Entra in contatto:

Eccellenza gir. A

ZOOM Eccellenza: il Colorno mette la quarta, la Fidentina non ingrana. Piccardo, ko inatteso

©Foto SportParma

ZOOM Eccellenza: il Colorno mette la quarta, la Fidentina non ingrana. Piccardo, ko inatteso

La diciassettesima giornata di Eccellenza ha emesso i suoi verdetti: nel derby tra Colorno e Borgo San Donnino, in quella che doveva essere la partita della consacrazione per i biancoblù, sono invece i gialloverdi di La Rosa a far la voce grossa vincendo con un 2-0 che non ammette repliche; la Modenese interrompe la striscia di cinque vittorie consecutive della Piccardo e la Fidentina non va oltre uno scialbo 0-0 in casa contro il Castelvetro.

A Colorno quest’oggi stadio pieno per la partita contro il Borgo San Donnino, oltre agli spalti anche il mercato è in fermento per entrambe le squadre: Vicini, DS del Colorno, ha sfoltito la rosa salutando ben nove giocatori e due nuovi acquisti erano già presenti nell’undici odierno, entrambi autori di un ottimo esordio (il giovane esterno De Luca e il portiere Narduzzo, ex della Reggiana che sfiorò la Serie B, di cui facevano parte anche l’attuale mister colornese e i compagni Bastrini e Altinier); dall’altra parte, si accomoda in panchina il neo-acquisto Andrea Ferretti, nonché ex pro con le maglie, tra le altre della sua lunga carriera, delle inglesi Scunthorpe e Cardiff, oltre che Cesena e Spezia. Il modulo iniziale è 4-3-3 per ambedue le compagini: ma, se nel Colorno l’unico assente è il terzino Crescenzi (sostituito sulla destra da Zaccariello), Rastelli invece deve fronteggiare diverse defezioni in difesa vedendosi costretto a schierare Bationo al centro insieme a Casarini, con Setti come terzino destro. Diversi gli ex in campo, quasi tutti in maglia biancoblù (Setti, Martinez e Delporto, oltre a mister Rastelli tutti passati da Colorno, tra le cui fila come ex c’era il solo Rizzi). Dal fischio d’inizio e per una ventina di minuti è un monologo gialloverde, con il Colorno che si produce in almeno un paio di clamorose occasioni, la prima al 7’ con Giovannini che con una conclusione al volo dopo un tiro deviato di Altinier manca lo specchio a porta ormai sguarnita, due minuti dopo è Altinier a mandare col destro di poco alto; altra clamorosa chance per Giovannini al 13’: per il primo quarto di gara la catena sinistra dei rivieraschi è uno spettacolo, tutto parte dalla sgroppata dell’indemoniato Rizzi, trova una doppia triangolazione prima con Giovannini e poi con Malivojevic per poi liberare nuovamente Giovannini che solo contro Monteverdi coglie in pieno una clamorosa traversa. Stante la mole di gioco e occasioni create il Colorno rischia la beffa al 23’ quando Som, uno dei più positivi quest’oggi tra i borghigiani, pennella uno spiovente dalla sinistra per il taglio di Martinez, il cui piatto al volo diretto all’angolino basso trova la strepitosa risposta di Narduzzo. La ripresa riparte su ritmi più bassi ma proprio nel momento in cui il Borgo sembrava aver guadagnato campo e ritmo l’infortunio di Som complica i piani a Rastelli, che al suo posto butta nella mischia il giovane Ferri, insieme al quale debutta anche Ferretti, il quale non sale per Delporto bensì per un evanescente Bernini. Al 17’ però è il Colorno a segnare: su una ripartenza per la squadra di casa la palla arriva nella trequarti sui piedi di Altinier, che si inventa un passaggio illuminante a scavalcare la difesa ospite per premiare l’inserimento di Malivojevic, il quale solo contro Monteverdi non può che segnare (quattordicesimo gol per il capocannoniere del campionato, più tardi ammonito e dunque squalificato per la prossima vista la diffida con cui entrava al match di oggi). Il Borgo, ad essere onesti oggi un po’ imbolsito, trova energia solo nelle giocate di Ferretti, entrato alla grande, che prima si vede il gol negato sulla linea da Marmiroli (sulla ribattuta si avventa il subentrato Caniparoli, che calcia a botta sicura ma trova lo strepitoso riflesso ancora di Narduzzo), poi cerca la rovesciata senza fortuna. Al 38’ c’è il gol che chiude il match: in costruzione sbaglia Casarini un passaggio orizzontale (sfortunato a dire il vero il centrale ospite, autore altrimenti di una buona gara insieme al compagno di reparto) su cui si avventa Altinier, il duca di Mantova arriva al limite e scarica un destro tutt’altro che irresistibile, Monteverdi manca la presa e lascia che il pallone s’infili alle sue spalle: 2-0 Colorno. Quarta vittoria consecutiva dunque per i rivieraschi che salgono così fino alla quinta posizione (32 punti), seconda sconfitta del campionato invece per i borghigiani che, complice la concomitante vittoria della Virtus Castelfranco col Rolo, perde la prima posizione e interrompe la striscia di nove risultati utili consecutivi.

