Connect with us

Calcio Dilettanti

Calciomercato Promozione, Langhiranese scatenata: oltre a Roncarati altri cinque colpi. E a settembre il nuovo centro sportivo

Calciomercato Promozione, Langhiranese scatenata: oltre a Roncarati altri cinque colpi. E a settembre il nuovo centro sportivo

di Lorenzo Fava

Dopo un avvio di mercato un po’ in sordina, la Langhiranese ha scoperto le proprie carte in tavola e ha ufficializzato l’arrivo di ben sei giocatori nella rosa che sarà messa a disposizione di mister Paoletti per la stagione 2016/2017.

Del primo di questi rinforzi SportParma vi aveva già dato notizia, in esclusiva assoluta, durante la giornata di giovedì della scorsa settimana: l’incontro con Stefano Roncarati ha avuto esito positivo e l’attaccante classe 1976 è così diventato ufficialmente un nuovo giocatore della Benemerita, club in cui ritroverà Matteo Anceschi (con cui aveva condiviso l’esperienza trionfale nel Brescello nel campionato 20114/2015). Ma l’uomo mercato della Langhiranese, Giovanni Gennari, non si è limitato al solo acquisto dell’ex giocatore del Monticelli, che ha vissuto gli ultimi sette mesi con la maglia della Piccardo&Savorè. Per completare il reparto avanzato è stato acquistato anche Francesco Aracri, attaccante (nato nel 1989) proveniente dal Lesignano che dovrà dare il giusto ricambio a due compagni dall’età anagrafica (calcisticamente parlando) un po’ avanzata ma comunque dalle indubbie qualità. Aracri – che di recente ha ottenuto una salvezza non scontata con i gialloblù in Prima Categoria – ha già calcato in carriera i campi di Promozione e anche quelli di Eccellenza, dividendosi tra Terme Monticelli, Traversetolo e Sampolese, dal 2008 al 2014. La difesa, inoltre, viene puntellata con l’arrivo del trentacinquenne Davide Sorianini, che ha salutato il Soragna dopo due stagioni in Promozione: vorrà sicuramente lasciarsi alle spalle gli ultimi tribolati mesi conclusi al penultimo posto con i neroverdi. Ma si tratta di un innesto di sicura affidabilità per la categoria.

È invece il centrocampo il reparto a risultare maggiormente rivoluzionato dopo questo mese di trattative; a dare maggiore qualità alla manovra del team di Paoletti provvederà il regista Davide Alinovi (1992), prodotto delle giovanili del Parma, maturato con la Berretti della Reggiana, prima, e con la Primavera del Modena, poi, e che nel calcio dilettantistico era transitato nella Meletolese in Eccellenza. Quello di Alinovi non è un colpo di secondo piano, visto che il centrocampista ha vissuto anche un’esperienza di un certo livello in Serie D al Ragusa e, più recente nel 2015, una nel campionato cadetto slovacco (con il Dolny Kubín), prima di far ritorno in Emilia, dove ha giocato nella stagione da poco conclusa con i reggiani del Fabbrico, impegnati nel girone B di Promozione. Ufficiale, poi, l’arrivo a Langhirano dell’ex Lentigione Pietro Truffelli, centrale ventiduenne alla ricerca di riscatto dopo l’ultima stagione tra le fila della Medesanese, culminata con la retrocessione in Prima Categoria. A chiudere la campagna acquisti dei grigiorossi, c’è il ritorno dell’esterno di centrocampo (all’occorrenza anche difensivo): si tratta di Michele Trevisan (classe ’94), di rientro da un’esperienza di dodici mesi all’estero. Trevisan aveva indossato la maglia della Benemerita nel 2014/2015, in Prima Categoria, e in precedenza quelle di Terme Monticelli nel 2013/2014 (in Promozione) e Crociati Noceto nel 2012/2013 (in Eccellenza).

Capitolo cessioni: Boschini, accasatosi da diverse settimana al Tonnotto Madregolo, è stato il primo di una lunga lista di calciatori ad aver salutato la Langhiranese. Il portiere Verterame, il difensore Costa, i gemelli Andrea e Alessandro Guida (centrocampista il primo, bomber il secondo), l’esterno offensivo Leobilla, gli attaccanti Xhafa e Mazzoni sono stati tutti liberati dalla società della Val Parma. Xhafa, classe ’97, è entrato nelle mire del neopromosso Marzolara, mentre i fratelli Guida dovrebbero ripartire dalla Prima Categoria: su di loro si stanno muovendo con insistenza Felino e Biancazzurra.

In dubbio, infine, la permanenza dei due difensori Maramotti e Imperiale, che potrebbero essere in uscita qualora fossero richiesti da una squadra che consentisse loro di trovar maggiore minutaggio. Le loro posizioni verranno valutate nei prossimi giorni dalla società grigiorossa, dopo un incontro tra direttore sportivo e calciatori.

Periodo di grandi novità, dunque, per il club del presidente Riccardo Salati che, per l’inizio del prossimo settembre, vedrà il campo comunale del “Sandro Pertini” trasformarsi in un vero e proprio centro sportivo. Infatti, grazie all’investimento del Comune, il club della Val Parma si sta preparando a rivoluzionare il proprio impianto, che non solo rimarrà la “casa” delle partite della domenica pomeriggio, ma che accoglierà anche la bellezza di ben cinque campi da calcio in più. Saranno infatti realizzati due sintetici di ultima generazione (uno da calcio a undici e uno da calcio a sette) – con misure regolamentari per consentire di disputare le partite ufficiali, oltre che i regolari allenamenti –, un campo in erba ancora per le gare di calcio a sette, destinato alle squadre del settore giovanile, e infine due campi a dimensioni ridotte (sempre in erba naturale), per i match cinque contro cinque. Verranno svolti inoltre lavori di rifacimento e manutenzione degli spogliatoi.

A giudicare dal mercato fin qui svolto e dal progetto della «nuova cittadella» in cui si trasformerà il “Pertini”, la Langhiranese si prepara sicuramente ad una stagione in grande stile.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement
Advertisement

Altro in Calcio Dilettanti