Entra in contatto:

Calcio Dilettanti

Eccellenza: “spareggio” salvezza tra Brescello e Fidenza. Al Francani derby Salso-Colorno

Eccellenza: “spareggio” salvezza tra Brescello e Fidenza. Al Francani derby Salso-Colorno

Quindicesima e terzultima giornata d’andata (la quartultima prima della sosta natalizia) in Eccellenza: il programma prevede, innanzitutto, un derby parmense che da diverse stagioni si ripete in Eccellenza, Salsomaggiore-Colorno.
Al “Francani” di Salso si affronteranno due compagini in salute e che fin qui hanno disputato sicuramente un buon campionato: i padroni di casa, nel match di Coppa, in settimana, hanno espugnato la Folgore Rubiera, conquistandosi così il pass per la finale contro i bolognesi di Castel Maggiore del Progresso. In caso di vittoria anche nell’ultima partita della fase regionale la squadra del presidente Granelli accederebbe alla fase nazionale, in cui inizialmente la vincitrice della Coppa d’Eccellenza dell’Emilia Romagna andrebbe a comporre un mini girone con la finalista della Toscana. Il percorso però è lungo ed estenuante e per ottenere la qualificazione in Serie D bisogna arrivare fino alla finale nazionale (passando prima dai quarti e dalla semifinale).
Tornando, invece, al campionato il Salsomaggiore (19), reduce dalla sconfitta subita per mano del forte Carpaneto, va alla caccia di quel successo che manca dal primo novembre (3-0 rifilato al Fidenza). Voltolini perde il centrocampista Pedretti, infortunatosi nel match di Coppa, e non può nemmeno contare sui soliti infortunati di lungo corso Bonati e Granelli; Malvicini, al contrario, ci sarà.
Colorno (25): il pareggio a reti inviolate con la Fidentina (di due settimane or sono) e la vittoria contro il Rolo nello scorso weekend hanno dato nuova linfa alla classifica dei gialloverdi, saliti in quinta posizione, a un solo punto di distanza dal Carpaneto, quarto, e a due dal Rolo, terzo. Il tecnico Piccinini dovrà fare a meno, con ogni probabilità, degli esterni Alfredo Ottoni e Adrian Lungu.
Il bilancio degli incontri tra le due compagini è leggermente in favore dei termali, vittoriosi quattro volte su dieci: le restanti sei partite sono terminate per tre volte in parità e in altrettante occasioni con il successo del team di Colorno.

Sfida interessantissima al “Morelli” di Brescello tra la compagine di casa, ultima a quota 5 in classifica, e il Fidenza (9) in piena zona play out, nonostante la prima vittoria in stagione ottenuta, tra le mura amiche del “Ballotta”, contro la Folgore Rubiera. I primi tre punti del campionato dei bianconeri sono arrivati in concomitanza con l’esordio in panchina di mister Andrea Macchetti, che sembra esser servito a dare nuovi stimoli all’ambiente. La zona salvezza (cioè il dodicesimo posto, occupato dalla Sanmichelse) è ad oggi distante sei lunghezze. I borghigiani, nel loro cammino in trasferta, hanno pareggiato quattro partite su sette, perdendo le altre tre; i gialloblù reggiani, al contrario, nello stadio amico non hanno ancora ottenuto un solo punto: sette ko in altrettante partite. E domani potrebbe esserci il filotto (in negativo). Il Fidenza, con appena 5 gol segnati, ha il peggior attacco del girone A (primato non invidiabile da condividere con il Formigine), mentre il Brescello di mister Vitale la peggior difesa (32 reti incassate).
Una defezione importante per i bianconeri: Macchetti non potrà schierare il difensore Diego Soregaroli, squalificato per un turno.
Insomma: quello del “Morelli” sarà un vero e proprio scontro salvezza. Chi perde è perduto.

Per la seconda settimana consecutiva la Folgore Rubiera (22) si troverà a fronteggiare una parmense che si presenta al match con un nuovo allenatore: dopo il Fidenza settimana scorsa, questa domenica è il turno del Pallavicino (14), sulla cui panchina esordirà l’ex Soragna Barbieri, subentrato nella giornata di lunedì al posto di Pietranera. Dopo una serie negativa di risultati, i blues sono finiti in zona play out: il nuovo tecnico avrà il compiti di condurre la squadra, strutturata sicuramente per stare in altri lidi, verso le zone più tranquille della graduatoria.
La Folgore in casa ha ottenuto nove punti sui ventuno disponibili, realizzando dici gol e subendone undici; sin qui i bussetani, invece, hanno vinto di più lontano dal “Cavagna”, anche se il rendimento tra casa (sette punti) e trasferta (sette punti) è in perfetta parità. Per il Pallavicino sarà la giornata degli esordi o, meglio, dei ritorni: infatti, il nuovo tecnico, Gian Paolo Barbieri, era già stato sulla panchina dei parmensi al fianco di Sandro Melotti nella stagione 2010/2011. E le novità proseguono con il ritorno dell’attaccante Pellegrini – ritornato “a casa” dopo il breve prestito in Liguria alla Sanmargheritese – che domani farà il suo esordio in campionato. Rientra Bertelli, mentre saranno assenti Bonomi (per infortunio) e Cabrini e Cardillo (per squalifica). I locali rubieresi non avranno a disposizione Dallari, fermato per due turni dal giudice sportivo.

Chiude il programma dell’ultimo turno di novembre il match casalingo della Fidentina (32), seconda classificata alle spalle della capolista Castelvetro, che può vantare un rassicurante margine di cinque punti. La formazione di Mazza, che non ha ancora subito alcuna sconfitta in campionato, ospiterà nel fortino del “Ballotta” di Fidenza (dove sin qui sono arrivate cinque vittorie e due pareggi) i reggiani della Casalgrandese (21), che stazionano al centro della classifica in acque più che tranquille. Gli ospiti sono reduci da due ko di fila e da 180 minuti di astinenza da gol.
Tra le fila dei granata out, come sempre, il lungodegente Passera, a cui si è aggiunto anche il centrocampista Fontana (che dunque non sarà della partita); recuperato, invece, il bomber Luca Ferretti.


Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Calcio Dilettanti