Connect with us

Promozione

Anteprima Promozione: derby in primo piano. Fari puntati su Felino-Colorno

Anteprima Promozione: derby in primo piano. Fari puntati su Felino-Colorno

Prima di mandare la testa in vacanza per tre settimane, dopo mesi di corsa senza sosta, vi siamo debitori dell’ultima anteprima del 2017 sulle partite in programma nel weekend di Promozione. Il girone A è apertissimo a ogni esito, sia in vetta che in coda.

A farla da padrona e a catalizzare tutte le attenzioni ci sarà – e si fa senza dirlo – una gara su tutte: Felino (36) contro Colorno (35), per altro la partita SportParma del weekend (highlights e interviste in esclusiva online poche ore dopo il fischio finale, ndr). Il big match fra due tra le tre superpotenze che stanno dominando il campionato è atteso con ansia da mesi. Anche perché l’esito di questa partita potrebbe spostare gli equilibri, visto che gli scontri diretti giocati contro la Piccardo dalle due sopracitate sono terminati in parità. Al “Bonfanti” non ci sarà più Hicham Miftah, “scaricato” dai rossoblù, ma potrebbe giocare il nuovo arrivato Mazzera, data la concomitante assenza per squalifica a centrocampo di D’Urso. Il Colorno non dovrebbe essere troppo diverso da quello visto nelle ultime settimane, con gli esterni Contu e Daolio e il trequartista Galli a supporto di bomber Delporto. Come andrà a finire? Lo vedrete nei nostri filmati.

Se da un lato tutti i riflettori saranno puntati sul “Bonfanti” come campo principale della domenica, dall’altro non va sottovalutata l’importanza della sfida del “Delgrosso” dove il San Secondo Parmense (8) difficilmente potrà stoppare la bella e convincente Piccardo Traversetolo (9) ammirata nelle ultime uscite. Con un successo, il team gallonero sarebbe sicuro di tenere in mano lo scettro di campione d’inverno: infatti, in caso di arrivo a pari punti con il Felino, in attesa del return match, la differenza reti premierebbe la formazione allenata da Dall’asta, sin qui l’unica ad aver conservato l’imbattibilità. I traversetolesi, inoltre, riavranno Santurro, al rientro dopo lo stop. Per la formazione della bassa, padrona di casa, solita situazione di classifica disperata: se si prende in considerazione il quindicesimo posto, i playout distano 5 punti.

Altro derby caratterizzante e, soprattutto, indicativo ai fini della lotta per il quinto posto playoff è Noceto-Langhiranese, le due squadre che si stanno dando battaglia al pari della Medesanese per provare a tener vivi entrambi gli spareggi di fine anno. Le due compagini, di recente, hanno subito qualche ko di troppo. A differenza della Langhiranese (25), che va al tappeto da 3 giornate di fila e che nelle ultime 4 ha ottenuto 1 punto, i locali del Noceto (25) hanno subìto 2 ko con big del calibro di Piccardo e Brescello, ma hanno anche vinto le gare contro Fontana e Marzolara.

La Medesanese (25), impegnata tra le mura amiche contro l’insidioso Gotico Garibaldina (22) non potrà permettersi passi falsi. Infatti, uno scivolone interno tra le mura del “Maniforti” non solo rimetterebbe in carreggiata i piacentini di mister Mazza, ma consentirebbe alle tre di testa, avanti di una decina di punti, di allungare e di mettere una grossa pietra sul sogno dei due playoff. Senza lo squalificato capitano Guasti, la squadra di Peraddi, reduce dal successo di Langhirano, è pronta alla prova della maturità.

Domenica pelosa per il Borgo San Donnino (21) che tra le mura amiche dovrà vedersela contro una squadra in seria difficoltà ma sempre ostica da affrontare, il Fontana Audax (14). I ragazzi allenati da bertini difficilmente potranno aspirare a un qualcosa di più di una salvezza tranquilla nella seconda parte di stagione, ma sicuramente vorranno raggiungere la soglia “tranquillità” quanto prima possibile. Quello che non riesce ala formazione castellana, che avrebbe bisogno di sbloccarsi, dato che il successo latita addirittura dallo scorso 22 ottobre. Tra i fidentini pesanti le assenze degli squalificati Marchignoli e Scaffardi, dopo i rossi di Colorno.

L’altra squadra di Castel San Giovanni, la Castellana (23), sarà lo sparring partner del Marzolara (22): sarà un classico incontro tra due formazioni “sazie”, visto che già in questo girone di andata sono riuscite a portare a casa i punti necessari per mantenersi in linea di galleggiamento. Coach Savi partirà con una squadra piuttosto incerottata e che accoglierà la sosta natalizia a braccia aperte. La formazione della val Baganza dovrà fare a meno di Iacca (operato alla caviglia, poi dovrà fare anche i legamenti), Bottali (pubalgia) e Berti (stiramento), senza dimenticare altri elementi della rosa con acciacchi più o meno gravi.

Sfida importante all'”Unicef” di Viarolo per la zona salvezza. La Viarolese (21), che ha intenzione di consolidare il margine di due punti sulla zona calda della classifica, dovrà essere brava a fermare il tentativo di rimonta del Terme Monticelli (7), iniziato con i pareggi contro San Donnino e Felino e proseguito grazie alla vittoria sul Montecchio. La squadra termale è sempre ultima in classifica, ma grazie agli ultimi risultati utili si è portata a ridosso del San Secondo e a 6 dalla zona playout. In più, i nuovi volti arrivati sul mercato (in ultimo quello del difensore Siraj Munir dal felino) hanno rinvigorito le speranze del presidente Ferrari di poter mantenere questa categoria.

Per la Biancazzurra (13), impegnata in casa contro il Brescello (21), non sarà facile muovere la classifica. L’avversario è di quelli tosti e, soprattutto, i gialloblù godono di ottima salute: lo dimostra la serie di 6 risultati utili consecutivi (16 punti sui 18 disponibili) che ha permesso alla banda di Piccinini di arrivare agevolmente poco sotto la metà della classifica. I sorbolesi, oltre a voler esultare in quello che può essere considerato un derby dell’Enza, devono iniziare a incamerare punti per risalire la china.

Ma chi più di tutti perversa in una situazione di profonda crisi è il Carignano (12), a secco di vittorie dal 12 novembre scorso. La formazione giallorossa, addirittura, ad oggi sarebbe la terza squadra direttamente retrocessa in Prima Categoria, dato il distacco di 7 punti con la tredicesima classificata, il Montecchio (19), avversario di domani. Senza il difensore Graziano, fermato dal giudice sportivo, mister Barbarini vorrà chiudere in modo meno amaro questo girone di andata, centrando per la terza volta in stagione i tre punti; anche perché un successo gli consentirebbe sicuramente di mangiare il panettone e di rimescolare le carte in chiave spareggi. Per farlo, il club parmigiano si è affidato ai ritorni di tre vecchie volpi quali Batchouo, Nardi e Tognoni, da cui ci si aspettano le prime prodezze. Hanno salutato il sodalizio di via Cinghio i centrocampisti Pin e Greci (quest’ultimo probabilmente al passo d’addio col calcio giocato).

Ricordando il canonico appuntamento col fischio d’inizio per le 14.30 di domani, cogliamo l’occasione per augurare a tutte le squadre parmensi una buona ultima domenica (del 2017) di calcio, ma soprattutto buone feste di Natale. E speriamo che sotto l’albero ci siano i regali richiesti nelle tradizionali letterine…

(In copertina, un momento di Noceto-Marzolara 1-0, valevole per la 15^ giornata)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Promozione