© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Promozione gir. A

Focus Promozione: Borgo corsaro, ma niente vetta. Lotta playout infuocata

Focus Promozione: Borgo corsaro, ma niente vetta. Lotta playout infuocata

Domenica piuttosto interlocutoria nel girone A di Promozione. Il Borgo San Donnino si riscatta subito dopo il passo falso dell’ultima settimana e torna a vincere: la trasferta in casa della Pontenurese, ormai scarica, viene decisa dalla rete al 20′ di gioco di Burgazzoli, tornato protagonista in assenza di Montali, ancora squalificato. La vittoria scaccia crisi (1 punto nelle precedenti 2) non serve però ai ragazzi di mister Craviari a insediarsi al primo posto, che rimane occupato saldamente dalla Castellana Fontana: il team di Castel San Giovanni schiaccia per 5-0 il pericolante Luzzara e conserva il prezioso +2 sui fidentini.

A proposito di compagini di Fidenza, anche la sponda granata sorride per un successo non scontato e utile a incrementare il bottino in chiave playoff. La vittoria odierna sul Marzolara è stata sofferta per la Fidentina, al termine di una gara dalle mille emozioni. Ottimo il primo tempo del club della val Baganza, vicino al vantaggio al 20′ con un missile terra-aria dal limite di Ghirardi neutralizzato da una grande parata di Ghiretti. Ghiretti al 33′ rimedia ancora ad un errore difensivo. Al 37′, al primo vero affondo offensivo, i padroni di casa si mangiano il gol del vantaggio: su spiovente da punizione, il portiere Colacicco blocca un colpo di testa di Costa smarcato nell’area piccola. La ripresa si apre con un colpo di testa di Zuelli che sfiora la traversa. Poi, la Fidentina cambia marcia e tenta l’assedio. Ma al 21′ il Marzolara trova il vantaggio: un calcio di punizione dal limite viene deviato e diventa imparabile per Ghiretti. Sotto di un gol, la Fidentina si butta in avanti e al 25′ trova un calcio di rigore. Tira Terranova, ma Colacicco intuisce e sventa la minaccia, confermando la nomea del “pararigori”. Dopo alcuni minuti di smarrimento, la Fidentina riparte all’assalto e il Marzolara cede a centrocampo e si allentano le marcature difensive. E al 34′, Franchi da poco subentrato infila in diagonale la porta del Marzolara. La Fidentina ci crede e il Marzolara è sulle gambe. Arriva così il 43′ quando si decide la partita: un cross di Terranova trova Pasaro smarcato in area. L’attaccante granata di testa sigla il 2 a 1. Grande prova di carattere della Fidentina, che resta in corsa play off dopo un primo tempo inguardabile. Secondo tempo da incorniciare per il capitano granata Ferretti, ma il migliore in campo in assoluto è stato il portiere Colacicco, incolpevole su entrambi i gol.

Torna a correre, in chiave spareggi-promozione, pure il Brescello che con un gol per tempo stende la Langhiranese e torna a fare suoi tre punti che mancavano da troppo tempo. In vantaggio dopo 15′ con Addae, i reggiani rishciano di capitolare su un tiro di Pè (che si stampa sul palo), ma nelle battute finali trovano il raddoppio con un tiro di Pierri che si stampa sul legno ed entra in rete dopo la deviazione di schiena del portiere Ferrari. Il ko non fa troppo male alla Langhiranese, che resta con i suoi 37 punti al di fuori della zona playout; ma per salvarsi ci sarà da sudare nelle ultime due gare. Per il Brescello una vittoria di Pirro: il distacco dal secondo posto posto è di 7 punti e potrebbe essere colmato soltanto se il Borgo San Donnino dovesse incappare in un passo falso,

La bagarre playout, invece, diventa sempre più coinvolgente e appassionante. Gran parte del merito va dato al Basilicastello di mister Bizzi che oggi ha ottenuto la seconda vittoria consecutiva, grazie all’1-3 rifilato al Real Val Baganza, e si è portato a -5 dal Luzzara tredicesimo, riaprendo così il discorso anche per il secondo spareggio. Dopo un primo tempo senza gol, nella ripresa i rossoblù sono andati avanti due volte con i timbri di Ferrari (50′) e Rolli (60′); poi, il team di Sala ha accorciato con Gasparotto (74′), prima che il difensore goleador Barbarini ristabilisse le distanze a tempo scaduto, su rigore. La squadra di Basilicanova si giocherà il tutto per tutto nelle prossime due sfide con Pontenurese e Brescello. Nel mirino potrebbe esserci anche il quindicesimo posto del Noceto, che non ha sfruttato il turno contro la già salva Viarolese per aumentare il gap: all'”Unicef” è terminata 2-2, con i padroni di casa avanti due volte (autogol di Ferri al 24′ e Rigore di Gualtieri al 51′) e due volte raggiunti (rigore di Ruffini al 29′ e autogol dell’ex Ogliari al 75′). Amaro in bocca per i ragazzi di coach Cerri che, tra l’altro, hanno cestinato un altro rigore, al 53′, con Ruffini che si è fatto parare il tiro da Marcobello.

Infine, l’anticipo giocato ieri che aveva inaugurato la trentaduesima giornata. Il “Padovani”, per la terza volta di fila, si è rivelato campo nemico per il Carignano, che è stato battuto a domicilio dal Montecchio. Vittoria meritata per il team reggiano, apparso più intraprendente e più desideroso di meritarsi l’onorevole settimo posto; la strada per il team guidato da Gussoni si è spianato a inizio ripresa con l’espulsione di Mehmeti che ha fatto da prologo allo 0-1 firmato Zavaroni. Poi nel finale ha arrotondato il subentrato Poka. Mentre l’ex di turno Fiordelmondo ha messo a segno il gol del definitivo 1-2 che, perlomeno, gli è valso la soddisfazione dell’undicesima rete in questo torneo.

 

(In copertina, l’attaccante del Borgo San Donnino Matteo Burgazzoli – Foto Renzo Bellini)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Promozione gir. A