SEGUICI SUI SOCIAL

Promozione

Anteprima Promozione: in vetta è fuga a quattro. Il Noceto nella tana del Brescello

Anteprima Promozione: in vetta è fuga a quattro. Il Noceto nella tana del Brescello

Quattro squadre in quattro punti. E quattro giornate da disputare, prima della pausa natalizia, che potrebbero indirizzare il cammino delle teste di serie Felino, Colorno, Piccardo Traversetolo e Langhiranese, in lotta per lo scettro di campione d’inverno del girone A di Promozione.

La capolista Felino (29) per consolidare il primato sarà obbligato a tornare a casa dal “Notari” di Montecchio con i tre punti. Negli ultimi 270 minuti di campionato i rossoblù hanno rallentato il passo (solo 4 punti conquistati), permettendo così alle inseguitrici di accorciare il gap; il Montecchio (16), padrone di casa, non è però l’avversario più soft da affrontare in questo periodo. Il team reggiano scoppia di salute, tant’è che è imbattuto esattamente da 7 partite, nelle quali ha raccolto 3 pareggi e 4 vittorie (consecutive, dalla nona alla dodicesima giornata). Gussoni dovrà fare a meno dello squalificato Bahie, mentre sul fronte opposto il collega Pioli può essere fiducioso perché Angelini, sulla via del recupero dopo un risentimento, dovrebbe far parte della lista dei diciotto.

Per lo straripante Colorno (28) visto nel mese di novembre – 10 punti in 4 gare – l’incontro di domenica con la Castellana (18) rappresenterà un appuntamento da non mancare con la vittoria. I gialloverdi, seppur orfani di bomber Delporto (squalificato) e con un Bertoli non al meglio e a rischio forfait, proveranno a far valere la legge del sintetico del “Santa Sofia”, dove sono ancora imbattuti. L’imminente sessione di mercato, con i fratelli Bovi vicini al passo d’addio (si profila un trasferimento alla Governolese, club mantovano di Eccellenza) e con l’attaccante Piro che sarà a disposizione per l’ultima volta, prima di accasarsi altrove (Brescello in pole), potrebbe in questo senso condizionare le scelte iniziali di mister Bernardi, che comunque non vuole sottovalutare il team piacentino, reduce dalle preziose affermazioni con Monticelli e Carignano arrivate nel segno del trascinatore Roberto Odi (5 gol).

La Piccardo Traversetolo (27) tenterà di regalare una gioia al pubblico amico del “Tesauri”: l’avversario di turno, il Gotico Garibaldina (19), 1 punto nelle ultime 4, è in caduta libera. E la squadra di Mazza, dopo aver perso quota dal quinto posto valevole i playoff, è già posta di fronte a un banco di prova importante: l’ennesimo ko suonerebbe come una bocciatura per i piacentini, che nel torneo si sono già inchinati dinnanzi a Borgo San Donnino, Colorno, Brescello e, in ultimo, Marzolara. Il coach dei parmensi Dall’Asta dovrà rinunciare a Margini, fermato per due turni di squalifica dal giudice sportivo; a sostituirlo dovrebbe esserci il classe 2000 Sana, puntualmente utilizzato in luogo del capitano sull’out destro. Nardi e Tognoni, mai entrati negli schemi dei gialloneri, potrebbero essere a disposizione per l’ultima volta: su di loro le voci di un riavvicinamento al Carignano sono insistenti da almeno un paio di mesi.

La Langhiranese (25) sarà attesa da una trasferta insidiosa. I grigiorossi faranno visita all'”Unicef” a una spuntata Viarolese (19), rimasta orfana dopo la rocambolesca gara di Felino di Lavezzini (fuori per due turni), Eva, Badiali e Cavalli, tutti squalificati. Un successo consentirebbe alla Benemerita di mantenersi sulla scia delle “tre sorelle” e con il mercato alle porte diventerebbe lecito aspettarsi qualche rinforzo per mister Paoletti. Ospiti senza Tarasconi fermato dal giudice sportivo.

Se da un lato le parmensi sono protagoniste nelle zone nobili della graduatoria, dall’altro anche la zona rossa vede coinvolte diverse squadre del nostro territorio. In questo senso un match crocevia per capire su quali binari proseguirà la stagione sarà il faccia a faccia tra Carignano (11) e Biancazzurra (12), due club invischiati nella lotta playout. In una stagione sin qui avara di soddisfazioni, la formazione allenata da Alessandro Barbarini, terzultima classificata, punterà sul fattore “Padovani”, vero e proprio fortino inespugnabile. I sorbolesi, ko di Montecchio a parte, sono sempre andati a punti in questo mese di novembre: 2 vittorie e 1 risultato di parità sono serviti ad aumentare e rendere considerevole il margine di sicurezza sulla zona rossa.

Per San Secondo Parmense (5) e Terme Monticelli (2), desolatamente isolate sul fondo classifica, ogni domenica inizia già ad avere il sapore dell’ultima spiaggia. I ragazzi della bassa parmense, privi di capitan Grillo a centrocampo e di Schiazza in difesa, tutti e due out causa squalifiche, dovranno provare a cancellare le ultime due sconfitte (entrambe accomunate dal passivo di 3-0) in casa dei piacentini del Fontana Audax (14), attardati rispetto agli obiettivi di inizio anno e a rischio coinvolgimento definitivo nella bagarre salvezza. I termali, invece, per scrollarsi dall’ultimo posto, devono iniziare a centrare i tre punti, che però sin qui non sono mai arrivati; i ragazzi di Botta escono sconfitti da 6 gare consecutive e, senza un immediato cambio di rotta, rischiano di alzare bandiera bianca in netto anticipo. Fisicaro e soci se la vedranno contro un Borgo San Donnino (17), che in classifica se la passa tutto sommato bene, anche se i fidentini hanno vinto solamente una gara delle ultime 5. Ci sono squalificati da ambo le parti: il centrocampista Setti da un lato, il difensore Soregaroli e il bomber Montali (capocannoniere a quota 10 gol) dall’altro.

Match tutto da seguire quello del “Morelli” tra il Brescello (14) e il Noceto (22), due formazioni che attraversano momenti di forma molto positivi. Nonostante una posizione ancora precaria, i reggiani sono reduci da un en plein di tre successi di fila: ora i ragazzi di Piccinini sono più vicini al traguardo salvezza, inaspettato ad inizio stagione, ma primo step da raggiungere dopo l’inizio da incubo. Quattro risultati utili consecutivi, invece, stanno spingendo i rossoblù allenati da Bacchini al quinto posto solitario; i nocetani (nella cui rosa, da qualche giorno, figura anche l’ex portiere di Colorno e Fidenza Pini, che era svincolato) non possono interrompere la serie positiva e rischiare di vedere scappare le quattro davanti.

Chiude, infine, il programma di giornata il derby tra le outsider Marzolara (19) e Medesanese (19), appaiate a pari punti. Alla vigilia sembra stare meglio l’undici della val Baganza, reduce da una storica vittoria in casa del gtoico Garibaldina; il team di Medesano, al contrario, ha portato a casa appena un pari nelle ultime tre. La classifica, però, continua a essere bellissima e, se alla fine la sfida dell'”Amoretti” dovesse avere un padrone, potrebbe diventare da sogno per una delle due.

(In copertina, un momento di Noceto-Montecchio 0-3 della 9^ giornata – Foto ASD Noceto Calcio)

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Promozione