Connect with us

Calcio Dilettanti

Promozione: derby spartiacque per Piccardo e Traversetolo, Il Cervo per i tre punti col Boretto

Promozione: derby spartiacque per Piccardo e Traversetolo, Il Cervo per i tre punti col Boretto

Appena 180 minuti alla conclusione del campionato 2015/2016 di Promozione: pochi ancora i verdetti da decretare nel girone A, che ha visto ampiamente trionfare il Bibbiano San Polo. Da capire quali e quante squadre andranno ai play off assieme al Nibbiano: Gotico, Montecchio, Piccardo e Agazzanese si contendo gli altri posti utili. In coda già retrocesse Boretto, Soragna e Medesanese, resta solo da stabilire chi tra Traversetolo e il Cervo disputerà lo spareggio per non retrocedere tra le mura amiche.

La trentatreesima e penultima giornata si è aperta nella serata di ieri con l’insolito anticipo del venerdì che ha visto protagoniste Monticelli Terme (43) e Castellana (43), sfidatesi al “Raffaele Riva”. Il match è terminato sul punteggio di 2-2, dopo che i locali allenati da Pattacini – che ha schierato un undici titolare con diversi giovani della formazione Juniores – si erano portati sul doppio vantaggio grazie alle reti dei senatori Mauro Graziano e Agostino Rabitti; nella ripresa, i gol dei piacentini Zanaboni e Oppedisano hanno ristabilito l’equilibrio. Le due squadre si sono spartite la posta in palio, non rinunciando comunque a dar vita ad una gara piacevole, e viaggiano tuttora appaiate anche in classifica, dove condividono il nono posto. In attesa della gare di domenica delle altre squadre.

Nel menù domenicale spicca per importanza (e non solo perché si tratta di un derby) la sfida del “Noce” che sarà il teatro dello scontro tra Piccardo&Savoré (60) e Traversetolo (29). Due compagini parmensi che si sfidano per opposti obiettivi: gli uomini di Pioli, attualmente quinti, hanno bisogno di punti per entrare nella griglia play off (o per migliorare il proprio status quo), la squadra allenata da Ferrarini, invischiata nel discorso play out, deve mantenere al sicuro il quattordicesimo posto che garantirebbe una posizione di partenza favorevole nell’annunciato spareggio con Il Cervo della post season. I gialloneri ritrovano Santurro, che tornerà ad occupare il suo posto al centro della difesa; i gialloblù, invece, possono contare di nuovo sull’esterno Gandrabur, dopo il turno di stop, ma contestualmente perdono lo squalificato Filippo Curti. Ferrarini si affiderà a centrocampo, ancora una volta, all’uomo della provvidenza, l’eterno Michele Brembilla, capocannoniere del team con 13 reti, e in attacco troverà spazio l’ex Cittadella Fofo Wisdom.
Sfida decisiva per le sorti di entrambi i club, il cui destino – a detta di alcune voci di corridoio – potrebbe incrociarsi in estate per una possibile fusione, qualora la società del presidente Grisendi dovesse decidere di non iscriversi, dopo quattro stagioni consecutive, alla prossima Promozione.

Contemporaneamente Il Cervo (26), che non vince da addirittura nove giornate, proverà a rompere il lungo digiuno nell’incontro casalingo che vedrà opporre i collecchiesi al fanalino di coda Boretto (13). I reggiani vogliono chiudere in modo dignitoso una stagione decisamente sottotono e magari scavalcare il Soragna in penultima posizione come premio di consolazione; all’andata fu proprio il Boretto a giocare inaspettatamente un brutto tiro alla formazione di mister Balboni, che si arrese sul risultato di 2-1. Certi ormai di dover passare per il play out per potersi salvare, in questa giornata i neroverdi, orfani dell’infortunato Amoroso (per lui rottura di tibia e perone e stagione, ovviamente, terminata), avranno non solo l’obbligo di riscattarsi, ma anche quello di agganciare in classifica i cugini del Traversetolo per arrivare così all’ultima giornata a giocarsi la miglior posizione in classifica.

