Connect with us

Calcio Dilettanti

Promozione: torna il derby Basilica 2000-Monticelli, turno ostico per Il Cervo e Marzolara

Promozione: torna il derby Basilica 2000-Monticelli, turno ostico per Il Cervo e Marzolara

Sempre aperto a nuovi scenari il campionato di Promozione (girone A), giunto alla sedicesima giornata d’andata che si disputerà domani a partire dalle ore 14.30. E come di consueto approfondiamo la situazione delle tredici squadre del nostro territorio impegnate in questo raggruppamento con un ampio focus d’anteprima.

A due stagioni di distanza dall’ultima volta, torna il derby tra Basilica 2000 (9) e Terme Monticelli (29), una sfida campanilistica e molto sentita per entrambe le società. Nella storia questo derby non ha avuto molte occasioni per essere disputato, anzi: gli unici precedenti risalgono alla stagione 2013/2014, quando alla 10^ d’andata le due squadre impattarono sul 2-2 al “Furlotti”, mentre al ritorno (era il 16 marzo 2014) ad avere la meglio furono i termali che si imposero per 2-1 tra le mura amiche del “Riva”. Si sfidano due realtà di paesi limitrofi, distanziate però da 20 punti di scarto in classifica e da filosofie di calcio molto differenti: da un lato l’esperienza e il blasone di un club, che nella sua storia ha raggiunto anche l’Eccellenza, quale il Monticelli, dall’altro la gioventù e la freschezza del Basilica 2000, la squadra con più “under” del campionato. Nella gara del “Furlotti” i rossoblù padroni di casa – a caccia di un risultato prestigioso che consenta di abbandonare la zona rossa e inserirsi nel lotto play out – saranno privi degli indisponibili Imperiale e Vezzani. Pochi cambiamenti per coach Gussoni che dovrebbe affidarsi al “solito” undici di partenza. L’unica incertezza è data dalle condizioni di Borchini, vittima di un risentimento muscolare nella scorsa domenica, anche se il difensore centrale dovrebbe partire dall’inizio; qualora non dovesse farcela, Paini arretrerebbe nel ruolo di terzino con Gandrabur sposta a formare la coppia centrale con il rientrante Malpeli. A centrocampo il centrale Gennari si candida per avere una chance dal primo minuto. Per chiudere, piccola news di mercato: il club del presidente Renzo Ferrari ha ceduto Fontana e il centrocampista classe ’96 Fontanesi (passato al Real Val Baganza in Prima Categoria), mentre da Basilicanova giungono voci sull’immediata chiusura di una trattativa con un giovane di prospettiva.

In programma c’è anche un altro confronto diretto che avrà grande importanza per le sorti della parte bassa della classifica. Al “Pertini” sarà partita vera tra Langhiranese (16) e San Secondo Parmense (14), due team allestiti in estate per navigare in ben altre acque tranquille, ma che al contrario si ritrovano a fare i conti con un avvio di campionato che ha fatto naufragare le iniziali aspettative. Entrambe le compagini navigano a vista, sui bassifondi della classifica, la quale esprime un pesante verdetto: ad oggi, Langhiranese e San Secondo sarebbero ai play out. Ma ovviamente la stagione è lunga e il tempo per invertire la rotta non manca. Già a partire da questo mercato di riparazione, che ad esempio è già stato sfruttato dai bianconeri, che si sono mossi acquistando Adejumobi dalla Fidentina e cedendo Moschini al Fidenza e Cocchi al Fraore. Per l’équipe della Val Parma il momento è buio: i grigiorossi vorranno arginare la serie di cinque ko consecutivi, l’ultimo dei quali contro Il Cervo la scorsa domenica. Dopo un doveroso confronto settimanale per cercare di capire le cause della crisi, mister Paoletti ripartirà da due note positive, che sono rappresentate dai rientri a centrocampo di Truffelli (che ha scontato la squalifica) e di Koné, che ha recuperato dopo un leggero trauma cranico. La formazione della bassa parmense, al gran completo, è reduce dalla sconfitta di misura contro il Pallavicino, che ha interrotto un precedente momento positivo.

Non avranno vita facile in questa domenica Il Cervo e Marzolara, due compagini che battaglieranno fino alla fine per guadagnarsi la salvezza diretta o tramite i play out.
Grazie al sussulto avuto domenica scorsa, Il Cervo Collecchio (10) non solo è tornato a vincere (la vittoria mancava dal 9 ottobre, ndr), ma è rientrato in corsa per il lotto play out. Tuttavia il distacco dalla tredicesima, la Langhiranese appunto, è di ben sei lunghezze, mentre il margine sopra il penultimo posto è di un solo punto. La squadra allenata da Germini – che in questa settimana ha potuto abbracciare i nuovi acquisti Alessandro Montali, Ciccotto e Grasselli – andrà a far visita all’Agazzanese, il cui ritardo rispetto alle posizioni di testa inizia a farsi consistente. Sconfitti nel confronto diretto dalla Piccardo, i piacentini arriveranno al primo appuntamento di dicembre desiderosi di tornare ai tre punti; tuttavia, mister Melotti avrà una squadra raffazzonata e indebolita dalle squalifiche di Alberici, Mauri e Moltini e dall’infortunio del cannoniere Burgazzoli (14 gol). Forte di queste premesse, il team neroverde (che potrà schierare in difesa il rientrante Michelotti) proverà a dare continuità di risultati, augurandosi di poter fare uno sgambetto imprevisto ad una delle cinque sorelle del campionato.

