SEGUICI SUI SOCIAL

Eccellenza

Anteprima Eccellenza: parmensi attese da Casalgrandese, Folgore Rubiera e Rolo

Anteprima Eccellenza: parmensi attese da Casalgrandese, Folgore Rubiera e Rolo

L’ultimo weekend di ottobre coincide con l’inizio di un tour de force degno delle squadre che giocano la Champions League. Prima dell’infrasettimanale di mercoledì, l’Eccellenza (girone  A) scende in campo domani per la nona giornata stagionale; le parmensi, che continuano a non ingranare risultati positivi, saranno chiamate a fare la voce grossa in un turno che propone tre scontri con i team della vicina provincia reggiana.

Il “derbyssimo” di sette giorni fa, recuperato in extremis tra le mura del “Ballotta”, deve segnare il punto di svolta nella stagione della Fidentina (4). Ancora invischiata nelle zone paludose della graduatoria, la squadra borghigiana è alla caccia dei primi punti nelle gare in trasferta, dove sin qui sono arrivate soltanto dure batoste. Nel pomeriggio di domani, i granata faranno visita alla cenerentola del campionato, la Casalgrandese (1) che si presenterà con tanto di nuovo coach in panchina: in settimana, infatti, si è consumato l’avvicendamento tra l’ex Cristian Borghi (che si era dimesso il 15 ottobre, dopo il ko col Nibbiano) e il suo successore Cosimo Cifarelli, che avrà il compito di rivitalizzare una compagine che sembra già rassegnata. Per prima cosa, l’ex allenatore di Povigliese, Sant’ilario, Cadelbosco e Real San Prospero, con l’intenzione di trasmettere quanto prima le sue idee legate a concretezza e organizzazione, ha portato a quattro le sedute di allenamento settimanali per i biancoblù, che sicuramente dovranno registrare la difesa (la più perforata del girone, con 21 gol al passivo). La Fidentina, dal canto suo, il cambio tecnico lo aveva deciso già dopo tre giornate: nelle prime cinque uscite con Francesco Montanini in panca sono arrivati tutti i punti fatti da Ferretti e soci. Quattro, che potrebbero diventare sette se domani in terra reggiana la Fidentina dovesse fare bottino pieno. Si presenta come un delicato match salvezza, per entrambe sarà obbligatorio vincere. Assenze pesanti da una parte e dall’altra: i reggiani saranno orfani di Silipo (squalificato per tre turni) e Maimone (assente di lungo corso per motivi personali), tra le fila dei parmensi forfait certi per Pasaro (ancora ai box) e Spagnoli (che dovrà scontare l’espulsione rimediata col Salso). Coach Montanini, per il resto, avrà tutto il gruppo a disposizione, compreso il rientrante Faelli, il quale, comunque, non dovrebbe far parte dei diciotto definitivi della partita.

A proposito di Salsomaggiore (2): per la legge dei grandi numeri anche i gialloblù dovranno sbloccarsi, prima o poi. Sette giorni fa, a Fidenza, ci erano andati vicinissimo, con la prima vittoria stagionale sfumata in extremis. Il team termale ha comunque portato a casa un pareggio non solo utile per fare morale, ma anche per interrompere l’incantesimo del “Ballotta”, da dove, da sei stagione a questa parte, era sempre uscito con le ossa rotte. Certo, la rete fidentina dell’1-1 messa a segno da Aracri allo scadere, potrebbe avere ripercussioni psicologiche pesanti sulla banda di mister Bazzarini, che chiederà ai suoi ragazzi la massima attenzione contro la temibile Folgore Rubiera (11): i salsesi non potranno sbagliare un colpo dinnanzi alla straripante forza della compagine reggiana, che in rosa vanta elementi quali Hoxha, Greco, Addona e Barozzi. Tanto per citarne solo alcuni. Gli uomini di mister Vacondio, reduci dal primo stop in campionato, arrivato nella trasferta bolognese di Zola Predosa, non potranno concedersi un’altra domenica senza punti se non vorranno vedersi troppo distati dalle zone nobili. Il Salso, ora penultimo, è a -9 dalla quota salvezza diretta e cercherà il secondo risultato utile al “Francani” dopo lo 0-0 contro la Bagnolese alla quinta.

La rassegna delle formazioni parmensi di Eccellenza si conclude con il Pallavicino (11) che al “Cavagna” riceverà un Rolo (11) che sembra aver trovato quello smalto che era mancato nelle partite iniziali. Merito forse del cambio di panchina: dall’arrivo di coach Gallicchio sono già stati messi a segno 7 punti sui 9 disponibili nelle tre precedenti gare. Sarà un impegno ostico per i blues, che sono reduci dal pari con la Bagnolese e dalla vittoria di Nibbiano e desiderosi di imprimere un’ulteriore accelerata al proprio cammino, sin qui soddisfacente. Gli uomini di Piscina proveranno a migliorare il rendimento casalingo (0,33 punti a gara) e a fornire un’altra bella prestazione per provare a convivere con le big del campionato. Non ci sarà bomber Girometta, fermo ai box: per quanto riguarda la coppia d’attacco Cossetti, Lombardi e Tommasini si contenderanno le due maglie disponibili.

Tra le altre partite in programma va segnalato l’inedito scontro al vertice tra i modenesi della Solierese (17), attuali secondi, e i bolognesi dell’Axys Zola (21), che hanno messo in fila 7 vittorie consecutive. Senza coach notari in panchina, causa squalifica, la Rosselli Mutina sarà impegnato sul della matricola Agazzanese (11), che proverà a realizzare il sorpasso. Il Nibbiano & Valtidone () cerca riscatto nella lontana trasferta sul campo sintetico del Fiorano (11). Intrigante anche la sfida (in programma alle ore 15.30) tra Sanmichelese Sassuolo (16) e Bagnolese (16) che potrebbe regalare alla vincente il secondo posto in classifica.

Ricordiamo, infine, che le partite da domani per tutta la fascia invernale, si disputeranno a partire dalle ore 14.30. Stanotte, infatti, scatta l’ora solare: dormiremo un’ora in più, ma usufruiremo di un’ora di luce in meno.

 

(Un momento del derby Fidentina-Salsomaggiore 1-1 dell’8^ turno – ©Foto Marco Palmucci per Fidentina As)

 

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Eccellenza