© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Dilettanti

Eccellenza: Pallavicino contro Fidenza, chi vince può ancora sperare

Eccellenza: Pallavicino contro Fidenza, chi vince può ancora sperare

Eccellenza riaperta e sfide decisive nella 31a giornata che si giocherà Â  domani alle 15,30.

Su tutte il super derby Pallavicino-Fidenza, partita da dentro o fuori, dove il pareggio potrebbe servire solo in coincidenza di altri risultati davvero eclatanti. Ma questo campionato ci ha abituato a colpi di scena. Solo una settimana fa, alla vigilia del 30° turno, il calendario rischiava di mettere i titoli di coda alle speranze delle due parmensi, invece le sorprendenti vittorie esterne di Formigine e Malba, rispettivamente a Pavullo e a Bagnolo, hanno decisamente tenuto in corsa Pallavicino e Fidenza, che contemporaneamente avevano svolto il loro dovere conquistando i 3 punti. Ora la classifica vede in testa la Pavullese a 63 punti, Bagnolese sotto di 1 e Pallavicino e Fidenza che inseguono a 60 e 59. Il big-match di Busseto sarà quasi uno scontro da “fuori i secondi”, con la speranza che il Traversetolo conquisti punti fondamentali per la sua salvezza contro la Pavullese e che il Formigine, senza fare sconti a nessuno e per par condicio, castighi in casa anche la Bagnolese.

I due allenatori, Baratta e Mantelli, si scambiano i complimenti, ma aggiungono: ”Per noi il campionato – attacca Baratta – non è mai stato chiuso, piuttosto il nostro vero problema è arrivare al punto cruciale della stagione senza tanti uomini importanti con un calendario difficile”. “Anche noi – ribatte Mantelli – ci abbiamo sempre creduto e ci crediamo ancora, anche se io comunque ho già più di un motivo per essere soddisfatto per il nostro cammino”. Entrando nei contenuti tecnici della partita, sia Pallavicino che Fidenza dovranno davvero inventare la formazione. Tra i bussetani, che però godono di una rosa più ampia rispetti agli avversari, mancheranno gli squalificati Mirri, Valla e Arata oltre agli infortunati Donelli, Manzani, Okoruwa, mentre per i bianconeri non ci saranno Pizzelli, Gorrini, Rondanini, tutti sospesi dal giudice sportivo e Bertolini, in forse per un infortunio muscolare.

L’intreccio d’alta classifica potrebbe essere risolto anche dal Traversetolo, che come anticipato, ospita la Bagnolese. Gli uomini di Ferrarini vengono da un buonissimo periodo che li ha portati fuori dalla zona play-out e la vittoria di domenica scorsa a Casalmaggiore, tutta firmata da Kessabi negli ultimi 4’ di recupero, testimonia il carattere che ci stanno mettendo per rimanere in una categoria alla loro portata.

Pericolosamente rientrato nel discorso salvezza è il Monticelli, inchiodato intorno ai 38 punti ormai da troppo tempo. Paraluppi e i suoi ragazzi, cui non si spiega un così lungo periodo negativo, devono anche recitare il mea culpa se ora il loro finale di campionato sarà vissuto sul filo dell’incertezza e del rischio. La partita casalinga con la Casalese, terzultima, sarà a tutti gli effetti un primo scontro diretto, da vincere, per evitare gli spareggi giocati già l’anno scorso.

Colorno, 6° a 47 punti, in cerca di un doppio riscatto a Scandiano. Il primo lo cercherà per rimediare alla sconfitta interna di domenica scorsa contro il Pallavicino, che ha interrotto un buon momento di forma ed il secondo lo vorrà per vendicare lo 0-1 patito all’andata dai reggiani. Piccinini, per conquistare i 3 punti, sfrutterà la straordinaria vena realizzativa di Roncarati, che praticamente segna con continuità dal 7 marzo e che lo ha portato a quota 18 gol nella classifica marcatori, secondo dietro ai 24 segnati da Greco della Bagnolese.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Dilettanti