Proseguendo nella nostra rassegna, segnaliamo il testacoda tra Bibbiano San Polo (77) e Soragna (14). Difficile, quasi impossibile, per la formazione allenata da Bigliardi, superare la prima in classifica, per altro in trasferta, dove capitan Sorianini e soci hanno raccolto il misero bottino di 5 punti (frutto di un successo e due pari) in sedici occasioni. I neroverdi, inoltre, non conoscono la vittoria da ben tredici giornate. Scelte contate in attacco: in luogo degli assenti Guarini (infortunato di lungo corso) e Alessandro Testa (squalificato per due turni: stagione finita per lui) dovrebbe trovare spazio dal primo minuto il classe ’95 Torrembini. Niente match nemmeno per il portiere titolare Gallicani, anch’egli fermato dal giudice sportivo (per una giornata): giocherà Shelna. Rientra invece il giovane centrocampista Dario Spocci.

Ultima trasferta per la già retrocessa Medesanese (20) che andrà a far visita in quel di Castel San Giovanni ad un Fontana Audax (39) ampiamente salvo. Biancoblù reduci dal successo, nel derby tra retrocesse, con il Soragna che ha regalato a Caiulo i tre punti dopo sei partite senza ottenere alcuna vittoria; i piacentini, invece, sono stati la sorpresa dello scorso weekend: i gialloverdi infatti ha sbancato il “Padovani” di Carignano battendo la più quotata formazione di casa con il punteggio di 4-3.

E proprio a proposito di Carignano (52), la formazione allenata da Alessandro Piscina andrà a far vista alla seconda in classifica, il Nibbiano (67), bisognosa dei tre punti per mettere al riparo il proprio piazzamento. I giallorossi, dopo una bella serie di tre successi di fila, si sono interrotti con la sopracitata sconfitta dell’ultimo weekend. Il Carignano, settimo e fuori dai giochi per i play off, nonostante un finale di stagione senza più obiettivi, ha comunque dimostrato di non regalare niente a nessuno (vedere per credere le vittorie su Piccardo e Bibbiano). Unico assente tra i parmensi il classe ’97 Cortellazzi, squalificato.

Potremmo fare lo stesso discorso anche per le restanti due parmensi del girone, anch’esse impegnate dinnanzi a squadre in lotta per i play off.
Il San Secondo Parmense (44) vorrà chiudere dinnanzi al proprio pubblico nel migliore dei modi una stagione da ricordare a lungo. I bianconeri ci tengono ad aggiungere un risultato positivo allo score dei match casalinghi: al “Luigi Del Grosso”, infatti, in questa annata, hanno ottenuto ben sette vittorie e quattro pareggi, per un totale di 25 punti. Di fronte ci sarà un’affamata Agazzanese (59), che si giocherà le ultime carte per entrare nel lotto degli spareggi: la squadra di Melotti non solo dovrà vincere le ultime due di campionato, ma dovrà anche sperare nelle disgrazie altrui. Tornando ai padroni di casa, mister Barbarini dovrà fare a meno dei lungodegenti Fornasari e De Angelis, che oramai hanno chiuso in anticipo il loro campionato.

Anche la Langhiranese (41), infine, disputerà il suo ultimo match casalingo di questa stagione. Al “Pertini” si presenterà un Gotico Garibaldina (65) che deve conservare il terzo posto in classifica, ma che spera di agganciare sul secondo gradino del podio i “cugini” del Nibbiano. Piacentini reduci da quattro vittorie in cinque gare, dui l’ultima contro la capolista.
I grigiorossi padroni di casa, invece, hanno ben poco da chiedere a questa stagione che ha visto la truppa allenata da Enore Paoletti conquistare la salvezza con anticipo; quelli della Benemerita si auspicherebbero di potersi togliere una qualche soddisfazione in queste restanti due partite. Assente forzato il bomber Andrea Guida, ancora squalificato, al pari del compagno Mazzoni. Possibile trampolino per alcuni giovani del settore: Gruzza, promettente classe ’99, potrebbe avere un’altra chance (e forse dal primo minuto) dopo l’esordio di domenica scorsa contro la Castelnovese-Meletolese.

Fischio d’inizio su tutti i campi alle ore 15.30.

(Nella foto un momento del match del 13 marzo tra Castelnovese-Meletolese e Soragna: finì 5-0 per la squadra reggiana di Liperoti. Foto dalla pagina Facebook della Castelnovese-Meletolese)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Dilettanti

© RIPRODUZIONE RISERVATA