Connect with us

Promozione

Anteprima Promozione: salvezza in palio a Marzolara e Noceto. Derby Piccardo-Monticelli

Anteprima Promozione: salvezza in palio a Marzolara e Noceto. Derby Piccardo-Monticelli

L’evento più atteso del fine settimana di Promozione sarà la sfida tra le super potenze Brescello (30) e Colorno (50) che si sfideranno in terra reggiana dinnanzi al pubblico del “Morelli”. Nonostante una lunga e recente scia positiva (terminata soltanto sette giorni fa), a causa del rendimento al di sotto delle aspettative nelle prime dieci giornate d’andata, il Brescello non competerà per i vertici del girone A, ma potrà sicuramente dire la sua in una partita secca come quella di domani. Mancheranno diversi protagonisti, da una parte (Gozzi e Ferretti) e dall’altra (lo squalificato Riccardi, l’infortunato Mambriani e, forse, l’influenzato Melegari). Il tecnico dei gialloblù Piccinini (che seguirà dagli spalti, perché squalificato sino al 21 del mese), grande ex di turno per i suoi trascorsi in canarino, proverà a mettere i bastoni tra le ruote al collega Bernardi, che dalla ripresa non ha più sbagliato un colpo. Il Colorno, infatti, ha fatto en plein di successi ed è balzato in vette, in compagnia del Felino.

Felino (50) che se la vedrà in trasferta contro un’altra squadra in leggero ritardo sulla tabella di marcia prevista in estate, ovvero il Gotico Garibaldina (37). I piacentini occupano il quarto posto ma, a causa dell’eccessivo distacco in termini di punti, ad oggi sarebbero tagliati fuori dal discorso playoff. I ragazzi di Mazza però sanno come far male alla corazzata rossoblù, visto che all’andata espugnarono il “Bonfanti” (e sin qui sono stati gli unici). Il team felinese sembra aver trovato sotto la guida di Garulli ancor più continuità di risultati: e così, dopo i successi con Piccardo e Langhiranese, Mezgoru e soci completeranno il terribile trittico e cercheranno di superare l’esame di maturità rappresentato dalla sfida del “Levoni”.

Tra le partite in programma in terra parmense la più attesa è senza dubbio il derby fra Terme Monticelli (14) e Piccardo Traversetolo (46). Due realtà distanziate da 13 km e, soprattutto, 36 punti in classifica; ma quel che allontana più di tutto le due compagini sono gli opposti obiettivi stagionali. Da un lato, i padroni di casa che hanno centrato due successi nelle ultime tre partite, hanno bisogno soltanto della vittoria per recuperare il terreno perduto nei confronti delle concorrenti salvezza; dall’altro, gli ospiti che dichiaratamente puntano al salto in Eccellenza, ma che devono fare i conti con un periodo di forma negativo: infatti, la squadra di Dall’Asta è reduce da 2 ko di fila.

Considerata le ridotte distanze in classifica, possiamo attribuire a tutte le altre partite in programma un importante significato in chiave salvezza. A partire dal match del “Noce”, dove i padroni di casa del Noceto (33) avranno un bel da fare nell’avere la meglio su una squadra ostica quale la Biancazzurra (25). La squadra di Delmonte – che quasi costantemente alterna una sconfitta a una vittoria – è giunta a un passo dal dodicesimo posizionamento e, per raggiungerlo, stavolta avrà bisogno di dare continuità al proprio rendimento. L’undici allenato da Bacchini, al contrario, nonostante il buon peridoo di forma (7 punti in 3 gare), non può permettersi una domenica di vacanza per non rischiare di doveri guardare le spalle.

Posta in palio molto alta anche all'”Amoretti” perché il Marzolara (26) non sa più vincere da due mesi: l’ultimo successo è datato 10 dicembre, contro il San Secondo. Certo, l’incrostata squadra di Savi sta pagando i numerosi infortuni di lungo corso e le molte assenze (a proposito: domenica out Bortone per squalifica), che hanno ridotto all’osso i membri effettivi della rosa, “rimpolpata” nelle ultime giornate dai giovani della Juniores. La squadra della val Baganza riceverà i cugini del Carignano (22), a cui ha sicuramente giovato il cambio di guida tecnica. Sotto la gestione Brandolini è arrivata la convincente vittoria sul Brescello. Ma una rondine non fa mai primavere: ai giallorossi, dunque, l’arduo compito di dimostrare che la prestazione di una settimana fa non era stato un fuoco di paglia.

Il filotto di 4 ko consecutivi costringe la Langhiranese (31) ad abbandonare i progetti playoff e a correre ai ripari per non rischiare di essere risucchiata nelle zone paludose. La truppa di mister Paoletti ha ancora un buon margine sulle ultime posizione, grazie allo splendido girone d’andata disputato ad alti ritmi, ma la crisi di risultati va avanti da diverso tempo e potrebbe proseguire perché il Montecchio (25) è un avversario duro a morire. E lo ha dimostrato nel turno precedente, battendo addirittura la Piccardo Traversetolo.

Match delicato quello tra Medesanese (33) e Borgo San Donnino (27): non tanto per la situazione di classifica, quanto per il momento di forma di entrambe le squadre. Parlare di crisi per gli uomini di Peraddi forse è esagerato, ma sicuramente il periodo di carestia è appena iniziato. A complicare tutto ci si sono messi i numerosi infortuni (due su tuti quelli dei fratelli Guida), che hanno snaturato l’ossatura della formazione biancoblù, costretta a convocare e schierare sistematicamente molti giovani Juniores. Stanno meglio i fidentini che hanno inanellato una mini serie positiva (4 punti nelle ultime due), lasciandosi così alle spalle la serie negativa fatta registrare tra dicembre e gennaio (2 pareggi e 3 sconfitte). Infine, da ricordare che il match segnerà il ritorno al”Maniforti”, per la prima volta, di mister Bertani, dopo l’esonero dell’autunno 2015 quando era alle dipendenze del presidente Ceci.

La trasferta al “Soressi” di Castel San Giovanni potrebbe essere un momento spartiacque della stagione della Viarolese (27), tornata alla vittoria sette giorni fa nella gara contro il San Secondo. La squadra azzurro-granata ha solo un margine di 2 punti sul tredicesimo posto, 6 in più rispetto al Fontana Audax (21) terzultimo e prossimo avversario. I piacentini dopo il pesante ko subito contro il Colorno dovranno obbligatoriamente andare a punti per non  far andare in fuga una diretta concorrente.

Chiude il nostre recap la sfida tra San Secondo Parmense (8) e Castellana (32). Il copione della partita pare esser già scritto, con i bianconeri – ultimissimi e reduci da 8 ko consecutivi – che sembrano destinati a recitare il ruolo di sparring partner. L’obiettivo salvezza per i ragazzi di mister Macchetti sembra a tutti gli effetti esser stato abbandonato; vedremo come si comporteranno Grillo e soci da qui al termine della regular season. Intanto, domani al “Delgrosso” arriva la compagine piacentina che in trasferta, sin qui, ha raccolto 13 punti.

Fischio d’inizio su tutti i campi alle ore 14.30 di domani.


(Nella foto di copertina un momento saliente di Noceto-San Secondo Parmense 2-0 del 21^ turno)

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Promozione