Entra in contatto:

Prima Categoria gir. B

Giustizia sportiva: ripristinati i 4 punti tolti al Basilicastello

©Foto: SportParma

Giustizia sportiva: ripristinati i 4 punti tolti al Basilicastello

La giustizia sportiva riabilita il Basilicastello e restituisce al club rossoblù i punti tolti lo scorso 16 novembre (clicca qui).

Attraverso il CU n°52, uscito in data odierna (clicca qui), la Corte Sportiva d’Appello Territoriale presso il CRER ha infatti accolto i due ricorsi presentati dalla società rossoblù, ripristinando i risultati conseguiti sul campo nei match contro Terre Alte Berceto (2-2) e Casalese (1-0). «La società Basilicastello — fa sapere il club del comune di Montechiarugolo tramite una nota — si dichiara soddisfatta degli esiti dei ricorsi, l’unico nostro intento era che emergesse la verità e che i risultati ottenuti meritatamente sul campo venissero confermati, convinti fin da subito di non aver commesso alcuna irregolarità. Siamo felici di poter tornare a pensare solo al calcio giocato e ci teniamo a ribadire la massima fiducia negli organi federali oltre a riconoscere la grandissima umiltà dell’arbitro il quale ha avuto il coraggio e l’onestà di ammettere il proprio errore».

Per quanto concerne il match di Berceto per il quale il team di Basilicanova aveva addotto due differenti argomentazioni — l’inammissibilità del ricorso proposto dalla società Terre Alte per genericità, oltre alla sussistenza di un errore materiale nel referto arbitrale consistito nell’attribuzione, alla stessa Basilicastello, della sostituzione di un calciatore che in realtà sarebbe stata effettuata dalla compagine avversaria — «la Corte considera priva di sostanziale consistenza e pertanto rigetta l’eccezione pregiudiziale sollevata dalla reclamante relativamente all’affermata genericità del ricorso originariamente presentato dalla società Terre Alte Berceto per eccepire l’irregolarità della gara in ragione di un numero di sostituzioni effettuate dal Basilicastello ritenuto superiore a quello consentito dal vigente regolamento. Per quanto concerne invece il merito del proposto reclamo, la Corte ha sentito l’arbitro della gara, il quale ha ammesso di fronte al Collegio di aver fatto confusione nell’annotare sul proprio referto di gara le sostituzioni effettuate dal Basilicastello e conferma che entrambe le contendenti ne hanno disposte cinque ciascuna». Il bandolo della matassa, dunque, è stato districato dall’arbitro stesso, il sig. Fortunato di Parma, che ha ammesso il refuso nella trascrizione sul proprio taccuino. Dal comunicato si apprende, inoltre che la società reclamante, avendo manifestato la volontà di presenziare al dibattimento, è stata presente alla riunione (di lunedì), rappresentata da un proprio dirigente delegato, mentre la società Terre Alte Berceto, quale società cointeressata al reclamo, non ha invece partecipato senza depositare memorie difensive.

È stato inoltre accolto il reclamo proposto dal Basilicastello sulla successiva gara contro la Casalese, il cui risultato del campo era stato convertito in una sconfitta per una non corretta attribuzione di un’ammonizione a un giocatore (Lorenzo Ortalli) che, apparentemente, era stato scambiato per il guardalinee (Matteo Pedrona): «la Corte ravvisa che in effetti l’arbitro ha erroneamente riportato nel proprio rapporto la distinta di gara compilata dalla Basilicastello indicando fra i giocatori titolari Marco Pedrona e non Lorenzo Ortalli. Accertato che il Sig. Marco Pedrona risulta essere effettivamente tesserato come dirigente e che nella circostanza svolgeva il ruolo di dirigente addetto all’arbitro, che del pari Lorenzo Ortalli, quale calciatore effettivamente destinatario del provvedimento di ammonizione, era in posizione regolare in quanto al tesseramento, la Corte non ravvisa la sussistenza di circostanze che possano aver influito sulla regolarità della gara per cui ritiene che il reclamo in parola meriti accoglimento».

Giustizia, dunque, è fatta e la classifica del campionato di Prima Categoria è salva. Il Basilica ri-ottiene i suoi 4 punti conquistati sul campo, e che erano stati momentaneamente tolti: gli uomini di Delmonte, così, in un colpo solo, abbandonano la zona playout e si affacciano con gli attuali 18 a due lunghezze di distanza dall’ultimo posto per i playoff, occupato proprio dalla Casalese, che si ritrova così i 20 punti che, effettivamente aveva totalizzato. Due punti in meno per il Berceto, che da 17 scende a 15.

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Prima Categoria gir. B

© RIPRODUZIONE RISERVATA