SEGUICI SUI SOCIAL

Eccellenza

Eccellenza: disastro parmense, si salva solo il Pallavicino

Eccellenza: disastro parmense, si salva solo il Pallavicino

Tranne che per il Pallavicino, in Eccellenza è un periodo nero per le formazioni parmensi. Il Salsomaggiore è il fanalino di coda del girone A con soli 3 punti (3 pareggi), la Fidentina è terz’ultima a quota 8 (2 vittorie e 2 pareggi). Numeri impietosi che confermano la crisi del calcio nostrano a certi livelli, tant’è che dalla serie B (Parma Calcio) all’Eccellenza c’è un vuoto incredibile. I motivi sono molteplici e meriterebbero giorni di riflessione e dibattito, ma preferiamo restare concentrati sull’attualità.
Il Pallavicino è reduce da una settimana da incornicare, tre vittorie di fila: nel derby con il Salso, in Coppa Italia contro la Rosselli Mutina e domenica scorsa in casa contro la Casalgrandese. Vittorie che hanno portato il morale a mille e, soprattutto, hanno consentito alla squadra di mister Piscina di abbandonare le zone rosse della classifica.
I numeri complessivi delle tre parmensi, però, restano allarmanti: sommando i punti conquistati da Pallavicino, Fidentina e Salso, 29 in tutto (in 13 giornate), non basterebbero a raggiungere la vetta della classifica, attualmente occupata dall’Axys Zola (32). Il Salso (5) e la Fidentina (9) hanno rispettivamente il secondo e il terzo peggior attacco del torneo; oltre ad essere tra le peggiori difese con 23 (Salso) e 20 (Fidentina) reti subite. Tra l’altro entrambe le squadre hanno già cambiato i propri allenatori, ma al momento i risultati non si vedono.
Il campionato è ancora lungo e i margini per crescere ci sono e la speranza è sempre l’ultima a morire.

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Eccellenza