Entra in contatto:

Eccellenza gir. A

Colorno: 9 acquisti con Valim. Vicini: «Sogniamo in grande»

Colorno: 9 acquisti con Valim. Vicini: «Sogniamo in grande»

Nella tardo pomeriggio di ieri, in occasione della conferenza stampa di presentazione della stagione 2021/2022, il Colorno ha calato le carte, tenute alte fino all’ultimo, e ha svelato gli acquisti del mercato estivo.

La dirigenza dei ducali – nelle persone del presidente Mauro Saccani, del suo vice Sergio Giaroli, del direttore generale Stefano Chiesa e dell’uomo mercato Alberto Vicini – dopo aver tracciato un bilancio degli ultimi dodici mesi ha dato uno sguardo alla stagione che ormai sta per partire. E, insieme al presentatore della serata, Pierluigi Oddi, ha fatto conoscere i rinforzi della campagna acquisti. Ben nove gli innesti: il giovane portiere scuola Juventus Club Thomas Peretto (classe 2004), il difensore Federico Davighi (’96) in arrivo dal Felino, i centrocampisti Abdoul Bandaogo (’91) – tornato dalla Piccardo Traversetolo dopo soli dodici mesi – e Gianmarco Rizzi (’02) – reduce dalla stagione nella Primavera della Cremonese, ma già noto a Parma per il suo trascorso al San Donnino nel 2018/2019 – e, inoltre, gli attaccanti Matteo Carlucci (’01) – di rientro dal prestito al Brescello -, dell’ex Governolese e Castiglione Andrea Ghirardi (’96), dei fratelli Gonzalo (’96) e Leandro (’89) Martinez, che tornano a giocare in coppia (era già successo al Vigolo Marchese) dopo che il più grande dei due, a dicembre 2020, era approdato in D alla Vastese. Infine, il (nono) colpo a sorpresa, svelato in chiusura: Joel Valim de Araujo (’87), in passato grande protagonista con Virtus Castelfranco, Correggese e Nibbiano&Valtidone, è pronto a tornare dal Brasile in Italia per sposare la causa dell’ambizioso Colorno.

«Ieri (martedì per chi legge, ndr) abbiamo fatto firmare Joel Valim de Araujo – ha annunciato il direttore sportivo gialloverde al termine delle presentazioni –. Avevamo tanti argentini, ci mancava il brasiliano. Abbiamo scelto gente che ha garra, forza, qualità, tecnica, numeri. Questo Colorno è ambizioso. Non ci nascondiamo: abbiamo costruito negli anni una squadra che potesse ambire alla categoria superiore. Faremo di tutto per portare più in alto possibile il Colorno. Siamo stati belli e simpatici, ora saremo anche più cattivi». E circa le ambizioni Alberto Vicini ha aggiunto: «L’unica cosa che conta non è vincere, ma divertirci e sognare: chi è ambizioso sogna in grande. Qualora non andassimo dove dobbiamo andare, è giusto che a fine stagione io lasci il posto a qualcun altro: il presidente lo sa, ho già la lettera di dimissioni pronta».

Soddisfatto della costruzione della rosa anche mister Mattia Bernardi, dal dicembre 2016 alla guida dei gialloverdi): «Una prerogativa per la conclusione il mio ciclo era avere una squadra importante. I giocatori che sono stati confermati e che sono arrivati sono passati anche dal mio giudizio. Questo vuol dire non avere più alibi. Dovrò trasformare la tensione in carica positiva. Ho alle spalle una società seria e al mio fianco una staff importante. Sappiamo che ci sono rose attrezzate come la nostra, ma sappiamo anche il lavoro che c’è dietro qui a Colorno. Le variabili sono tantissime, però sono convinto che la rosa è vincente. Parto per vincere il campionato». Molto determinato il rientrante Abdoul Bandaogo: «Sono andato via di casa a malincuore, torno volentieri e non vedo l’ora di costruire un impero. Vincere conta, ma non è l’unica cosa. So che la società non si basa sul risultato. Diverse cose mi hanno fatto pensare all’idea di tornare volentieri. Dove ero prima, purtroppo, si guardava solo il risultato».

LA ROSA DEL COLORNO PER LA STAGIONE 2021/2022

PORTIERI: Lorenzo Binaschi (’02), Michele Giaroli (’01), Thomas Peretto (’04).
DIFENSORI: Lorenzo Callegari (’00), Samuele Crescenzi (’00), Federico Davighi (’96), Boubacar Diaw (’99), Riccardo Setti (’98), Jacopo Spagnoli (’98), Federico Toma (’03), Giuseppe Zaccariello (’02).
CENTROCAMPISTI: Matteo Arati (’90), Abdoul Bandaogo (’91), Fabian Calliku (’02), Tommaso Cavazzini (’03), Milos Malivojevic (’93), Enrico Morrone (’03), Gianmarco Rizzi (’02), Matteo Vincenzi (’96).
ATTACCANTI: Edgar Baraye (’02), Matteo Carlucci (’01), Andrea Cremona (’02), Andrea Ghirardi (’96), Gonzalo Martinez (’96), Leandro Martinez (’89), Joel Valim de Araujo (’87).
STAFF TECNICO: Mattia Bernardi (allenatore), Diego Liso (allenatore in seconda), Mauro Longari (allenatore dei portieri), Massimiliano Puzzillo (collaboratore tecnico), Mauro Nizzoli (magazziniere), Enrico Grassi (fisioterapista), Leandro Paz (preparatore atletico), Luca Meninno (recupero infortuni), Fabio Fredi (video maker & analyst),
ORGANIGRAMMA: Mauro Saccani (Presidente), Sergio Giaroli (vice presidente), Stefano Chiesa (direttore generale), Alberto Vicini (direttore sportivo), William Pecci (team manager).

 

(In copertina, il ds Vicini, il presidente Saccani e il vice Giaroli durante la conferenza stampa del Colorno – ©Foto SportParma)

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Eccellenza gir. A