Entra in contatto:

Eccellenza gir. A

ZOOM Eccellenza: Borgo, la marcia prosegue. Fidentina ancora rimontata e sconfitta

Foto: Renzo Bellini

ZOOM Eccellenza: Borgo, la marcia prosegue. Fidentina ancora rimontata e sconfitta

Delle quattro parmensi che avrebbero dovuto giocare la ventitreesima giornata di Eccellenza, quarta di ritorno, solo tre hanno disputato il loro match: vista l’impraticabilità del campo della squadra di casa per il maltempo la partita di cartello del turno Agazzanese-Piccardo Traversetolo è stata rinviata al primo febbraio. Nell’anticipo un Colorno cinico più che mai ha battuto una coraggiosa Arcetana, il Borgo prosegue inarrestabile la sua marcia in testa alla classifica (55 punti ma sempre marcato stretto dal Castelfranco a 52) mentre la Fidentina torna a casa con le pive nel sacco dopo essersi fatta rimontare per l’ennesima volta da una situazione di vantaggio.

Ad aprire la giornata in quel di Arceto la netta vittoria per 4-1 del Colorno contro un’Arcetana gagliarda ancorché decimata tra squalifiche e infortuni. Già nella partita di andata i gialloverdi si imposero nettamente per 3-0 (gol di Altinier e doppietta di Malivojevic, ieri invece uscito per un risentimento muscolare al termine dei primi quarantacinque): si conferma così la tradizione favorevole contro i biancoverdi (nelle ultime nove stagioni le due squadre si sono sfidate per otto volte, in sette occasioni la vittoria è andata ai parmensi mentre un incontro è terminato col segno X). A dispetto del risultato per larga parte del primo tempo i locali hanno mantenuto il pallino del gioco, difettando tuttavia di concretezza e qualità in zona di rifinitura e finalizzazione, tanto che alla prima ghiotta occasione è il Colorno a passare al 44’: Altinier con riflessi felini di testa da zero metri insacca da azione di corner dopo il rimbalzo del pallone sulla traversa. Al 50’ il meritato pareggio dei reggiani: Cavazzoli con un bel destro dal limite dell’area sulla corta respinta colornese dopo corner avversario. I padroni di casa pagano l’alta intensità mantenuta fino a qui, allorché è la qualità dei rivieraschi ora a prevalere: al 63’ ecco un rigore a vantaggio del Colorno per fallo di mano in area, Altinier trasforma (undici gol per il duca di Mantova con questa doppietta). Galafassi (titolare in luogo dell’ancora assente Arati) con una bella azione personale e Ghirardi col piattone su cross radente dell’intraprendente Zaccariello dalla fascia destra arrotondano il risultato sul 4-1. In una partita nervosa più di quanto possa far intendere il punteggio (sei ammoniti e due espulsi, Pacella tra i giocatori e il direttore gialloverde vicini dalla panchina) prevale dunque la squadra di La Rosa, trovando la seconda vittoria consecutiva, salendo a 41 punti e confermandosi nelle zone borghesi della classifica, Arcetana ancora impegnata nella lotta per la retrocessione.

Al “Ballotta” di Fidenza va in scena il match tra la capolista Borgo San Donnino e il Boretto annaspante nella parte bassa della classifica (23 punti). All’andata il trionfo dei borghigiani fu netta (4-1, a segno Delporto, Martinez, Rossi e Abelli) mentre oggi la sesta vittoria consecutiva biancoblu (dopo quelle con Nibbiano, Sasso Marconi, Castellana Fontana, Modenese e Piccardo) è arrivata di misura. Ciononostante la supremazia della squadra di Rastelli è stata netta. Confermato il tridente pesante col doppio “vero nove” (Ferretti e Delporto, oggi un po’ in affanno) supportato da Martinez sempre pronto a innescare gli avanti. Le intenzioni degli ospiti, anche se reduci da due vittorie di fila con Castellana Fontana e Rolo (entrambe in casa dove i reggiani guadagnano la maggior parte dei loro punti, 14 su 23 dei quali ivi conquistati) appaiono chiare fin da subito: visto che i 46 gol subiti li rendono la seconda peggior difesa del campionato (meglio solo dei 49 di Campagnola e Modenese) contro il miglior attacco (57 le segnature di Delpo & co.) mister Marco Iotti non può che optare per blocco difensivo basso e linee compatte a protezione della porta di Zovi affidando la fase offensiva soprattutto alle sgroppate di Ennamli, migliore dei suoi insieme al regista Ouahero. Il piano partita salta però presto: al 12’ sugli sviluppi successivi a un calcio d’angolo Martinez pennella dal lato corto sinistro dell’area per la testa di Bationo, oggi nei tre di centrocampo, che sancisce l’1-0 dei padroni di casa. Il resto del primo tempo è ancora appannaggio dei biancoblu, i quali a volte rischiano di scoprire il fianco ai contropiedi ospiti, seppure mai concretizzati. Almeno fino al 43’ quando un’azione tutta in verticale tra Ouahero e Calliku manda al cross Ennamli, spizzata di Fanti e 1-1 grazie all’undicesimo gol stagionale del bomber reggiano. Appena i locali alzano i ritmi sono però guai per gli avversari, tant’è che appena due minuti dopo Ferretti si inventa il gol del 2-1 con un gol da palati fini: respinta corta della difesa ospite su lancio dalle retrovie, controllo del bomber biancoblu che elude l’intervento del difensore con una “croqueta” e si prodiga in una staffilata supersonica dal limite che si spegne sul palo lontano. Entro la prima frazione ci sarebbe spazio anche per il 3-1 di Martinez (oggi poco concreto anche se come sempre generoso anche nei recuperi e nei continui movimenti a riempire la trequarti offensiva), sennonché il fantasista italo-argentino sbuccia inconsuetamente il pallone spedendo fuori. Nel secondo tempo si confermano i bassi ritmi del primo, il Borgo gestisce senza più affanni e senza affondare pur potendo segnare il terzo in più di un’occasione (notevoli le incursioni dei centrocampisti culminate nel palo di Rossi e con un Lorenzani davvero ottimo da subentrante oltre ad Abelli oggi regista a tutto campo e arrivato a concludere in più occasioni). Massimo risultato col minimo sforzo per i borghigiani, attesi alla prossima dal big match col Cittadella oggi assolutamente straripante nel derby con la Modenese (6-0 in favore dei primi).

