SEGUICI SUI SOCIAL

Eccellenza

Anteprima Eccellenza: Fidentina e Salso, ora o mai più. Pallavicino in casa della capolista Axys

Anteprima Eccellenza: Fidentina e Salso, ora o mai più. Pallavicino in casa della capolista Axys

Non ci saranno ulteriori appelli per le parmensi del gruppo A di Eccellenza. Degli impietosi numeri messi assieme in questi primi tre mesi di campionato vi avevamo già raccontato in settimana (cliccare qui per leggere l’approfondimento); la classifica è davvero precaria e ora inizia a far paura. Ma, se per il Pallavicino potrebbe essere messa in preventivo una domenica senza punti, non si può dire altrettanto per Fidentina e Salsomaggiore, posti dinnanzi a due scontri da dentro o fuori e da cui ci si aspetta qualche segno di vita. Vediamo, dunque, nel dettaglio le gare del quattordicesimo turno.

Il fanalino di coda Salsomaggiore (3), unica compagine a non aver ancora centrato una vittoria in campionato, rischia non solo di non salire sul treno salvezza, ma addirittura di perdere l’espresso che porta ai playout. Il tredicesimo posto, occupato dai ferraresi del Sant’Agostino (che hanno un margine di 7 punti sul terzultimo posto che basterebbe a far saltare uno dei due spareggi previsti), è distante come una chimera (-12). Se il Salso della passata stagione si era costruito la salvezza anche grazie alla sindrome di “pareggite”, che aveva dato stabilità alla formazione di mister Bertani, quest’anno non è riuscito altrettanto a Voltolini prima e Bazzarini poi. I termali, nella gara interna del “Francani” di domani contro una squadra forte come la Sanmichelese Sassuolo (23) dovranno tentare il tutto per tutto e provare a bissare un altro risultato positivo dopo il pari inaspettato di Fiorano. Sarà assente Nicola Boselli, squalificato per una giornata da giudice sportivo.

Gara da dentro o fuori per la Fidentina (8), terzultima della classe, che se la vedrà al “Ballotta” contro il Bibbiano San Polo (9). Sarà un classico scontro salvezza tra due formazioni che cercano una boccata d’ossigeno, non riuscendo più a venire a capo di una situazione di classifica disperata. A Fidenza, sponda granata, si attendono importanti rinforzi sul mercato per affrontare con maggiore consapevolezza la seconda metà del torneo: l’obiettivo numero uno sarà quello di rinforzare la difesa, dove si proverà a fare di tutto per riportare a casa il centrale Alessandrini (Carpaneto). Nel frattempo, hanno lasciato il sodalizio granata il terzino Delfante (sarà tesserato dal Felino con l’arrivo del mese di dicembre) e il centrocampista Fontana, il quale, non rientrando più nei piani tecnici, ha salutato ambiente e compagni, in attesa di trovare un’altra squadra. Ci si attende un colpo in entrata, di esperienza e personalità, anche nel reparto d’attacco: ogni pista sembra portare a Miftah, in rotta col Felino. A proposito di esperienza, nella partita decisiva di domani sarà a disposizione di Montanini il centrocampista Petrelli, al rientro dopo il provvedimento disciplinare che lo aveva costretto a star fuori contro l’Agazzanese. Ancora ai box il secondo portiere Taino, al suo posto in panchina Scalabrini.

Trasferta praticamente proibitiva per il Pallavicino (16), che si trasferirà al “Filippetti” di Zola Predosa con l’intenzione di giocarsi comunque le proprie carte contro la capolista Axys Zola (32), un autentico rullo compressore. I felsinei per ora hanno mantenuto un rendimento record sul proprio campo (che – lo ricordiamo – è in erba sintetica): 6 vittorie su 6 ed en plein centrato. La squadra di Salmi, che nelle ultime 4 giornate ha sempre mantenuto involata la propria porta, vorrà conservare il considerevole distacco (+6) sul Castelfranco. Ai bussetani servirà quasi un’impresa per non rischiare di tornare a casa con le ossa rotte: mister Piscina (che dovrà sciogliere il nodo legato alle condizioni del terzino Bertelli, non al meglio) chiederà ai suoi una prestazione fatta di umiltà e sacrificio, ma senza perdere di vista il fatto che la squadra che non avrà nulla da perdere sarà proprio quella blues. Non ci sarà il centrocampista Leoncelli, il quale, dopo essere arrivato dal Carpineti (fallito in estate), ha fatto le valigie e si è già trasferito al Castellarano, in attesa dell’ufficialità che arriverà a partire dall’1 dicembre. Sempre in tema di mercato, si è registrato il ritorno del portiere Boccalini, che ha terminato anzitempo il periodo di prestito alla Medesanese.

Nel resto della quattordicesima di campionato spicca uno scontro d’alta classifica tra Bagnolese (24) e Virtus Castelfranco (26), che metteranno in palio il secondo posto e il ruolo di anti-Axys. Folgore Rubiera (23) e Agazzanese (20) si sfideranno per la zona medio-alta della classifica, mentre sarà una domenica da ricordare per la Rosselli Mutina (23) che, dinnanzi al Sant’Agostino (15), debutterà tra le mura dello storico stadio “Braglia” di Modena, che ospiterà d’ora in avanti le gare casalinghe del club che sin qui aveva giocato a San Damaso. I gialloblù, con la rosa al completo, vorranno prolungare la striscia positiva che dura da 5 turni; i ferraresi, al contrario, sono incappati in un momento di impasse (1 punto in 4 giornate) che li ha trascinati nei bassifondi della graduatoria.

Fischio d’inizio alle ore 14.30 su tutti i campi.

(Alicchi e Dioni in un’azione durante Fiorano-Salsomaggiore 2-2 del 13^ turno – Foto A.C. Fiorano)

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Eccellenza