Entra in contatto:

Eccellenza gir. A

Calciomercato: prime mosse del Pallavicino. Tre arrivi e due addii

Calciomercato: prime mosse del Pallavicino. Tre arrivi e due addii

Inizia a muoversi il mercato del Pallavicino. La società bussetana ha trovato i primi rinforzi per la rosa di mister Fabbi, debuttante in Eccellenza nella prossima stagione. Il ds Bianchi ha chiuso formalmente per tre acquisti, uno per reparto: due di questi arrivano dalla Viarolese, la squadra che il tecnico dei blues in quattro anni ha portato e mantenuto (con due salvezza di fila) in Promozione. Si tratta del difensore centrale Giovanni Pescosta (classe 1996), che ha avuto trascorsi nel Belluno prima dell’annata a Viarolo, e dell’esperto centrocampista Luca Lavezzini (’90), pupillo dello stesso Fabbi. Il terzo ingresso nella rosa dei verdiani è un realtà un ritorno, ovvero quello di Mattia Pellegrini (’96), reduce da dodici mesi con la casacca del Borgo San Donnino, con cui ha realizzato 8 gol. Esperienza 3.0 per Pellegrini al Pallavicino: prodotto del settore giovanile dei bussetani, era già tornato nel dicembre del 2015 dopo una breve parentesi alla Sanmargheritese (in Liguria) e aveva lasciato la piazza soltanto un nno fa per provare l’esperienza fidentina. Ma con la partenza di Cossetti, il ds Bianchi è alla finestra per un’altra punta di spessore: l’idea principale sarebbe quella di rilanciare Ismael Camara (’92) in Eccellenza, dopo un’ottima annata a Viarolo, conclusa con 17 gol.
Per tre giocatori che arrivano ce ne sono due che partono: il giovane Raffaele Pericotti (’97) si è trasferito tra le fila del vicino Zibello Polesino, in Prima Categoria, mentre il capitano Andrea Corbari (’94) – che ha messo a segno 10 reti nel’ultimo torneo – saluta tutti dopo sette anni ed entra a far parte della prestigiosa rosa del Fiorenzuola, compagine piacentina di Serie D. L’eredità della fascia di capitano verrà raccolta da Eugenio Nadotti.
Altri obiettivi: nonostante l’arrivo di Pescosta, la difesa, orfana di un pezzo da novanta quale Rieti, andrà puntellata. Il club della bassa ha messo nel mirino un profilo di esperienza, in grado di diventare quanto prima di un gruppo che avrà bisogno di una forte leadership: secondo le indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, l’identikit sembrerebbe portare al felinese Nicholas Mancini (’92), già in blues nel 2016/2017, quando vinse il campionato di Promozione.

 

(In copertina, il Pallavicino in festa dopo la salvezza in Eccellenza del campionato 207/2018)

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Eccellenza gir. A