© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Dilettanti

Eccellenza: trasferte ostiche per Colorno e Pallavicino. Fidenza a caccia del poker

Eccellenza: trasferte ostiche per Colorno e Pallavicino. Fidenza a caccia del poker

Ultima giornata d’andata nel girone A di Eccellenza, penultimo turno prima della sosta natalizia. Il calendario regala, in questo weekend, diverse sfide da non perdere: Sanmichelese-Fidenza è una di queste; la partita avrà un’importanza particolare visto che si sfidano due squadre che stanno provando a risalire la china e ad abbandonare la zona play out.
I modenesi padroni di casa, attualmente, con 19 punti occupano il dodicesimo posto che li condurrebbe dritti dritti alla salvezza, anche se il margine di una sola lunghezza sulla zona pericolante degli spareggi non può essere sinonimo di tranquillità. Con già sette sconfitte all’attivo in sedici gare, la squadra di mister Pierfrancesco Pivelli (che si è rinforzata sul mercato acquistando il centrocampista Caselli dal Formigine), forse, è una delle delusioni del campionato; tuttavia, nelle ultime settimane è riuscita ad ottenere buoni risultati, che le hanno permesso di superare le avversarie nelle posizioni play out. Non ultima la vittoria della scorsa domenica a domicilio del più forte Carpaneto, superato per 1-2.
Il Fidenza (15) sta fruttando, eccome, la cura Macchetti, che da quando si è seduto sulla panchina della prima squadra bianconera ha saputo solo vincere: tre vittorie in altrettante gare di campionato. E così, dopo Folgore Rubiera, Brescello e Cittadella, i borghigiani cercheranno il quarto successo di fila in un altro delicato scontro salvezza. I parmensi, che lotteranno per evitare i play out sino al termine della regular season, si stanno muovendo intensamente sul mercato alla ricerca di una forte punta centrale; nel frattempo il portoghese Silveiro (sin qui poco convincente) si è trasferito alla Medesanese.
Tra i padroni di casa assente, per squalifica, lo squalificato Davide Zagnoni.

Colorno e Pallavicino chiuderanno il girone d’andata impegnate in trasferte insidiose. I gialloverdi faranno visita ad una Folgore Rubiera (23) stazionaria a centro classifica; i reggiani però hanno tutte le potenzialità per disputare un girone di ritorno che consenta di scalare sino a entrare nelle zone nobili della graduatoria. La squadra di mister Semeraro, inoltre, vorrà riscattare il brutto 3-0 subito per mano dalla Casalgrandese sette giorni or sono.
Il Colorno (26), che in settimana non ha potuto avere a disposizione il giovane Davide Mastaj, impegnato per uno stage con gli inglesi del Norwich (il classe ’98 sarà comunque della partita, ndr.), vuole tornare al successo dopo la sconfitta di Salso ed il pareggio interno di settimana scorsa con il San Felice. In attesa di qualche rinforzo dal mercato di dicembre (dopo le partenze di Maestrini e Montali) la squadra del tecnico Piccinini cercherà la terza vittoria stagionale in campo esterno.

Non avrà vita facile nemmeno il Pallavicino (18), che sarà impegnato nella trasferta modenese sul campo del San Felice (27). I giallorossi allenati da Pellacani – che nell’ultima domenica hanno dato filo da torcere al Colorno – sono imbattuti addirittura da nove turni (non perdono dal 7 ottobre, nda) e hanno nel mirino il terzo posto del Rolo (33), ancora lontano sei lunghezze.
I bussetani, sotto la nuova gestione Barbieri, non hanno conosciuto la sconfitta e sono reduci dalla preziosa vittoria ottenuta contro il fanalino di coda Brescello (5). I blues ritrovano Arata, dopo il turno di squalifica, ma contestualmente devono rinunciare, ancora una volta, per guai fisici a Ivan Lucev (il ballottaggio Pellegrini-Di Mauro dovrebbe risolversi a favore del primo) e, soprattutto, a Eugenio Nadotti, che resterà fermo per un paio di mesi a causa di uno strappo. E proprio per sopperire a quest’ultima defezione, la società di Busseto agirà sul mercato e ci ha rivelato l’indiscrezione che nella giornata di lunedì dovrebbe regalare al tecnico un colpo – ancora top secret – che sembra essere già in canna.

Il Salsomaggiore (22) è chiamato a riscattare il passo indietro fatto in quel di Luzzara, che ha frenato gli entusiasmi dei gialloblù dopo la vittoria nel derby con il Colorno della quindicesima giornata.
I termali potranno chiudere il 2015 con due match tra le mura amiche, ma il calendario non è troppo favorevole: infatti, domani a far visita al “Francani” ci sarà la Casalgrandese (24), che nel precedente turno ha saputo infliggere un sonoro 3-0 ai cugini della Folgore Rubiera. I reggiani, però, in settimana hanno dovuto dire addio al giocatore più rappresentativo, il centrocampista Nicholas Bovi (ex Reggiana e Cagliari), approdato in Serie D tra le fila della Correggese.
Tra i padroni di casa, tornano a disposizione Bonati e Granelli, ma non Malvicini; Gianluigi Ghia fermato per un turno dal giudice sportivo.

Chiude il programma della diciassettesima e ultima giornata d’andata la sfida del “Ballotta” tra Fidentina (35) e Luzzara (21).
La truppa di Massimo Mazza (squalificato) ha perso l’imbattibilità stagionale, in modo rocambolesco, nei minuti di recupero contro la Bagnolese, ma per sua fortuna le lunghezze dalla capolista Castelvetro (40) sono rimaste invariate. I granata, che dovranno fare a meno degli squalificati Adejumobi e Galli e del solito lungodegente Passera, sono intervenuti sul mercato per prelevare il difensore Molinari dal Brescello, che diventerà il nuovo padrone della fascia sinistra.
Luzzara galvanizzato dalla vittoria di misura contro il Salso, che ha consentito alla compagine neopromossa di tenersi a distanza di sicurezza la zona play out. Ospiti senza lo squalificato Zendeli.

(Nella foto, le esultanze dei giocatori del Colorno Davide Mastaj e Luigi Mariniello)


Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Dilettanti