Connect with us

Eccellenza+ 2021

Poker Borgo, Colorno ko. Bandaogo fa gioire la Piccardo

Poker Borgo, Colorno ko. Bandaogo fa gioire la Piccardo

Grande delusione in casa Colorno: i gialloverdi perdono il match del sesto turno di Eccellenza contro i romagnoli della Savignanese e dicono addio ai sogni “scudetto”. La squadra di mister Bernardi sblocca dopo una decina di minuti il punteggio grazie alla rete del centravanti argentino Vita (al secondo centro consecutivo) e sfiorano a pi riprese il raddoppio fino alla fine del primo tempo. La Savignanese di mister Campedelli però regge bene l’urto e dimostra personalità e coraggio nel gioco, tant’è che a inizio ripresa trova il pari con una percussione devastante di Zabre che si fa tutto il campo palla al piede e trafigge Giaroli. Il portiere del Colorno deve poi capitolare anche dopo la mezz’ora quando Greco insacca da posizione favorevole una serie di batti e ribatti. La Savignanese resta in dieci (doppio giallo a Varrella) poco prima del recupero, ma il risultato non cambierà più. Terza sconfitta per il Colorno che resta staccattissimo dalla vetta.

E sì, perché il Borgo San Donnino si conferma inarrestabile e rifila ben quattro gol alla quotata Del Duca Grama. I fidentini dopo 26′ di gioco riescono a passare in vantaggio, grazie a Minasola che realizza direttamente su calcio di rigore. La squadra romagnola, sotto di un gol, all’intervallo, commette una grave incertezza difensiva al 50′ ed è ancora Minasola a firmare il raddoppio. Il team di mister Baratta spinge sulle ali dell’entusiasmo e allarga il punteggio con Franchi, prima, e Raggi, poi, chiudendo così la contesa. Nell’extra time l’attaccante della Del Duca Dumitru segna, su rigore, il gol della bandiera che fissa il punteggio sull’1-4. San Donnino a punteggio pieno con 15 punti in 5 partite giocate su 6 turni. La Serie D di questo passo diventerà da sogno una realtà.

Vittoria esterna anche per la Piccardo Traversetolo che sbanca il “Pincelli” di Formigine. Contro la squadra guidata da mister Ferraboschi, e tra le cui fila figurava anche il grande ex Judmir Hoxha, basta una rete arrivata nel corso della ripresa, dopo una prima frazione di gioco con qualche emozione da una parte e dall’altra. Nella ripresa le maggiori note di cronaca. Dopo 10′, da una rimessa laterale di Rocchi, Trombetta non impatta la sfera che giunge sul corpo di Dallari: l’arbitro non ha dubbi e indica che il tocco del difensore di casa è avvenuto con il braccio, concedendo il penalty agli ospiti tra le proteste generali. Della battuta s’incarica Serroukh (che non intende lasciare la sfera a Pezzi), ma il suo rasoterra viene intuito e respinto da Della Corte. Esattamente a metà ripresa, l’episodio decisivo: un errore di Bonacini favorisce Ridolfi che crossa in area piccola per Trombetta, il cui tiro viene parato da Della Corte che respinge anche il successivo tap-in di Bandaogo (entrato da 4′) che in terza battuta riesce a gonfiare la rete. Al 31′, poi, Iattici riceve un cross di Hoxha e di testa impegna Agazzi che miracolosamente respinge con l’aiuto di Rocchi. nonostante gli assalti finali del Real Formigine, la Piccardo vince ancora una volta lontano dal “Tesauri” e resta l’unica squadra sulla scia del Borgo San Donnino. Mercoledì gli uomini di mister Salmi saranno di nuovo in campo per il replay del match con la Del Duca.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma

Commenti Recenti

Altro in Eccellenza+ 2021