Entra in contatto:

Calcio Dilettanti

CRER: Promozione e Prima Categoria rinviate al 13 febbraio

CRER: Promozione e Prima Categoria rinviate al 13 febbraio

Nel nuovo anno, in Emilia Romagna, non si vedranno partite di calcio dilettanti almeno fino alla prossima domenica 13 febbraio.

Questa – in attesa dell’ufficialità del comunicato – è stata la decisione emersa dalla riunione tenutasi nel tardo pomeriggio di ieri tra i vertici del CRER e le società regionali di Promozione e Prima Categoria, il cui ritorno in campo era previsto, da calendario, per il prossimo weekend (8-9 gennaio). L’emergenza Covid-19 ancora una volta ha fermato il pallone. Troppi i positivi emersi nelle ultime settimane anche nel mondo del calcio: meglio fermarsi e ricominciare tutto fra poco più di un mese. Forse.

Già, perché la pandemia continua a dettare i tempi e il calcio dilettantistico fatica a tenerne il passo. Le società sportive, tra mille difficoltà, finora hanno provato a reggere l’urto, ma questo nuovo stop deciso dal Comitato Regionale per qualcuno rischia di essere una mazzata. La ripresa non sarà di certo semplice da organizzare e, in queste settimane di “pausa”, sarà inevitabile per tutti, prima o poi, doversi rimettere al lavoro per farsi trovare pronti in campo il 13 febbraio, la data indicata durante la consulta di ieri dal presidente Simone Alberici, il quale in giornata (alle ore 18) incontrerà in una video-riunione i dirigenti delle compagini di Eccellenza. Qui si giocherà un’altra partita: forse in Eccellenza, prima della delibera, occorrerà un dibattito più approfondito attorno a una soluzione (quella di rinviare l’inizio della seconda metà dei campionati, ndr) che non mette d’accordo tutti. Inoltre, il carattere di preminenza nazionale del campionato di Eccellenza imporrà maggiori riflessioni e maggiore cautela verso l’ipotesi rinvio. Probabile che si decida di proseguire, magari rinviando i turni in programma domenica 9 e domenica 16 gennaio, consentendo di svolgere le semifinali regionali di Coppa e i recuperi di campionato.

Il presidente del CRER ha fermamente ribadito, durante le consultazioni di ieri, che i campionati verranno portati a termine. Obiettivo più realisticamente raggiungibile se si riuscisse a superare l’ostacolo della regola del return to play, che impedisce attualmente ai giocatori positivi al Covid-19 di rientrare in campo prima di un lasso di tempo di 30 giorni, con annessa visita medico-sportiva da rifare; Alberici chiederà nel prossimo Consiglio Lnd (ma c’è da passare attraverso il Ministero della Salute, ndr) di abolirla per facilitare il ritorno in campo alle società dilettantistiche, che temono ancora una volta di essere finite in un déjà vu.

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Calcio Dilettanti