© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Eccellenza

Anteprima Eccellenza: la Piccardo aspetta il Felino. Salso, pericolo Rubiera

Anteprima Eccellenza: la Piccardo aspetta il Felino. Salso, pericolo Rubiera

È ancora prematuro affidarsi troppo alle sentenze della classifica, ma le prime cinque giornate di Eccellenza hanno fornito più di qualche indicazione.
Ci sarà tanta carne al fuoco anche in questo primo weekend di ottobre, a partire dal derby parmense molto atteso tra Piccardo Traversetolo (6) e Felino (9). Al campo “Tesauri” Santurro e soci ospiteranno l’unica formazione della nostra provincia rimasta ancora imbattuta; i gialloneri, nel tentativo di bissare il successo di una settimana fa contro il Colorno, vorranno riuscire nell’aggancio ai danni dei rossoblù, i quali però hanno sempre dato dimostrazione di essere una squadra difficilmente vulnerabile. Il buon lavoro svolto dai ragazzi di mister Brandolini in fase difensiva viene attestato dal numero di gol subiti (appena 3): un dato che fa del Felino la seconda squadra meno perforata del girone A (dietro solo alla Folgore Rubiera). Il derby del sesto turno sarà caratterizzato dall’assenza dei centravanti simbolo delle due squadre, per altro grandi ex della sfida: certa l’assenza di Leo Martinez nel Felino per la nota squalifica, quasi impossibile il rientro last minute di Mezgour dopo lo stiramento. Sarà una sorta di stracittadina per il piccardino Pippo Savi: lui, che è originario di Sala Baganza, sfiderà la squadra del comune di Felino, storicamente nemico giurato.

Interessante anche l’appuntamento del “Francani”, dove sarà di scena il Salsomaggiore (6), reduce da tre ko di fila: il gruppo di mister Bazzarini avrà una bella gatta da pelare, visto che di fronte ci sarà la Folgore Rubiera (13), capolista del girone A assieme alla corazzata Correggese. Per i gialloblù non sarà di certo la domenica ideale per tornare a far punti, data la caratura dell’avversario; tuttavia, i reggiani potrebbero essere privi di tre elementi preziosi quali Onwuachi, Hoxha e Milos Malivojevic, tutti alle prese con qualche acciacco fisico di troppo.

Sfida salvezza già da dentro o fuori per il Pallavicino (1), che guarda tutti dal basso verso l’alto. Il team di Busseto (che la scorsa domenica ha ottenuto il primo punto in campionato, seppur con il rammarico di esser stato rimontato nel finale) deve iniziare a vincere qualche partita per non vedersi isolato nella zona calda e, soprattutto, per mettere al sicuro la panchina di mister Fabbi che con un’altra sconfitta potrebbe anche saltare. I verdiani giocheranno in trasferta contro la Solierese (4), compagine modenese che qualche settimana fa, proprio tra le mura amiche, aveva fatto lo sgambetto al Colorno.

Colorno (7) che deve riscattarsi dopo l’inatteso scivolone casalingo contro la Piccardo. Anche la compagine gialloverde giocherà in trasferta contro una modenese: con l’obiettivo di trovare una maggiore continuità di risultati, Caraffini e soci si dirigeranno alla volta del “Botti”, campo che ospita le gare della Cittadella Vis San Paolo (1), l’altra formazione senza vittorie che chiude il girone A. Per una volta quelli del Pallavicino faranno il tifo per i cugini colornesi, che a loro volta non vogliono più commettere passi falsi.

Fischio d’inizio su tutti i campi alle ore 15.30. Unica eccezione sarà la gara tra Castelvetro e Bagnolese, che prenderà il via con un’ora di ritardo rispetto alle altre.

 

(In copertina, un’azione di gioco del match Agazzanese-Salsomaggiore 3-2 – Foto Leandro Cavanna)

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Eccellenza