Entra in contatto:

Eccellenza gir. A

Focus Eccellenza: Fanti fa volare la Piccardo, Borgo beffato al 95′, Felino k.o.

Focus Eccellenza: Fanti fa volare la Piccardo, Borgo beffato al 95′, Felino k.o.

Sul sintetico di Langhirano la Piccardo Traversetolo, ancora orfana di Del Porto, supera in rimonta la Folgore Rubiera (2-1) e infila il sesto risultato utile consecutivo (4 vittorie e 2 pareggi). Un successo sofferto dopo un primo tempo combattuto, con il portiere Vlas miracoloso su un’incursione centrale di Pizzuto. Questi ultimi sono i protagonisti del rigore assegnato ad inizio ripresa ai reggiani: Vlas atterra Pizzuto in area, dal dischetto Malivojevic non sbaglia. È il gol che scatena la reazione veemente della Piccardo: prima colpisce una traversa con Caputo su punizione, poi alla mezz’ora trova il pareggio con Hoxha che ribatte in rete il rigore guadagnato da Pessagno e calciato sul palo dallo stesso attaccante. La squadra di mister Melli ci crede e continua ad attaccare costringendo la Foglore Rubiera nella propria metà campo e in pieno recupero arriva il gol del 2-1 con il subentrato Fanti che raccoglie un cross di Pessagno e trafigge il portiere sul secondo palo. La Piccardo vola al 4° posto in classifica, la Folgore affonda, per i reggiani è la sesta sconfitta consecutiva.

Un punto carico di amarezza e recriminazioni per il Borgo San Donnino che ha assaporato il gusto della vittoria fino al 95′ e 30″, quando Bernabei ha firmato il gol del definitivo 1-1, sfruttando una carambola in mischia sugli sviluppi di un corner. La sfida contro l’Arcetana del neo tecnico Vinceti si è giocata sul sintetico di San Michele di Sassuolo e ha visto il ritorno al gol dell’ex attaccante del Parma Guazzo. Un gol, il secondo stagionale dell’attaccante, che aveva illuso la squadra di mister Rastelli, la quale conferma comunque il buon rendimento lontano dalle mura amiche dove è rimasta imbattuta in 6 delle ultime 7 occasioni.
Il punto fa classifica, per carità, ma questa è stata un’occasione gettata al vento contro una diretta avversaria per la salvezza.

Tutt’altra sorte per il Felino di Osio che torna da Formigine (si è giocato sul sintetico di Soliera) con un passivo di 3-1. Partita chiusa e sigillata già alle fine dei primi 45 minuti, dove il Felino, nonostante la presenza in campo dei fratelli Martinez, ha commesso diversi errori difensivi che hanno consentito ai padroni di casa di segnare 3 reti in 17 minuti: doppietta di Fenino (18′ e 35′) e gol di Notari (35′). Il Real Formigine è sicuramente una delle sorprese di questo primo scorso di campionato, ma la squadra parmense ha avuto un approccio sbagliato alla partita, oltre ad un peso offensivo inconsistente; a poco è servito il gol della bandiera di Lancellotti all’84’. Il finale è 3-1, Felino risucchiato nella zona playout, sebbene dopo 13 giornate sia ancora prematuro parlare di classifica.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Eccellenza gir. A