Connect with us

Promozione gir. A

Pallavicino: Totò Rizzo vicino a rilevare il club. E la squadra è già allestita

Pallavicino: Totò Rizzo vicino a rilevare il club. E la squadra è già allestita

In casa Pallavicino il passaggio di consegne è pressoché sancito. Resta solo da passare alle cose formali, ovvero alle firme che sanciranno l’acquisizione del club che fu dell’ormai ex Presidente Carlo Boreri al nuovo proprietario, quel Salvatore Rizzo che fino a pochi anni fa era arrivato a varcare persino le porte dell’Eccellenza con il suo Royale Fiore. «Ho parlato con il presidente Boreri e già dalla scorsa settimana ci siamo stretti la mano – ha annunciato Rizzo, contattato telefonicamente dalla nostra redazione -. Abbiamo ufficializzato la cosa: manca ancora solo un passaggio, quello della firma. Per tutto il resto siamo già d’accordo».
Dunque, saranno i prossimi i giorni decisivi per il passaggio delle quote del club bussetano alla “cordata” capeggiata da Rizzo, il quale non potrà, di fatto, figurare nell’organigramma ufficiale a causa della spada di Damocle che pende sulla sua testa: una squalifica fino al 13 maggio 2022 (che va distinta dalla precedente inibizione di cinque, già scontata, dopo il play out di Promozione del maggio 2015 contro la Medesanese).

Nonostante la squalifica, la voglia di far calcio di “Totò” Rizzo non si è mai esaurita. E così, la prospettiva di rilevare le quote della società verdiana lo ha convinto a cogliere l’attimo e ad avventurarsi in questa nuova esperienza: «La possibilità che mi si è prospettata la voglio sfruttare: far calcio con un paese alle spalle. A differenza di quanto avveniva in passato». L’intento sarà quello di non disperdere le radici bussetane, pur creando una naturale commistione con la vicina Piacenza: «I campi del “Cavagna” non sono in nostra gestione, quindi gli allenamenti li faremo a Piacenza. Ma la volontà, ferma e precisa, è quella di restare a Busseto e di non portare via la squadra da lì. In futuro, forse, la società cambierà denominazione in “Pallavicino Fiore“, per non disperdere anni di storia dell’una e dell’altra società. Ma quello che vorrei fosse chiaro è che creeremo un buon rapporto col paese e cercheremo di coinvolgere tutti affinché ci siano i tifosi sugli spalti alla domenica». Una sorta di apertura alla comunità di Busseto, quella fatta da Rizzo, che ha inoltre aggiunto che «se qualcuno della vecchia società vorrà continuare a far parte dell’organigramma societario per il bene del Pallavicino, sarà un accettato ben volentieri».

Il passaggio di consegne ancora deve essere messo nero su bianco, ma dal punto di vista tecnico Rizzo sembra essere già molto avanti. La squadra di Promozione sarà guidata dagli allenatori Stefano Bellassi (ex Royale Fiore) e Luis Fernando Centi, che da giocatore ebbe trascorsi in Serie A e in Serie B, agli inizi del Duemila, con le maglie di Treviso, Livorno, Atalanta, Ascoli e Gallipoli – tra le altre – prima di chiudere la carriera nei dilettanti nella provincia piacentina (Agazzanese, Bobbiese e, appunto, Royale Fiore). «Faremo la Promozione e la Juniores Regionale. In passato, abbiamo sempre distinto prima squadra, Juniores e Allievi con il nome di Royale Fiore dal resto del settore giovanile, che invece figurava come Besurica. Credo che faremo così anche stavolta».

Direttore sportivo in pectore, Rizzo ha già costruito la squadra in un paio di giorni, raggiungendo gli accordi con i fratelli Corbellini – il portiere Alex (1988) e l’esterno offensivo Eric (1991), vecchia conoscenza dei blues -, il difensore Ivan Filipov (’91) ex Nibbiano e Codogno, l’attaccante Mattia Rovida (’91) dallo Ziano, il mediano Mite Stojkov (’90) dalla Bobbiese Miki Stojkov (’84) dal Perino, il portiere Diego Valla (’01) in arrivo dalla Castellana Fontana, il centrocampista Alex Spreafico (’95) dal Vigolzone, l’esterno Mohamed Diarrasouba (’98) dello Spes Borgotrebbia, oltre alla colonia degli ex Royale Fiore: Francesco Aiello (’99), Francesco Assiemi (’00), Mohamed Faid (’96), William Nicotti (’81), Lorenzo Zoncati (’96). Rimarrà per un altro anno l’esterno offensivo Mattia Pintore (’99), il cui prestito dall’Agazzanese è stato confermato. Già definita la riconferma dell’attaccante classe 2002 Manuel Compiani, di proprietà Pallavicino.

 

(In copertina, il patron “Totò” Rizzo ai microfoni di SportEmilia, nel 2014, dopo la partita di Eccellenza Colorno-Royale Fiore 3-1)

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement
Advertisement

Altro in Promozione gir. A

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br>Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br><br> Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi