Entra in contatto:

Eccellenza gir. A

ZOOM Eccellenza: la Piccardo doma il Colorno. Brividi Borgo, brodino Fidentina

ZOOM Eccellenza: la Piccardo doma il Colorno. Brividi Borgo, brodino Fidentina

Nel pomeriggio odierno tutte e quattro le parmensi di Eccellenza sono scese in campo, con alterne fortune, per la dodicesima giornata di campionato, che andiamo a raccontare nel nostro zoom.

Il derby parmense ha fatto eletto un santo “la Piccardo Traversetolo) e contestualmente fatto un morto (il Colorno); gioia, ma col brivido, per il Borgo San Donnino che si aggiudica un match al cardiopalma, mentre in cugini della Fidentina devono accontentarsi del classico “brodino” curativo per uscire dalla convalescenza.

Apriamo le nostre cronache infrasettimanali partendo dal derby del “Tesauri” delle ore 14.30 fra Piccardo Traversetolo e Colorno: due squadre con tanti problemi e attardate dalla vetta della graduatoria, obiettivo dichiarato di inizio stagione per entrambe. Notari, tecnico di casa, fa con i pochi che ha a disposizione: tanti squalificati e infortunati, in più Zuccolini e Truffelli sono in panchina solo a onor di firma e al loro posto giocano Galeotti (in coppia con il rientrante Dodi), al centro della difesa, e il giovane Boselli in avanti; il Colorno di La Rosa, invece, è un po’ di verso dal solito e fra le novità si registrano le titolarità del portiere Bukova, del giovane Galafassi e del centravanti Ghirardi. La partita è vivace fin da subito: dopo 6 minuti è il Colorno a rendersi pericoloso con una conclusione da fuori di Malivojevic che costringe Broccoli ad una parata prodigiosa sotto la traversa. Al 10′ di gioco, tuttavia, ed è l’armata giallonera ad andare in vantaggio: recupero del possesso in pressing di Mangiarotti sulla trequarti e rasoterra preciso da dentro l’area che non lascia scampo al numero uno gialloverde. Il Colorno subisce il colpo e poco dopo Mangiarotti avrebbe il match point per la doppietta personale su assisti di Laribi: tiro sul fondo del 10 traversetolese, che nella circostanza si procura pure una lesione muscolare che lo costringe ad abbandonare anzitempo la contesa. Il Colorno si riorganizza e comincia a macinare gioco e, al 41′, ha l’occasione per il pareggio: Lo Russo rinvia un cross sui piedi di Ghirardi che al volo centra il palo alla destra di Broccoli. L’undici di La Rosa sembra poter tornare dentro il match ma al 45′ del primo tempo Diaw colpisce con una gomitata Nasic e viene espulso. L’episodio cambierà l’infieriva del secondo tempo, tutto appannaggio del team di Notari padre. In avvio di ripresa, subito Boselli calcia di poco sul fondo; poi, al 9′, si materializza il 2-0 grazie a Notari figlio che riceve a centro area e serve l’accorrente Laribi che piazza il diagonale giusto. Il terzo gol dei padroni di casa arriva al 32′: azione portata avanti da Quenda, palla arriva a Boselli che costringe Bukova alla respinta, ribadita in gol da Fabio Notari. Il Colorno per orgoglio trova a 7′ dal 90′ il gol della bandiera con Malivojevic che in area di rigore dribbla mezza difesa avversaria, compreso Borccoli, e deposita in fondo al sacco. L’1-3 è un mazzata per i gialloverdi di La Rosa (alla prima sconfitta della sua gestione): in attesa che giochi il Castelfranco il -11 dalla vetta resta invariato. La squadra di Traversetolo torna a sorridere e accorcia a -4 il gap dai cugini rivieraschi.

Alle ore 14.30 giocava anche la Fidentina ospitata sul campo della Modenese penultima della classe  ancora senza punti al “Morselli” alla vigilia. Il finale è un consolatorio 1-1, che spartirà la posta in palio a due squadre che restano più malate che convalescenti. La prima e unica occasione del primo tempo è per i gialloblù, al 10’ la palla si stampa sul palo. Non succede più nulla fino all’avvio di ripresa quando al 55′ i granata si portano in vantaggio: errore difensivo della retroguardia di casa, Bruschi ne approfitta e tutto solo davanti alla porta concludere alle spalle di Della Corte. Il pareggio della Modenese arriva quasi istantaneo: è il 63′ e Capasso è abile a sfruttare una deviazione su un tiro in porta e a insaccare di testa alle spalle di Ghiretti. Il punticino fa salire la Fidentina a quota 11 e rappresenta anche il secondo pareggio esterno per i ragazzi di Montanini, ancora in piena bagarre playout.

Il confronto tra Borgo San Donnino e Vignolese, iniziato alle ore 15, si conclude con un pirotecnico 4-3 in favore della compagine allenata da mister Rastelli, che resta così sulla scia del primo posto. Ma per mettere in banca il 27° punto stagionale i fidentini hanno dovuto faticare e soffrire non poco. Nelle fasi iniziali l’occasione più nitida se la procura la Vignolese che al 10’ colpisce una traversa con un pallonetto di Benatti su invito di Pescatore. Poi al 12’ la formazione ospite sblocca il risultato con un tocco morbido di Girotti che beffa Monteverdi in uscita. Subito lo 0-1, allora il team di Rastelli comincia a premere sull’acceleratore: e, dopo una chance sciupata da Rossi al quarto d’ora e una palla gol non concretizzata da Alfieri al 25’, su invito di Delporto, il gol dell’1-1 s materializza al 26’: corner a rientrare di Martinez, Rossi stacca indisturbato sul secondo palo e di testa infila la sfera alle spalle di Cavazzoli. Il pomeriggio dell’estremo difensore della Vignolese è quello degli straordinari: al 28’ Delporto, nello stretto, calcia di sinistro e lo costringe all’intervento, poi al 31’ è Alfieri a chiamarlo in causa con un tiro di destro da fuori area. L’assedio porta al gol del 2-1 al 33’: Martinez lascia partire una bordata da posizione defilata su cui Cavazzoli non può nulla. Arriva anche i tris cinque giri d’orologio più tardi: testa di Alfieri che beffa il portiere modenese in uscita e a porta vuota infila la marcatura del 3-1. In avvio di secondo tempo, il Borgo crea una quantità industriale di palle gol ma la difesa della Vignolese riesce sempre a trovare il modo di respingere le sortite offensive di Delporto e compagni, finché all’81’ finalmente viene siglato il quarto centro del pomeriggio con il tap-in di Marzoli. Nelle fasi finali, un calo evidente e imprevisto del San Donnino permette alla Vignolese di rientrare incredibilmente in partita: all’84’ realizza Girotti, mentre all’88’ è una sfortunata autorete di Forlini a regalare il tris ai modenesi. Sul 4-3, il Borgo colpisce un palo all’89’ con un diagonale di Storchi e, poi, soffre tremendamente nei minuti di recupero con la Vignolese che per ben due volte accarezza il 4-4 su palla inattiva.

La maratona dell’Eccellenza proseguirà domenica quando sarà la stracittadina Fidentina-Borgo San Donnino a catturare tutte le attenzioni della provincia; la Piccardo Traversetolo andrà in trasferta sul campo dell’Arcetana in un match agevole ma comunque non privo d’insidie, mentre al Colorno non saranno ammesse altre possibilità all’infuori di vincere (e convincere) contro la Modenese.

 

(In copertina, la foto di squadra della Piccardo Traversetolo per la stagione ’22/’23)

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Eccellenza gir. A

© RIPRODUZIONE RISERVATA