Entra in contatto:

Calcio Giovanile

L’Audace apre le porte al calcio femminile: 75 atlete in campo

L’Audace apre le porte al calcio femminile: 75 atlete in campo

Il calcio femminile in casa Audace è finalmente partito ed è stata una partenza col botto.

Domenica 10 aprile, sull’impianto “Maccanelli” al Parco Ferrari, in via Zarotto a Parma, è stata ufficialmente inaugurata la Scuola Calcio Femminile dell’U.S. Audace, in occasione dell’Open Day che ha visto protagoniste ben 75 bimbe e ragazze dai 5 ai 17 anni, unite sul campo dalla stessa passione per il calcio: una passione che ha animato le giovani atlete dall’inizio alla fine dell’allenamento, tanto da trasmettere entusiasmo e coinvolgimento a tutti i presenti, increduli davanti a un tale spettacolo. Settantacinque piccole e giovani donne che si sono divertite facendo proprio ciò che amano: imparare a giocare a calcio, dimostrando e ribadendo che questo sport può essere amato e praticato tanto dalle femmine quanto dai maschi. Alle giovani atlete, in campo domenica mattina, coordinate da 15 istruttori della Scuola Calcio Elite dell’Audace, si è unita la squadra femminile Under 11 del Parma calcio, oltre ad alcune ragazze dell’Under 19 sempre della società crociata, guidate dai loro allenatori con il supporto di Giorgio Pavarani.
Sono stati tanti gli ospiti che hanno partecipato all’inaugurazione della Scuola Calcio femminile dell’Audace a partire da Federica D’Astolfo, ex bandiera della Nazionale di calcio femminile: “Ai miei tempi tutto questo non c’era e giocare a calcio, per una ragazza, era difficile. Grazie all’Audace queste giovani atlete potranno coronare il loro sogno”.

Per quasi tre ore bimbe e ragazze si sono davvero divertite sul campo, assaporando le emozioni che uno sport come il calcio sa regalare, tant’è che molte di esse sono già pronte ad iniziare gli allenamenti con le coetanee audacine, che non vedono l’ora di accoglierle in squadra. Tra gli ospiti c’era anche Marco Libassi, ex Parma, che ha coordinato l’attività sul campo assieme al direttore tecnico dell’Audace Marian Ciobanu.

A metà mattinata è stata distribuita una merenda a tutte le atlete, che, sedute al centro campo, hanno ascoltato l’intervento di Federica D’Astolfo, evidentemente emozionata alla vista di così tante aspiranti calciatrici.

Tra i tanti ospiti c’erano la psicologa Paola Regnani, il responsabile dell’attività di base della Figc Nicola Simonelli, Federico Pangrazi, responsabile del Settore femminile del Parma calcio, Stefano Fornari e Stefano Zanzucchi dell’Associazione “Maschi che si immischiano” e Stefano Manuto, presente sia in veste di rappresentante delle istituzioni, ma anche come padre di una bimba che ha partecipato all’Open Day. Hanno portato il loro saluto anche Marco Giandebiaggi, ex Parma, Michele Bertoli della Figc di Parma e Michele Pietranera, responsabile del Ctf della Figc di Parma.

A presentare gli ospiti e a moderare gli interventi ci ha pensato Simone Del Latte, responsabile della comunicazione di Zebre Rugby Club, sottolineando ancora una volta quanto sia forte la partnership che lega le due società in termini progettuale e nella condivisione dei valori. Tutti gli ospiti e i genitori delle atlete partecipanti all’Open Day hanno ringraziato l’Audace per aver portato in campo così tante bimbe e ragazze, riuscendo a farle divertire, pur cimentandosi nelle varie attività di un vero e proprio allenamento.

Dietro alla realizzazione di questa inaugurazione c’è stata senz’altro tanta fatica da parte di allenatori, dirigenti e volontari dell’Audace, ma la passione ci ha guidato ogni passo è stata ripagata dalla presenza di quelle 75 bimbe e ragazze che hanno permesso alla stanchezza di fare spazio alla pura gioia per quanto queste bimbe e i loro genitori hanno vissuto. La Scuola calcio femminile dell’Us Audace è ufficialmente aperta e il 20 aprile ci sarà il primo allenamento.

 

(Nella foto, le 75 bambine assieme agli istruttori al termine dell’Open Day dall’Audace)

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Calcio Giovanile

© RIPRODUZIONE RISERVATA