Entra in contatto:

Eccellenza gir. A

ZOOM Eccellenza: Borgo, un baby gol dà il primato. Anche Colorno e Piccardo di corto muso

Foto: Renzo Bellini

ZOOM Eccellenza: Borgo, un baby gol dà il primato. Anche Colorno e Piccardo di corto muso

Eccezion fatta per la Fidentina (uscita sconfitta anche quest’oggi dal match contro il Rolo), le parmensi di Eccellenza non avrebbero potuto augurarsi una domenica migliore di quella odierna, valevole per la sedicesima giornata.

Insidiata fino ad oggi solo dal Borgo San Donnino, con cui aveva condiviso la prima posizione nelle prime cinque giornate, dalla sesta in poi capolista solitaria era stata la Virtus Castelfranco, precipitata già da due turni nel vortice della sconfitta. Nel più classico dei testacoda i modenesi sfidavano il Boretto, ultimo in classifica e annichilito la scorsa giornata dal Colorno per 7-1.
La provvidenza, però, ha sempre in serbo sorprese succulente e oggi ha voluto che ancora Davide vincesse contro Golia: il Boretto, ora penultimo, ha sconfitto la Virtus Castelfranco per 3-2 in una partita ricca di episodi fino e oltre al 90’. Se aggiungiamo che, in contemporanea, lo scontro tra nobili Cittadella Vis Modena-Agazzanese, seconda e terza prima di oggi, si è concluso sul pareggio per 3-3, ecco che abbiamo l’intreccio perfetto.

Il Borgo San Donnino vince con l’Anzolavino ed è la nuova capolista della classifica dopo 11 giornate in cui la vetta è stata appannaggio della Virtus. Vero, i biancazzurri di Rastelli sono ancora a pari punti coi modenesi (37, ma è la differenza reti a premiare i borghigiani, anche se per un solo gol: +22 contro il +21 degli avversari) ma considerando che appena alla tredicesima giornata le due erano separate da ben 7 punti in classifica, con una Virtus apparentemente inarrestabile, allora la situazione odierna spalanca orizzonti insperabili. Venendo alla contesa odierna, giocata tra le mura amiche del “Ballotta” contro l’Anzolavino, si nota nell’undici di partenza qualche defezione per Rastelli (ancora out il lungodegente Soregaroli, Rossi e con in panchina l’acciaccato Delporto); questo non impedisce ai fidentini di dominare il primo tempo (palo e gol annullato per Storchi, vice Rossi), lasciando le briciole agli avversari ma senza trovare la via del gol, vista anche l’insolita imprecisione odierna sotto porta di un Martinez comunque trascinante. In apertura di ripresa il Borgo rischia la beffa, ma Monteverdi risponde come sempre presente quando chiamato in causa, salvando sulla linea il colpo di testa di Feze. In tutto l’incontro Rastelli effettua un solo cambio: entra il diciottenne Bernini per Bisagni, attaccante per difensore, e la scelta si rivela azzeccatissima perché al 53’ sull’appoggio di un indiavolato Storchi arriva proprio Bernini per il tap-in vincente, bagnando l’esordio in Eccellenza col gol. Da qui al 90’ continua il dominio biancazzurro (Martinez mette una punizione all’incrocio parata e prende il secondo palo di giornata per il Borgo all’80’), la partita arriva così sull’1-0 anche al 90’ consentendo di esplodere alla festa del Borgo.

Alla prossima giornata avversario della nuova prima della classe sarà il Colorno. Dopo la roboante vittoria della scorsa settimana i gialloverdi erano oggi ospiti dei piacentini della Castellana Fontana, impegnati nella lotta contro la retrocessione coi loro 12 punti. Consuete rotazioni per La Rosa, laddove rispetto allo scorso undici sono tre i giocatori diversi in formazione: Toma in difesa prende il posto di Rizzi, a questo turno Bandaogo si accomoda in panchina ed è sostituito proprio dallo stesso Rizzi, infine Altinier si riprende il suo posto al centro dell’attacco, lasciando fuori Ghirardi. Come sempre tuttavia tra i titolari c’è di sicuro Milos Malivojevic, numeri alla mano in assoluto uno dei migliori giocatori di Eccellenza in questa stagione, e neppure oggi tradisce: appena tre primi dopo il fischio d’inizio il fantasista rivierasco s’inventa il gol del vantaggio e aggiorna il conto, sono tredici i gol stagionali in campionato per Milos, attuale co-capocannoniere insieme a Minasola del Nibbiano. Terza vittoria di fila per il Colorno dopo quelle contro Nibbiano e Boretto, grazie alle quali raggiunge quota 29 punti issandosi in settima posizione, in più riuscendo oggi anche a mantenere finalmente inviolata la porta di Corradi. La buona striscia di risultati può essere una marcia in più e dare lo stimolo giusto in vista di un calendario non proprio benevolo che offre ai gialloverdi nelle prossime due giornate il derby in casa contro il Borgo di cui sopra e la trasferta contro la Cittadella Vis Modena, ultima partita del girone d’andata con il Rolo.

