Entra in contatto:

Serie D

Il Borgo la sblocca, ma il Carpi la rimonta: al “Cabassi” è 2-1

Il Borgo la sblocca, ma il Carpi la rimonta: al “Cabassi” è 2-1

Sfuma a undici minuti dal triplice fischio il sogno di mister Baratta di strappare qualche punto alla corazzata Athletic Carpi. Al “Cabassi” arriva la seconda sconfitta stagionale per il Borgo San Donnino, battuto in rimonta dai biancorossi nel match di questo pomeriggio, valevole per la settima giornata del girone D di Serie D.

Avanti di un gol dopo un quarto d’ora con la conclusione vincente di Vecchi dai venti metri, la compagine di Fidenza ha subìto la reazione dei modenesi nel secondo tempo: dopo aver trovato il pareggio con la punizione di Bolis al 55’, i biancorossi hanno realizzato la rete decisiva per la vittoria con Serrotti al minuto 79. Con questo ko, il Borgo San Donnino rimane inchiodato a quota 7 punti in classifica: domenica 24 ottobre, alle ore 15, Soregaroli e compagni torneranno in campo al “Ballotta” per affrontare la capolista Rimini.

Primo tempo La prima chance della partita è del Borgo San Donnino: al 13’ il Carpi salva sulla linea di porta un tentativo di Rossi da distanza ravvicinata su servizio di Vecchi. E’ proprio il terzino borghigiano, classe 2000, a mettere poco dopo la firma sul vantaggio dei biancazzurri: il numero 3 si invola tutto solo verso l’area di rigore e da fuori lascia partire un gran sinistro ad incrociare che risulta imprendibile per il portiere Ferretti. L’Athletic Carpi prova subito a rispondere al 27’ con Lordkipanidze, il cui tiro col mancino dalla distanza viene deviato in maniera fortuita da un compagno di squadra. Al 35’ altra chance da gol per i ragazzi di Bagatti: sugli sviluppi di un calcio di punizione, Walker impatta di testa da zero metri trovando però l’ottimo riflesso di Frattini che si rifugia in corner.

Secondo tempo Al rientro dai canonici quindici minuti di riposo, come prevedibile è l’Athletic Carpi ad avere il pallino del gioco in mano, rivitalizzato dalle sostituzioni operate dal tecnico. Al 48’ Carrasco e Serrotti, i due nuovi entrati, dialogano in area di rigore con l’ex Arezzo che manca la battuta a rete da posizione favorevole. Al 55’, Bajic commette fallo ai danni di un avversario regalando un calcio di punizione dal limite all’Athletic Carpi: alla battuta si presenta Bolis, che trova una traiettoria straordinaria con il destro non dando scampo all’incolpevole Frattini. Al 65’ è ancora il giovane di scuola Atalanta a spaventare il Borgo con un tiro dal limite terminato di poco a lato. Al minuto 79, l’Athletic Carpi trova il gol vittoria: Soregaroli interviene in scivolata per allontanare un pallone messo in area di rigore dalla corsia mancina, Serrotti si avventa come un falco sulla sfera vagante e fredda Frattini calciando a botta sicura verso il palo lontano.

Le dichiarazioni «Il risultato è bugiardo, ma nel calcio conta portare a casa dei punti» commenta a caldo, con un po’ di amarezza, Gianluca Baratta. «La mia paura – prosegue l’allenatore – è che questo risultato negativo possa togliere fiducia alla squadra: noi sappiamo che avremo da lottare fino alla fine, siamo venuti a Carpi a fare la partita e ci siamo riusciti pur senza fare punti. L’Athletic Carpi ha un allenatore di altissimo livello che arriverà nel calcio che conta. Il primo gol è arrivato su un calcio piazzato nato da una nostra ingenuità con un fallo commesso al limite dell’area di rigore su un giocatore che si trovava spalle alla porta, abbiamo sbagliato anche sul secondo perché anziché attaccare in avanti ci siamo ritrovati a giocare all’indietro e poi è arrivato il tiro di Serrotti. Il Carpi è una squadra ancora in cantiere, domenica hanno rimontato con la Tritium grazie ai cambi e anche oggi è successo lo stesso: vantano una rosa di qualità, i loro giocatori salgono di rendimento col passare dei minuti». Infine, una battuta sul capitano e grande ex di turno, Porcari, schierato nonostante non fosse al meglio: «Porcari è rientrato in extremis, se non avessimo giocato a Carpi forse non l’avrei nemmeno schierato: allenarlo è un grande privilegio, è bravo sotto tutti gli aspetti. E’ un leader che non ha nulla a che fare con questa categoria».

Questo invece il commento dello stesso Filippo Porcari: «Sarebbe stato più giusto un pareggio, c’è rammarico per la sconfitta ma ora dovremo già pensare all’impegno di domenica contro il Rimini. Ricevere la standing ovation è stata un’emozione indescrivibile, ho scritto la storia di questo club e se il pubblico mi ha accolto in questo modo significa che ho lasciato un bel ricordo nel cuore di tutti».


ATHLETIC CARPI – BORGO SAN DONNINO 2-1
Reti
: 15’ Vecchi (B), 55’ Bolis (A), 79’ Serrotti (A)

ATHLETIC CARPI: Ferretti, Tosi (90’ Fiore Uni), Boccaccini, Aldrovandi, Montebugnoli, Borgarello (46’ Serrotti), Bolis, Lordkipanidze (90’ Muro), Raffini, Villanova (46’ Carrasco), Walker (65’ Ballardini). A disposizione: Ballato, Bruno, Finocchio, Mignani. All. Bagatti.
BORGO SAN DONNINO: Frattini, Bajic, Vecchi, Porcari (73’ Amore), Fogliazza, Casarini (58’ Caniparoli), Salami (83’ Romeo), Rossi, Bigotto, Abelli, Lancellotti (58’ Soregaroli).
A disposizione: Ragone, Venturini, Dodi, Som, Marchi. All. Baratta.
ARBITRO: sig. Esposito di Napoli.
ASSISTENTI: sig. Gambino di Nocera Inferiore e sig. Cucinotta di Brescia.
NOTE: terreno di gioco in discrete condizioni, spettatori 500 circa. Ammoniti: 45+1’ Casarini (B), 48’ Lancellotti (B), 50’ Salami (B), 60’ Bolis (A), 69’ Aldrovandi (A), 81’ Montebugnoli (A), 93’ Amore (B)

 

(In copertina, l’ingresso di Athletic Carpi e Borgo San Donnino al “Cabassi”)

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Serie D