Tra le mura amiche dell'”Amoretti”, dove sin qui è già riuscito ad ottenere 9 sui 21 punti totalizzabili, il Marzolara (16) cercherà di dar seguito alla vittoria a domicilio del Montecchio, che ha ridato morale e fiducia ad un gruppo reduce da due ko pesanti da digerire per il modo in cui erano maturati. La compagine biancoblù, al momento, è fuori dalla lotta play out, ma con le distanze così ristrette basterebbe un passo falso per finire nuovamente nel baratro. Poka e compagni dovranno prestare grande attenzione contro un avversario di livello quale è il Brescello (30), tornato subito in carreggiata, con una netta affermazione, dopo l’insuccesso di due settimane fa contro il Carignano. L’allenatore dei reggiani, Piccinini, non potrà disporre dello squalificato Gozzi. Avrà invece più di un problema il collega Savi a fare la formazione: il Marzolara, infatti, si presenterà con ben otto giocatori indisponibili, tra cui gli infortunati cronici Cerutti e Iacca, Gatti (rottura di un dito del piede) e Ghirardi (stiramento). Salvo clamorosi recuperi, la compagine della Val Baganza potrà contare su soli quattordici elementi della propria rosa.

E, sempre a proposito di play out, riflettori puntati sul campo di Viarolo, dove andrà in scena un match che potrebbe rappresentare uno snodo cruciale per il prosieguo della stagione. La matricola Viarolese (17) è una delle rivelazioni del girone A e la recente vittoria sulla Castelnovese/Meletolese corona un percorso sin qui al di sopra di ogni più rosea aspettativa. Tra le mura amiche del campo “Unicef” di Viarolo i ragazzi di Fabbi attendono un Fidenza (15) che sta registrando un lento e comprensibile calo – 6 punti ottenuti sui 15 disponibili nelle ultime cinque – dopo una buona partenza. Mister Brandolini sarà desideroso di riscattare gli ultimi due insuccessi, ma dovrà trovare il modo di sostituire gli assenti Sarno, alle prese con un problema alla caviglia, e Annoni, ko per un problema al ginocchio. Padroni di casa a completa disposizione del proprio tecnico, compresi i nuovi arrivati.

Gara stuzzicante al “Padovani” di Carignano, dove i padroni di casa, in serie utile da otto giornate in cui hanno fatto bottino pieno, ospiteranno una squadra scorbutica come il Noceto (22). I rossoblù, guidati da Bacchini in panchina, sinora sono in linea con gli obiettivi di inizio stagione, ovvero tenersi alla larga dalle posizioni più basse della graduatoria. Ogliari e soci potranno giocare con la mente libera da pressioni e impellente dettate dalla classifica, ma di sicuro devono trovare una maggiore continuità di risultati. Il Carignano (35) farà il possibile per proseguire il magic moment e per insidiare il primato del Pallavicino. Ospiti senza gli infortunati Dellapina e Giordani e con Ferri in campo ma non al meglio della condizione.

Pallavicino (36) che potrebbe sfruttare un calendario apparentemente favorevole per mettere tre punti tra sé e le altre inseguitrici. La formazione di Busseto, infatti, riceverà tra le mura del “Cavagna” la Castelmeletolese (8) per il più classico dei testacoda. L’undici di Abbati, sconfitto nell’ultima apparizione, è tornato ad occupare l’ultimo gradino del podio e, per mantenere vive le speranze di salvezza, avrebbe bisogno di un vero e proprio miracolo. I blues di Alessandro Piscina saranno orfani dei lungodegenti Mazza e Mancini, mentre la punta Ivan Lucev dovrebbe recuperare ed essere della partita, assieme ai tre nuovi arrivi Cortellazzi, Caporali e Dondi.

La Piccardo Traversetolo (34), terza in classifica, per rimanere in scia della capolista dovrà superare l’ostacolo Montecchio (22). Banco di prova importante per la truppa giallonera che – orfana del centrocampista Grillo, ceduto al Colorno, e di Pietro D’Urso, assente invece per un turno di squalifica – dovrà avere la meglio su un avversario che nonostante un momento assolutamente negativo (un punto in quattro partite) rimane sempre da prendere con le pinze, soprattutto quando gioca tra le mura amiche dove sin qui ha collezionato più della metà dei punti totali. Bazzarini, mister della formazione traversetolese, affronterà la trasferta reggiana sapendo di poter contare anche sull’ultimo arrivato, l’attaccante ex Borgo San Donnino Angelo Modafferi.

E a proposito di Borgo San Donnino (20), chiudiamo il nostro reca parlando proprio della squadra allenata da Manuele Cecchini, che in questo turno proverà a riscattare un mese di novembre particolarmente opaco, concluso con due sconfitte e un pareggio a fronte di una sola vittoria. I biancoblù, già rivoluzionati dopo pochi giorni di calciomercato (clicca qui per vedere il tabellone degli affari fatti, ndr), dovranno immediatamente riscattare il clamoroso scivolone rimediato sette giorni fa dinanzi al Brescello, impostosi per 5-0. E in attesa di rinforzi che possano portare nuova linfa alla formazione borghigiana, c’è una classifica che ancora non preoccupa, ma che va sicuramente adeguata alle aspettative iniziali. Rientrrà dal primo minuto Billone sulla linea di mediana, mentre davanti, complice l’indisponibilità di Dattaro, a Ismael Camara sarà affiancato il classe ’96 Cortesi, attaccante della Juniores; in difesa praticamente certo il debutto dell’ex Fidentina Molinari. Ospite di turno, al “Noce”, il club piacentino del Fontana Audax (19), altra grande delusa di questo campionato. Lorenzo Fava

 

(Un momento del match Agazzanese-Marzolara 2-1, valevole per la 14^ giornata. Foto di Leandro Cavanna)

 

PROMOZIONE

Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR). Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner

Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR). Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR). Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner

Commenti Recenti

Altro in Calcio Dilettanti

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi