratta di un ritorno –, rimasto fermo per un anno dopo l’ultima esperienza al Terme Monticelli. Ed è proprio la squadra termale del presidente Ferrari ad aver optato per un nuovo nome: ringraziato Pattaccini per l’operato svolto in questo finale di stagione, il Monticelli ripartirà da Paolo Gussoni, tecnico che negli anni precedenti aveva ben figurato con Ciano (con cui aveva ottenuto il salto dalla Prima Categoria alla Promozione nel 2012/2013) e Termolan Bibbiano (poi salito in Eccellenza nel 2013/2014). Gussoni era fermo da due anni. Quanto a Pattaccini, che ha “traghettato” la squadra dopo l’addio ad Abbati, è stato offerto nuovamente l’incarico di tecnico della formazione Juniores: saranno decisive le prossime settimane per capire se il matrimonio continuerà, anche se Pattaccini sembrava deciso a proseguire la propria esperienza con i “grandi”.

Barbarini, salvo offerte irrinunciabili, sarà la guida tecnica del San Secondo anche nella prossima stagione; discorso identico anche per Enore Paoletti che proverà a migliorare ancora di più la sua Langhiranese dopo una promozione e una salvezza più che tranquilla.
Chi, invece, con ogni probabilità cambierà è la Piccardo&Savorè, reduce dalla delusione del mancato approdo ai play off: difficilmente Leonardo Pioli siederà ancora sulla panchina gialloverde. Nei prossimi giorni sono attese novità dal Presidente Scrinzi.

In attesa di capire cosa ne sarà del futuro di Traversetolo (in odore di fusione con la Piccardo&Savorè) ed Il Cervo (Balboni si gioca la riconferma in caso di salvezza), che si sfideranno ai play out, non ci resta che trattare delle due squadre che hanno abbandonato direttamente la Promozione.
Il futuro societario e tecnico della Medesanese è piuttosto nebuloso: già nella scorsa stagione il presidente Ceci era stato ad un passio dalla surroga con i “cugini” dei Crociati Noceto.
Il Soragna, al contrario, ripartirà da un gruppo costituito per lo più da calciatori della zona, senza nascondere le ambizioni per un pronto ritorno nel campionato da cui si è appena congedato; il candidato numero uno per la panchina neroverde sembra essere il già citato Alberto Setti, che ha disputato la Prima Categoria per tre dei suoi cinque anni di esperienza con il Solignano. Il tecnico della Val Taro è molto stimato, ma molto dipenderà dalle sirene di mercato. L’outsider è un nome che ancora non è emerso alla ribalta, ovvero quello di Simone De Pietri: ex attaccante anche dal passato professionistico, De Pietri, alla prima esperienza da tecnico, in stagione ha centrato i play off nel girone C di Seconda Categoria con il Felegara 07: per lui sarebbe un ritorno, dopo la vittoria da protagonista degli spareggi di Prima Categoria del 2007/2008 che regalarono al Soragna una storica promozione. (Lorenzo Fava)

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti

Commenti Recenti

Altro in Calcio Dilettanti