Entra in contatto:

Calcio Dilettanti

Elezioni CRER: Braiati insegue il suo terzo mandato

Elezioni CRER: Braiati insegue il suo terzo mandato

Mancano sempre meno giorni alle prossime elezioni per la presidenza del Comitato Regionale dell’Emilia Romagna, che si svolgeranno il 9 gennaio. Sulla strada dell’outsider Simone Alberici, 40enne dirigente parmigiano di cui vi avevamo parlato nei giorni scorsi, esponendone il programma elettorale (clicca qui), ci sarà l’attuale presidente in carica della federazione emiliano-romagnola: il ferrarese Paolo Braiati, che insegue il suo terzo mandato consecutivo.

I punti programmatici di Braiati (che, per esteso, si possono leggere cliccando qui) sono riassumibili nello slogan «Fatti, non parole» e nei numerosi obiettivi che si riportano in sintesi di seguito.

– Totale opposizione all’abolizione del vincolo sportivo e alla estensione delle norme lavoristiche, previdenziali e assicurative, con norme contributive e fiscali, ai lavoratori sportivi del settore dilettantistico.
– Rapporto con le Società: nel nuovo mandato saranno intensificati gli incontri con le Società, al fine di conoscere sempre le loro esigenze, ribadendo così la centralità dei Club nel calcio dilettantistico regionale.
– Terza Categoria. A questi Club si rivolgono il provvedimento che stabilisce la gratuità dei diritti di iscrizione a favore delle nuove affiliate e l’abolizione dell’obbligo dell’allenatore abilitato.
– Calcio Femminile. Realizzazione di un Centro Federale Femminile, progetto che è già da tempo al vaglio della Lega Dilettanti, e individuazione di una figura femminile che opererà in collaborazione con il Responsabile Regionale.
– Valorizzazione maggiore del Calcio a 5.
– Organizzazione di una lunga stagione di formazione.
– Organizzazione di una serie di Corsi per Allenatori, il cui accesso sia “a chiamata”. Così, per un certo periodo, le persone che vorranno partecipare ai Corsi saranno designate dalle Società secondo le loro esigenze e necessità.

Nella foto, Paolo Braiati, attuale presidente del CRER, candidato alle elezioni per il mandato del quadriennio 2021-2024

– Aspetto finanziario. Più volte il CRER ha dichiarato che fino alla ripresa dell’attività non intende chiedere il pagamento delle rate delle iscrizioni e in ciò è stato supportato dal Presidente della LND, Cosimo Sibilia. Si deve però comprendere che le quote di iscrizione finanziano il funzionamento dell’attività e di tutto l’apparato e che non ci sono altre entrate di rilievo. Sicuramente, per quanto riguarda il CRER, si sconterà quello che si è risparmiato in questo periodo di inattività, come è stato fatto per la stagione precedente (circa 220.000 euro), ma i costi fissi devono essere assolutamente coperti. Naturalmente si auspica un intervento finanziario significativo a favore delle Società da parte delle autorità governative e sportive.
– Nomina di un consulente ad hoc per le Società con il compito di individuare bandi e concorsi o altri strumenti agevolativi che possano portare sovvenzioni ai Club.
– Nomina di un medico sportivo che possa essere un riferimento certo.
– Nomina di un responsabile marketing che incrementi le sponsorizzazioni per il CRER.
– Informatizzazione ed esport. Obiettivo snellire i procedimenti burocratici. Contestuale diffusione degli esport, gli sport elettronici, che fungeranno da ulteriore momento di aggregazione tra i ragazzi.

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Calcio Dilettanti