Connect with us

Calcio Dilettanti

Virus Perozzi: l’autocertificazione e l’anno zero dei dilettanti

Virus Perozzi: l’autocertificazione e l’anno zero dei dilettanti

I volenterosi timonieri del calcio dilettanti non si vogliono proprio rassegnare, amici scommettitori: il blocco di tutta la baracca sino al 13 aprile vuol dire che la stagione è finita, se non era già chiaro il concetto un mese fa. I recuperi rimandati a data da destinarsi entrano per sempre nel mondo delle favole.
Ammettiamo, rimanendo nella fantascienza, che Covid19 il 13 aprile ci liberi totalmente dalla sua sgradita presenza. Cosa facciamo con giocatori tappati in casa che da due mesi non si allenano? Ci vorrebbe almeno un mese di preparazione per ricominciare a giocare in sicurezza, per finire campionati, play off-out e coppe. Con tutti i salti mortali del caso e un caldo da crepare, come minimo si arriverebbe a inizio luglio. Per poi dopo due settimane ricominciare un’altra preparazione per la stagione 2020-2021.
Disoccupiamo le strade dai sogni, game over è tutto finito. Sarà già tanto ripartire in qualche modo a settembre, senza soldi, con tante rinunce e forzate fusioni che ci porteranno a un anno zero del calcio dilettanti. Partiamo verso orizzonti sconosciuti, amici scommettitori. Il Maestro è già in viaggio.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti

Commenti Recenti

Altro in Calcio Dilettanti