La Piccardo Traversetolo cade in trasferta contro una Modenese già abbastanza rinnovata dal mercato (tra i nuovi acquisti anche il classe ’96 Francesco Silipo, attaccante ex Colorno). Prima sconfitta con la rosa davvero al completo per coach Bob Notari, il quale coi suoi ragazzi si trova a dover giocare al “Morselli” in condizioni proibitive, data la pioggia abbondante che ha inficiato la qualità del terreno di gioco. Stante il risultato la partita in realtà è stata combattuta per tutti i 90 minuti, talora resi ancor più vivaci proprio dal terreno fangoso. Parte forte la formazione ospite, che si presenta varie volte nei pressi della porta difesa da Paganelli ma l’occasione più nitida capita proprio sui piedi del nuovo acquisto Silipo: ottimo Sane a recuperare in scivolata sull’attaccante lanciato a rete. Il gol si materializza però alla mezz’ora: Alicchi pesca il jolly calciando dal limite dell’area trovando l’incrocio alle spalle di Aimi, ex di turno. Allo scadere del primo tempo altra grande occasione per la Piccardo: Truffelli si trova tutto solo davanti a Paganelli, l’indecisione lo porta a “inciampare” sul pallone cosicché non riesca a trovare né l’assist né il tiro. Nella ripresa, le condizioni del campo peggiorano e la partita assume definitivamente i connotati della battaglia. Raddoppia subito la Modenese con un altro gol da cineteca, questa volta per merito di Serroukh che da fuori area riesce a controllare la palla alta e in girata batte Aimi con un pallonetto imprendibile. Due minuti dopo, la Piccardo accorcia le distanze con la rete di testa di Zuccolini. Quando l’inerzia sembra spostarsi sulla sponda parmense, ecco che arriva la doppietta personale di Serroukh che, dopo una bella combinazione con Capasso, segna la rete del 3-1 finale. Nel finale la Modenese si difende bene e riesce a portare a casa tre punti fondamentali per morale e classifica. Dopo l’ottimo e lungo periodo ricco di prestazioni e risultati può essere giustificabile un fisiologico calo di tensione per l’armata giallonera, che già alla prossima giornata avrà l’occasione per rifarsi contro il Castellana Fontana.

Altra partita senza vittoria per la Fidentina, impegnata oggi in casa al “Ballotta” contro il Castelvetro (terza miglior difesa del campionato con sole 17 reti al passivo, evidentemente essere allenata da un ex difensore di serie A, Maurizio Domizzi, sta aiutando i modenesi da questo punto di vista). La nota positiva di giornata per il mister odierno Arrigoni, che oggi faceva le veci dell’assente Montanini, è il recupero del bomber Giuseppe Pasaro, oggi schierato col numero 10 aulle spalle finalmente tra i titolari dopo il lungo periodo di inattività forzata causa infortunio, a farne le spese, per un po’ di meritato riposo, è Pellegrini. Le due squadre non si sfidavano da ben sei anni, e anche allora finì in pareggio (2-2, sempre in Eccellenza stagione 2015-2016, con doppietta di Bedotti). La partita, condizionata verosimilmente anche dalle cattive condizioni del terreno di gioco, si è conclusa 0-0 portando così a otto ormai le partite senza vittoria per i granata, che col pareggio arrivano a 14 punti ex aequo col Boretto terz’ultimo e vincente oggi. La situazione di classifica si è fatta quindi definitivamente preoccupante per i fidentini, per i quali il rischio retrocessione comincia ormai ad assumere connotati sempre più reali.

Al prossimo giro, penultima partita del girone di andata, sarà nuovamente infrasettimanale giocandosi per il giorno dell’Immacolata (giovedì 8 dicembre): il Borgo sfida in casa il Nibbiano Valtidone, per il Colorno in forma smagliante ancora uno scontro al vertice a Modena contro la Cittadella, Piccardo contro il Castellana Fontana per rimettersi in corsa e Fidentina in trasferta contro l’Arcetana per aggiustare una classifica ormai scricchiolante.

(In copertina, un momento del match Colorno-Borgo San Donnino 2-0 – ©Foto: SportParma)

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Eccellenza gir. A

© RIPRODUZIONE RISERVATA