© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Eccellenza gir. A

Toto-formazione: come giocheranno Borgo, Colorno, Felino e Piccardo?

Toto-formazione: come giocheranno Borgo, Colorno, Felino e Piccardo?

Manca sempre meno all’inizio della stagione 2019/2020 e il toto-formazione è partito. In Eccellenza, si respira parecchia curiosità attorno alle mosse di Borgo San Donnino, Colorno, Felino e Piccardo Traversetolo che, dopo le novità di mercato, stanno studiando le migliori soluzioni tattiche per farsi trovare pronte ai primi appuntamenti ufficiali. E, mentre i giocatori delle quattro squadre parmensi sudano e lavorano in fase di preparazione, noi di SportParma abbiamo provato a giocare con i moduli e abbiamo ipotizzato i probabili schieramenti. Vediamoli nel dettaglio.


Legenda formazioni:
IN MAIUSCOLO i nuovi acquisti;
in minuscolo i giocatori riconfermati dalla passata stagione.


BORGO SAN DONNINO (all. Rastelli, nuovo)

IL MODULO: Sembrano esserci pochi dubbi: il nuovo tecnico Luca Rastelli, alla sua prima esperienza in panchina dopo la gloriosa carriera da attaccante, punterà sul 4-3-1-2.

I GIOCATORI CHIAVE: Spanu, leader e capitano, sarà il numero uno indiscusso; pochi dubbi anche sulla coppia di centrali, formata dal riconfermato Soregaroli e da Bertoli, preso dal Lentigione. Fontana e Polichetti rappresentano due certezze per una mediana di Eccellenza. Punti fermi in attacco i nuovi innesti Guazzo, ex Parma, e Napoletano.

I BALLOTTAGGI: Furlotti e Scaffardi si giocano una maglia da titolare e uno slot da under sulla destra. A sinistra diamo per favorito l’ex professionista Passera che, però, in passato è stato frenato da gravi infortuni; il giovane Melegari rappresenta più di una valida alternativa. Grande concorrenza per il ruolo di trequartista, conteso da tre giocatori: i millennials Saia e Rizzi si alterneranno a seconda della scelta degli altri under, ma attenzione anche a Lorenzini (ex Massese), che potrebbe approfittarne qualora venissero battezzati due esterni di difesa giovani.

Terzino destro: Furlotti (’99) – Scaffardi (’99)
Terzino sinistro: Passera – Melegari (’00)
Trequartista: Saia (’00) – Rizzi (’02) – Lorenzini

 

 

 


COLORNO (all. Mattia Bernardi)

IL MODULO: Il nuovo corso gialloverde ripartirà dal 4-3-3, anche se per mister Bernardi questo modulo non è un dogma e, talvolta, potrebbe mutare forma (4-2-3-1).

I GIOCATORI CHIAVE: La rivoluzione di mercato impone cautela nelle nostre supposizioni. Certo è che i gialloverdi ripartiranno dallo storico capitano Caraffini, in coppia con l’ex Rolo Bonacini. Indiscutibile il talento del nuovo arrivato Bandaogo, così come quello del riconfermato Lari: difficile fare a meno di loro. Ma attenti a Juric. L’argentino Selpa sarà il numero 9 di riferimento. 

I BALLOTTAGGI: La rosa è molto giovane e presenta parecchi under un po’ in tutti i settori: azzardare l’undici-tipo rischia di essere un vano tentativo. Il portiere titolare dovrebbe essere Mora (’00), ma il ballottaggio col più giovane Giaroli potrebbe portare a rivoluzionare gli altri reparti. Sulla fascia destra la concorrenza è serrata: ci sono Setti, “Sam” Crescenzi e persino il baby Russo; meno alternative a sinistra, dove figura il solo Spagnoli. Terranova e Traorè si contenderanno il posto e lo slot del ’99, sempre ammesso che Bernardi non decida di schierare due 2000. Lo sloveno Juric sarà molto di più di un’alternativa per il centrocampo, così come Raggi per l’attacco. Da valutare Barusso che, seppur con un possibile utilizzo part-time, sarà uno dei senatori.

Portiere: Mora (’00) – Giaroli (’01)
Terzino destro: Setti – Crescenzi (’00) – Russo (’02)
Centrocampista centrale: Arati – Barusso
Mezzala destra: Lari – Juric
Ala destra: Terranova (’99) – Traorè (’99)
Ala sinistra: Carlucci (’01) – Raggi – Lari


FELINO (all. Massimo Abbati)

IL MODULO: Difesa a 4 e centrocampo a 3 non si discutono. Da capire come il nuovo mister Abbati sistemerà il suo tridente offensivo: se con un fantasista (Lancellotti) alle spalle di due attaccanti oppure con due esterni e un’unica punta nel cuore dell’area.

I GIOCATORI CHIAVE: Dopo diversi addii illustri, il capo gruppo sarà il difensore centrale Pappalardo, che a inizio settembre tornerà a pieno regime dopo l’operazione al ginocchio. La star della squadra continuerà a essere l’attaccante Lancellotti; Di Giuseppe e Mora saranno due dei tre giovani da schierare ogni domenica. Sebbene sia nuovi arrivi, Basso e “Cris” Crescenzi saranno pedine chiave del centrocampo.

I BALLOTTAGGI: Al momento sembrano esserci pochi dubbi sull’undici di partenza dei rossoblù. Ferrari sostituirà Pappalardo in difesa, in attesa del suo rientro. L’unico cruccio riguarda l’attacco, dove Pettenati si giocherà la maglia da titolare con il coetaneo Beatrizzotti e, forse, anche con Teke (ma quest’ultimo non è un attaccante). I centrocampisti Adofo e Gennari saranno dei validi sostituiti, nei momenti di necessità, di un terzetto titolare che sembra scontato.

Attaccante: Pettenati (’01) – Beatrizzotti (’01) – Teke (’01)

 

 

 

 


PICCARDO TRAVERSETOLO (all. Marcello Melli)

IL MODULO: L’esordiente Melli ha dimostrato, nella sua brillante gestione della Juniores, di prediligere il 4-3-3. Ma – alla luce dell’ampia rosa e del mercato che ha portato nomi illustri – ogni soluzione tattica sarà possibile. Quindi, non appare come eretico ciò che vi stiamo per proporre: per far coesistere tutti i “big”, la Piccardo potrebbe anche varare la difesa a tre (3-5-2 o 3-4-3).

I GIOCATORI CHIAVE: Ci limitiamo a fare l’elenco: in difesa, oltre ai leader Rieti e Santurro, è arrivato un profilo di spessore come quello di Traorè. A centrocampo s’è aggiunto Pessagno ai già presenti Savi, Lusoli, Fornaciari. Davanti sono tutti volti nuovi, ma c’è l’imbarazzo della scelta: Caputo, Hoxha, Delporto, Fanti, Kulluri… E ci fermiamo qui.

I BALLOTTAGGI: La competizione più serrata riguarderà i giovani delle annate 2000 e 2001, che si contenderanno le uniche due maglie a disposizione. Ma individuare i possibili ballottaggi in una formazione che potrà manifestarsi in forme differenti risulta un’impresa inutile. Forse potrebbero essere più illuminanti le possibili alternative tattiche che mister Melli sta studiando in queste prime sedute d’allenamento.


 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Eccellenza gir. A