Connect with us

Eccellenza gir. A

Focus Eccellenza: fanno festa Colorno, Piccardo e Salso

Focus Eccellenza: fanno festa Colorno, Piccardo e Salso

Giornata trionfale per tre parmensi su cinque del girone A di Eccellenza. Prosegue il momento d’oro del Colorno che allunga a 9 la serie di partite utili strappando i tre punti da un campo caldo e ostico come quello del “Sabbadini” di Campagnola. I gialloverdi sono andati avanti dopo 12′ grazie a un gol da manuale del calcio, arrivato al termine di un’azione corale partita a sinistra da Spagnoli, proseguita poi centralmente da Carlucci e Galli e a destra da Lungu, il cui cross è stato insaccato perfettamente dal bomber Terragin (oggi in campo al posto di Delporto). La supremazia territoriale dei colornesi è stata legittimata anche nella seconda metà del primo tempo, quando prima Carlucci e poi Terragin hanno colpito una traversa ciascuno. Dopo 5′ della ripresa Galli, sugli sviluppi di un corner, ha trovato il raddoppio grazie a una deviazione sotto misura. I reggiani si sono fatti pericolosi con il nuovo entrato Bellei, che ha trovato il gol della bandiera, ma nel finale hanno rischiato di subire il terzo gol, con Traorè che per due volte ha sciupato buone chances. Il punto numero 19 conquistato nel nuovo anno solare consente al Colorno di prender quota e di poter credere in un secondo posto che ora è alla portata: l’Agazzanese (ko contro il Rolo) è stata messa nel mirino.

Bene anche la Piccardo Traversetolo che tra le mura amiche del “Tesauri” ha surclassato per 5-2 il malcapitato Cittadella Vis San Paolo. A passare in vantaggio, tuttavia, sono stati i modenesi grazie al solito Leonardi, in gol dopo 20′. Alla mezz’ora, però, grazie a una travolgente azione di Capitani, Bovi ha confezionato l’1-1 che ha chiuso il primo tempo in parità. Ad inizio ripresa, la Cittadella ha segnato ancora con Leonardi, che ha insaccato sulla riga di porta: rete convalidata dall’arbitro, nonostante la posizione dell’attaccante ospite fosse viziata da un evidente fuorigioco. I padroni di casa, però, hanno subìto rimesso le cose a posto e si sono scatenati nel giro di dieci minuti, tra 50′ e 60′: prima Dallaglio ha acciuffato il pari, grazie all’imbeccata di Bovi, poi Santurro ha concluso nel migliore dei modi un’azione personale e, infine, Fornaciari con un siluro da fuori ha mandato all’angolino il pallone del 4-2. Al 90′ momento di gloria anche per Mezgour, che ha fissato il punteggio sul 5-2. Secondo successo di fila per i gialloneri, che si mantengono a -1 dal Colorno e accorciano sull’Agazzanese (ora a -4).

Il digiuno di vittorie casalinghe che durava dal 9 settembre scorso finalmente è stato spezzato. Il Salsomaggiore torna a far sua l’intera posta in palio al “Francani” e sconfigge per 2-1 il Fiorano in un delicato match salvezza. I gialloblù hanno sbloccato il punteggio dopo soli 11′ grazie ad una autorete: buona parte del merito è da attribuire a Hoxha, che ha seminato il panico sulla sinistra e ha messo in mezzo un pallone che ha messo in crisi Saetti Baraldi e Barbati, insaccatosi alle spalle del portiere dopo la sfortunata deviazione di quest’ultimo. I modenesi allenati da Patrick Fava sono riusciti a pareggiare al 26′ quando, sul preciso traversone di Hajbi, Fanti ha svettato tra Morigoni e Compaore e trafitto il portiere Matarrese. Con un’azione quasi in fotocopia, tuttavia, la squadra di mister Bazzarini è riuscita a riportarsi avanti: la firma è stata messa dal giovane Berti che ha sfruttato l’assist dalla sinistra di Morza per battere Vlas con un’incornata che ha ricordato quelle dello zio Nicola.
Ora la situazione in fondo alla classifica è davvero movimentata: con questo successo i termali hanno raggiunto la Solierese a quota 21 e si sono portati a ridosso della quindicesima, il Campagnola, che precede a 25 punti. Fiorano in crisi nera: i biancorossi (dodicesimi a 29) non vincono dall’11 novembre e potrebbero essere messi nel mirino proprio da Pedretti e compagni.

Serve, invece, a poco il pareggio del Pallavicino, strappato nella fase conclusiva di gara al “Pincelli” di Formigine contro la pericolante Rosselli Mutina. I blues, andati sotto nel primo tempo (rete di Scarlata per i locali), sono riusciti a riprendere la partita e segnare grazie all’autorete di Marverti. Gli uomini di Nicolini ora tornano ad essere il fanalino di coda del girone A, ma non sono lontani dai playout.

Male il Felino che cade a Castelvetro e deve fare i conti con il terzo ko di fila. Trasferta amara per i rossoblù che perdono per 2 reti a 0, entrambe messe a segno dal bomber locale Solinas, tra 75′ e 90′. La cura Giordani, dopo un promettente inizio, sembra essere già svanita. Ma quel che preoccupa di più è la sterilità del reparto avanzato dei felinesi, a segno soltanto con 2 gol (per altro nella sola gara di Salso) nelle ultime 6 uscite. Il Felino rimane, comunque, in una posizione di classifica rassicurante, dall’alto dei suoi 36 punti, ma dovrà invertire la rotta nelle prossime uscite per archiviare la pratica salvezza.

 

(In copertina l’esultanza dei giocatori del Colorno nella partita di Felino del 16^ turno – ©Foto SportParma)

 

Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Eccellenza gir. A

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br>Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br><br> Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi