Connect with us

Prima Categoria gir. B

Il Cervo, Ferrari: «La Promozione? Sarebbe un premio per la squadra»

Il Cervo, Ferrari: «La Promozione? Sarebbe un premio per la squadra»

In bilico tra Prima Categoria e Promozione e in attesa delle decisioni che passeranno attraverso il Consiglio Federale e il Consiglio di Lega previsti per inizio settimana prossima. È così che Il Cervo Collecchio, secondo classificato nel girone B di Prima Categoria al momento dello stop per la pandemia, sta trascorrendo questi giorni di transizione. Ce ne ha parlato l’allenatore dei neroverdi Andrea Ferrari durante la diciassettesima puntata del DDAY (clicca qui): «Noi abbiamo fatto un grandissimo campionato e di questo devo ringraziare gruppo giocatori, staff e società. Siamo partiti bene sia in Coppa sia in campionato, dove siamo sempre stati tra le prime della classifica. La nostra volontà era quella di finire il campionato e prepararci al meglio per lo scontro diretto del 5 aprile che avremmo giocato in casa col Boretto primo in classifica. Poi, lo stop definitivo ci ha disorientato. Ora abbiamo due scenari di fronte, entrambi alla società andrebbero bene: in prima Categoria avremmo già la squadra per raggiungere le nostre aspettative; mentre, la Promozione sarebbe un motivo di vanto e un premio per quello che Il Cervo ha fatto vedere in questo campionato».

A Collecchio si respira una grande voglia di calcio giocato che va di pari passo con la consapevolezza del momento, come conferma lo stesso Ferrari quando parla di «convergenza convinta, e non subita». Alla ripresa, però, lo scenario non sarà normale e occorrerà prestare attenzione a minimi dettagli: «Per ripartire in sicurezza sarà necessario monitorare in tempo reale la situazione. Occorreranno protocolli da rispettare in allenamento e nelle partite. Ma anche gentlemen agreement tra società di casa e in trasferta. Mi immagino anche delle sanzioni: una cosa sarebbe un errore per dimenticanza, un’altra cosa sarebbe per imperizia. Ci vorrà consapevolezza e responsabilità».
Precisa la posizione dell’allenatore collecchiese sulla tematica della richiesta delle iscrizioni gratuite: «Va tenuto conto che dietro c’è una macchina, la Federazione, che va avanti grazie a degli introiti che consentono a tutte le società di fare i campionati e di giocare. Ci sono costi che non sono eludibili: un’iscrizione a zero diventa difficile da poter sostenere».

 

(Nella foto, Andrea Ferrari tecnico della prima squadra de Il Cervo Collecchio per la stagione 2019/2020)

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement
Advertisement

Altro in Prima Categoria gir. B

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br>Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br><br> Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi