© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Dilettanti

Eccellenza: fari puntati su Salso-Lentigione e Colorno-Carignano. Crociati a caccia della prima vittoria esterna

Eccellenza: fari puntati su Salso-Lentigione e Colorno-Carignano. Crociati a caccia della prima vittoria esterna

Tornano in campo, finalmente, le squadre d’Eccellenza dopo due settimane di riposo forzato causa maltempo. Si riparte dalla 8^ giornata di ritorno (la 6^ si disputerà il 4 marzo e la 7^ il 18, alle 20.30, nda), anche se alcune compagini che avevano potuto disporre di un campo sintetico erano riuscite a darsi battaglia già nella precedente domenica. Tra queste troviamo la Fidentina (36), costretta ad alzare bandiera bianca in quel di Fiorano e agganciata in classifica al 5^ posto proprio dai modenesi. La sconfitta per 2-1 di domenica scorsa è stata come una secchiata d’acqua gettata su una piccola fiammella ancora ardente: infatti, sarà dura ora per la compagine di mister Mazza – che vanta una gara disputata in più rispetto alle altre concorrenti – risalire la china verso il secondo posto, distante 6 lunghezze, diviso in condominio dal Rolo e dalla San Michelese Sassuolo (42). Proprio quest’ultima sarà l’avversario del team borghigiano al “Ballotta” nella giornata di domani: i bianco-verdi, che lontano dalle mura amiche hanno ottenuto 15 punti (frutto di 3 vittorie e 6 pareggi), vantano una lunghissima imbattibilità che dura perfino dallo scorso 19 ottobre (quando alla 9^ di andata vennero sconfitti dalla Casalgrandese).

Il tecnico Ferraboschi farà affidamento sui suoi bomber principi, ovvero Umberto Sarnelli, autore di 10 reti in campionato, e Simone Zocchi, che di gol ne ha realizzati ben 9 (2 dal dischetto). Dall’altra parte i padroni di casa, sconfitti di misura nel match d’andata, non potranno contare sull’attaccante Rocco Dattaro, a segno nella partita di Fiorano, perché sanzionato dal giudice sportivo per un turno. Il vero match di cartello dell’8^ turno di ritorno è quello che andrà in scena al “Francani” di Salsomaggiore, dove i padroni di casa, che stazionano a centro classifica a quota 30, ospitano il Lentigione capo-classifica con 46 punti. Il Salsomaggiore, che ritrova Matteo Longhi dopo il turno di stop, non conosce la sconfitta da ben 10 turni, nei quali ha ottenuto 20 punti. Grazie a una media di due punti a partita i ragazzi di Voltolini sono riusciti a tirarsi fuori dalle sabbie mobili della classifica delle quali erano rimasti vittime per la prima parte della stagione.

Il Lentigione (che dovrà recuperare le sfide con Meletolese e Rolo), dopo aver effettuato il sorpasso dopo una lunga e faticosa rincorsa, è desideroso di aumentare il gap dalle inseguitrici. La squadra di Salmi, reduce da 6 vittorie e un pareggio nelle ultime 7, è la vera corazzata del girone A e potrebbe perdere questo campionato solo facendo un clamoroso harakiri. In attacco Mezgour dovrebbe affiancare la “superstar” Miftah, con Colla pronto a supportarli in fase di ripartenza: in tre hanno messo a segno 24 gol. Probabile panchina per l’ex di turno Marco Di Maio, autore di 12 marcature nel passato campionato con la casacca dei termali. Il menù di giornata propone anche uno scontro diretto tra due formazioni del territorio parmense: il Colorno (29) per la prima volta nella sua storia ospiterà sul proprio terreno di gioco il Carignano (12), sempre più fanalino di coda dopo l’ennesima sconfitta subita nella gara disputata sette giorni or sono, sul sintetico di Fidenza, contro la Casalgrandese. Inutile dire che per la truppa di mister Bertolotti possa trattarsi dell’ultimo appello per provare a riaprire una causa che sembra già chiusa e archiviata: il Carignano vede il terzultimo posto, distante di 9 lunghezze, lontano come un miraggio. E in più la formazione neopromossa non potrà contare sull’apporto di Borchini, espulso nell’ultimo incontro di campionato.

Il Colorno padrone di casa, invece, non può farsi sfuggire di mano l’occasione di ottenere tre fondamentali punti per allontanare lo spettro dei play out, che resta sempre dietro l’angolo: il margine su cui il team giallo-verde, reduce dallo 0-5 in casa dell’Axys dello scorso 1 febbraio, può fare affidamento è di soli tre punti. Uno squalificato anche per mister Piccinini: il giovane Molinari. Il match d’andata, unico precedente tra le due compagini, si risolse con un rocambolesco 2-3 in favore del Colorno. I Crociati Noceto (22) risultano essere l’unica formazione del girone A di Eccellenza a non aver ancora ottenuto i tre punti nelle gare disputate in trasferta. L’ultima vittoria lontana dalle mura amiche del “Noce” è addirittura datata 6 aprile 2014, quando i ragazzi di Bazzarini, nello scorso campionato, si imposero per 2-1 nella tana della San Michelese Sassuolo. Per sfatare questo tabù i gialloblù-crociati dovranno avere la meglio di un Castelvetro (32) che nelle ultime due gare casalinghe ha raccolto solo un punto. I bianco-blù dipendono molto dalla coppia d’attacco Ierardi-Napoli (10 reti il primo, 8 il secondo) che insieme hanno realizzato più della metà dei gol siglati fin qui dalla squadra. Nei parmensi torna abile e arruolabile, dopo la squalifica, il difensore Spagnoli. All’andata la contesa si risolse con un pirotecnico 3-3.

L’ultima partita, ma non per importanza, che ci rimane da presentare è quella che andrà in scena al “Campari” di Bagnolo in Piano, dove i padroni di casa della Bagnolese (38) riceveranno il Pallavicino (21), alla ricerca di punti preziosi per avvicinarsi alla salvezza. I rossoblù sono reduci da un periodo di crisi e di astinenza dai tre punti (l’ultimo successo risale al 7 dicembre scorso) che è costato alla banda allenata dal giovane Siligardi le vette della classifica. I bussetani, invece, prima della sosta forzata dalla “grande neve” avevano inanellato un filotto di ben 5 partite utili (quattro pari ed una vittoria) e, nelle prossime settimane, si giocheranno una buona fetta delle possibilità di salvezza diretta nei recuperi dei due match contro Casalgrandese e Salsomaggiore.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Dilettanti