SEGUICI SUI SOCIAL

Eccellenza

Anteprima Eccellenza: Nibbiano prima tappa della Fidentina di Montanini. Due big per Salso e Pallavicino

Anteprima Eccellenza: Nibbiano prima tappa della Fidentina di Montanini. Due big per Salso e Pallavicino

Identità cercasi. Partite tutte quante col piede sbagliato, le tre parmensi del gruppo A di Eccellenza sperano che da questo weekend possa incominciare, finalmente, un nuovo campionato, all’insegna di qualche boccone amaro in meno da dover digerire. Il filotto di sconfitte (otto in nove partite giocate) delle compagini della nostra provincia è un record negativo che difficilmente era stato scritto nella storia di questo torneo.

Chi più di tutti ha pagato a caro prezzo l’inaspettato calvario di avvio di stagione è stato Michele Pietranera, da martedì ufficialmente ex allenatore della Fidentina (0). Il club del presidente Nino Rastelli, infatti, ha optato per l’immediato avvicendamento in panchina (clicca qui per leggere l’articolo), che contestualmente ha portato all’arrivo di Francesco Montanini, il quale, dopo l’esperienza al Crema, è ora atteso da una nuova stimolante avventura. Rigenerare questa Fidentina non sarà semplice, soprattutto perché Ferretti & co. sono reduci da tre ko di fila in campionato – oltre che dalla sconfitta di Nibbiano che è costata l’uscita anticipata dalla Coppa Italia – e perché l’attacco ha ancora le polveri bagnate. Ma, stando ai rumors degli spogliatoi, i primi giorni di lavoro del nuovo tecnico nel centro sportivo di via Pilo sembrano aver già dato buoni risultati: vedremo se la Fidentina riuscirà a riprendere entusiasmo con un risultato positivo. Il nuovo corso dei borghigiani comincerà dalla lunga trasferta nella val Tidone, con i granata ben consapevoli di dover vincere per non vedere fuggire il gruppetto di coda. Gli amici della redazione di Liberta.it ci informano che sarà già una partita crocevia per il Nibbiano (2): al presidente dei piacentini Alberici non sarà andato giù il brutto avvio, decisamente non in linea con le aspettative della vigilia. La squadra, in sede di mercato estivo, aveva subito un importante restyling ed era stata costruita per disputare un torneo ambizioso; domani, invece, si troverà costretta ad inseguire i primi tre punti. Voci di popolo incontrollate, in settimana, hanno messo in bilico la posizione di mister ex San Colombano Tassi in caso di mancato successo, ma un immediato cambio equivarrebbe ad una inevitabile bocciatura della campagna acquisti. I top player da tenere d’occhio saranno diversi: gli attaccanti Galtarossa e Di Gennaro i pericoli numero uno, a centrocampo Tacchinardi (ex Piacenza) e Jakimoski (ex Pro Piacenza, ma anche Agazzanese), se in condizione, potranno essere determinanti.

Altra squadra ancora al palo è il Salsomaggiore (0), vittorioso solo all’esordio in Coppa contro il Bibbiano e da lì in poi sempre sconfitto. Voltolini deve mettersi alle spalle un pessimo inizio, in cui i suoi ragazzi sono andati al tappeto con tutte le new entry del girone A (Solierese, Castelfranco e Sant’Agostino); per il match di domani i gialloblù saranno attesi in trasferta sul campo di un’altra squadra con cui, in passato, non ci sono stati scontri diretti, ovvero la Rosselli Mutina (4). Il divario tecnico tra le due squadre appare evidente soltanto a una prima lettura dei nomi dei giocatori presenti nelle due rose, anche se il team modenese – da molti indicato come una delle pretendenti al primo posto – ha sinora indossato più di una maschera: sconfitto all’esordio dal collaudato Rolo, il club di San Damaso, infatti, ha vinto soltanto il mach interno contro la Fidentina e poi ha pareggiato con un’altra big, la Folgore Rubiera. In casa Rosselli, stando alle indiscrezioni di Indipendente Sportivo, rimane l’alone di mistero circa la presenza del bomber Cozzolino, che aveva saltato l’ultima causa matrimonio. Chi marcherà visita sicuramente sarà Modica, out per squalifica.

Dopo essere andato al tappeto per l’ennesima volta tra le mura amiche del “Cavagna”, l’incerottato Pallavicino (3) proverà a tornare a far punti lontano da casa, dove sin qui è arrivata l’unica gioia stagionale. Certo, per mister Piscina non sarà facile smuovere la classifica in questo weekend, visto che i suoi giocatori saranno sottoposti al duro confronto con la Virtus Castelfranco (7); la compagine della provincia modenese è intenzionata a lottare per tornare in quella Serie D abbandonata pochi mesi fa. E, dopo il pareggio al debutto nel big match contro la Folgore Rubiera, sono arrivati due successi (contro Salso e Casalgrandese) a dare smalto alla classifica degli uomini di mister Cristiani, che vedono la vetta a soli due punti di distanza. Rosa a completa disposizione del tecnico, il quale avrà l’imbarazzo della scelta nel fare la formazione. D’altra parte, avrebbe bisogno di una bella iniezione di fiducia il team di Busseto, che forse sta scontando l’approccio con la nuova categoria. Nei blues mancheranno due pedine importanti come Galeotti e Corbellini, entrambi stoppati con un turno di squalifica dal giudice sportivo. Ci saranno, invece, tra i venti convocati gli ultimi arrivati, il centrocampista Andrea Mosca (che ha salutato il Felino dopo qualche frizione all’interno dello spogliatoio) e l’attaccante Geremy Lombardi (ex giovanili di Parma ed Inter e passato, con un recente passato, tra Lega Pro e Serie D, con le maglie di Pro Piacenza, Monza, Legnano e Fiorenzuola). Piscina si porta con sé anche l’attaccante Girometta, che sembra aver recuperato dai problemi fisici; ancora non al meglio, però, l’ex Carpaneto dovrebbe accomodarsi almeno inizialmente in panchina.

Il quarto turno di campionato offre agli appassionati due interessanti derby modenesi (San Felice-Sanmichelese e Solierese-Fiorano), ma soprattutto un’affascinante sfida da tripla in schedina: a Zola Predosa si scontreranno due tra le potenze più clamorose di questo girone, gli ambiziosi bolognesi dell’Axys Zola (6) ospiteranno un Rolo (4) in cerca di riscatto dopo gli ultimi due deludenti risultati. Tutto da gustare la sfida in salsa reggiana tra la sorpresa Bagnolese (7) e la Folgore Rubiera (7) che, dall’alto del secondo posto conquistato a maggio (con conseguenti playoff persi soltanto in finale), regia la parte della regina del gruppo A. Noblesse oblige, non ce ne vogliano le altre.

S’inizia, come sempre, alle 15.30. Buon campionato a tutti, ora più che mai: il valzer delle panchine è appena iniziato. Lorenzo Fava

 

(L’attaccante Provenzano durante Rosselli Mutina-Fidentina 2-0 – ©Foto Marco Palmucci per Fidentina As)

 

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Eccellenza