Altro giro, altra beffa per la Fidentina in trasferta contro la Real Formigine. I ragazzi di Montanini – oggi senza il capocannoniere Pellegrini, squalificato e sostituito tra i titolari da El Hani – non sono nuovi a rimonte avversarie nelle battute finali, non ultima quella della scorsa giornata contro l’Agazzanese che vedeva i granata addirittura in vantaggio fino a pochi minuti dal termine. Infatti i gol subiti dal cinquantesimo minuto e oltre sono ben 25 sui 37 totali, viceversa per la Real Formigine i minuti finali sono in assoluto i più prolifici: Habib e soci hanno segnato 28 gol su 39 proprio negli ultimi minuti, a partire dal 60°. La partita odierna non fa eccezione, giacché sono proprio i fidentini a portarsi in vantaggio con Varani (al suo secondo gol dopo quello nel derby d’andata col Colorno). Come al solito, i granata si distinguono per lo spirito pugnace e la loro resilienza, rifiutando il pensiero di poter retrocedere, spirito che ha già concesso loro di infastidire squadre meglio piazzate in classifica, come si evince anche dal fatto che in due sole occasioni sono stati sconfitti con un passivo di due reti (Agazzanese alla terza, Vignolese alla decima e Sasso Marconi alla ventesima giornata) mentre le altre sono avvenute tutte di misura, per di più in due soltanto gli avversari hanno segnato tre gol (per altro in due rimonte in zona Cesarini: Campagnola alla seconda e proprio Agazzanese alla scorsa). Tuttavia anche oggi i minuti finali condannano la Fidentina alla sconfitta, il pareggio firmato Cremaschi arriva al 77’ mentre il vantaggio definitivo dei padroni di casa è all’83’ e ad opera dell’immarcescibile bandiera verdeblu Habib (13 gol). Sale ancora dunque la Real, confermandosi con 43 punti (+2 sul Colorno) quinta forza del campionato alle spalle di Agazzanese e Cittadella (stante entrambe abbiano disputato una partita in meno), sempre invischiata in zona playout la Fidentina, ferma a 21 punti, scivolando a meno 5 dalla salvezza ma pericolosamente vicina ai 18 dell’Anzolavino terz’ultimo e, al momento, direttamente retrocedente.

Il sipario della ventiquattresima si aprirà a Traversetolo con la Piccardo fresca e riposata che ospiterà il Rolo, domenica toccherà poi a tutte le altre: abbiamo detto della trepidante attesa per il big match ancora in casa del Borgo contro la Cittadella, questo significa che la Fidentina sarà costretta a rilanciarsi in chiave salvezza di nuovo in trasferta nello scontro diretto di enorme importanza proprio contro l’Anzolavino in un incontro da dentro o fuori, infine il Colorno tornerà tra le mura amiche per sfidare l’indigesta Real Formigine nell’ennesimo affascinante e nobile scontro diretto per le parmensi.

 

(In copertina, Ferretti e Rossi del Borgo San Donnino esultano dopo il gol del 2-1 al Boretto – Foto: Renzo Bellini)
Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Eccellenza gir. A

© RIPRODUZIONE RISERVATA