Prosegue inarrestabile la marcia della Piccardo Traversetolo, alla quinta vittoria consecutiva e settima nelle ultime nove (con due sconfitte). Anche in questo caso, come per Borgo e Colorno, si tratta di una vittoria di corto muso: 1-0 al “Tesauri” contro il Nibbiano&Valtidone, squadra tredicesima in classifica a un passo dalla zona playout — ma dai grandi valori e che meriterebbe posizioni più alte, come giustificato dalla presenza in rosa del capocannoniere del campionato e da una buona differenza reti, di solo -2. L’1-0 è anche il risultato più frequente nei match disputati dall’armata giallonera, essendosi verificato in ben cinque circostanze fino ad ora (tre a favore della Piccardo contro Nibbiano, Campagnola alla scorsa e Arcetana; due invece a sfavore: La Pieve Nonantola e Agazzanese). Il terreno di gioco non impeccabile inficia la qualità di gioco di un primo tempo non spettacolare già di per sé, dai ritmi blandi e pieno di errori da ambo i lati, dove nessuna delle squadre riesce a prendere il sopravvento fino almeno al 20’. Da qui in poi la squadra di casa comincia a crescere e trovare trame di gioco che sfociano in due buone occasioni, una per Notari, abile ad avviare l’azione e poi a concluderla, seppur con un nulla di fatto; la seconda per Laribi che scalda il piede con un tiro che centra solo l’esterno della rete. Proprio Laribi è reduce da quattro partite in cui ha trovato altrettanti gol, la scorsa col Campagnola addirittura centrando il gol decisivo dell’1-0 direttamente da corner. Incredibile ma vero anche a questo giro il mediano giallonero, ancora incaricandosi della battuta di un angolo al 23’ minuto, ancora alla destra del portiere avversario, ancora con un destro dalla traiettoria a rientrare, ancora segna un gol olimpico direttamente da corner portando in vantaggio i suoi con l’ennesima consecutiva prodezza, portando a cinque le marcature stagionali e tutte consecutive. Nel secondo tempo il copione cambia ed è il Nibbiano a farla da padrone guadagnando campo e costringendo Sanè per ben due volte all’intervento disperato su altrettante conclusioni ospiti, interventi a seguito dei quali si presenta per la Piccardo l’occasione del raddoppio non sfruttata da Nasic. D’ora in avanti comincia lo show di Aimi, portiere di casa, autore di tre interventi decisivi, l’ultimo assolutamente prodigioso, per mantenere la porta inviolata e consentendo così alla Piccardo si ottenere i tre punti e salire a 28 in ottava posizione, appena uno in meno del Colorno.

Come detto, l’unica parmense sconfitta di giornata è la Fidentina. Ormai per i granata sono tutti scontri fondamentali per andare a punti, vista la sempre più vicina zona retrocessione, e la vittoria manca ormai da 6 giornate (vittoria, alla nona, col Nibbiano,) nelle quali sono arrivati quattro pareggi e due sconfitte (seppur contro le prime due, Borgo e Virtus). Montanini finalmente recupera, anche se solo per la panchina, Pasaro, così come El Hani, che parte tra i titolari. Sulla panchina del Rolo, invece, la faccia nuova è soprattutto quella dell’allenatore: solo venerdì i reggiani hanno sostituito Frigieri col modenese Cristiani, artefice del “miracolo” Salso della scorsa stagione e anch’egli fresco di esonero da lunedì da parte dei termali, e ritornato precocemente ad allenare grazie alle nuove normative che non impongono più vincoli temporali sulle riassunzioni in panchina. Da “ex salsese” Cristiani ha ritrovato tra le fila granata anche Compiani e Pellegrini, come lui ex gialloblù, ora nella Fidentina. La cura del nuovo mister comincia già a dare i suoi frutti al Rolo: dopo lo svantaggio iniziale a firma proprio di El Hani, i suoi riescono a rimontare e poi a passare in vantaggio nel secondo tempo (doppietta di Maletti tra 68’ e 74’), strappando così vittoria e tre punti portandosi in una confortevole posizione di centro classifica (22 punti). Male invece la Fidentina che scende sempre di più, alle soglie della zona retrocessione, ormai distante un solo punto.

Quando mancano ormai tre sole giornate alla conclusione del girone di andata il calendario ci propone un nuovo derby parmense alla diciassettesima: Colorno-Borgo San Donnino, la Fidentina ormai alla disperata ricerca dei tre punti sfiderà al “Ballotta” il Castelvetro e infine la Piccardo affronterà in trasferta la Modenese reduce da due sconfitte consecutive.

 

(In copertina, l’esultanza di Bernini, man of the match in Borgo San Donnino-Anzolavino – Foto: Renzo Bellini)

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Eccellenza gir. A

© RIPRODUZIONE RISERVATA