SEGUICI SUI SOCIAL

Promozione

Focus Promozione: il Colorno c’è, il Felino no. Medesanese bella e (con)vincente

Focus Promozione: il Colorno c’è, il Felino no. Medesanese bella e (con)vincente

Ventuno gol nelle partite del sesto turno del campionato di Promozione. Alcuni risultati odierni hanno dato una nuova forma alla classifica del girone A, al cui comando ora c’è solo una squadra, il Colorno. I gialloverdi hanno asfaltato per 5 reti a 0 il Brescello dell’ex mister Piccinini sul campo amico, vendicando così la sconfitta bruciante di agosto in Coppa. Inizio non semplice di partita, ma dopo aver sbloccato il risultato con una precisa punizione del cecchino Nicola Bovi (15′) la strada si è messa in discesa. Il raddoppio è arrivato con Delporto (34′) che ha trasformato un rigore assegnato per fallo su Contu. Gol contestato dai reggiani per un presunto (ma fortuito) doppio tocco dell’ex Fiorenzuola al momento della battuta. Il 3-0 è stato realizzato ancora una volta da Bovi (38′) che ha sfruttato un filtrante di Lungo sulla fascia. Nella ripresa è arrivata la tripletta dello scatenato Bovi (49′), indiscusso man of the match, e di Contu (63′). Sugli scudi anche il giovane Daolio, autore di una buona prestazione. Per rivedere quanto accaduto sul sintetico del “Santa Sofia” di Colorno ci sono gli highlights di SportParma (clicca qui).

Complice il ko interno subito dal Felino di mister Pioli nella sfida con i piacentini del Gotico Garibaldina – decisiva la rete allo scadere, su rigore, del bomber Cremona, giunto oggi a quota 6 gol -, al secondo posto sale la Langhiranese, che è tornata da Montecchio con il massimo del punteggio; i grigiorossi tornano così davanti ai cugini rossoblù (contro cui avevano subito il primo e unico ko stagionale non più tardi di sette giorni fa). Al “Notari”, contro i reggiani in grande affanno e bisognosi di punti, decide un gol in pallonetto di Aracri, su assist di Galloni. Nella ripresa sale in cattedra il portiere parmense Mingardi, che mantiene la propria porta inviolata, anche se i ragazzi di Paoletti avrebbero avuto più d’una chance (con Dalla Fiera, Galloni e Aracri) per chiudere la pratica. La vittoria di carattere in quel di Montecchio ci consegna la piacevole conferma dell’outsider grigiorossa nei piani alti della classifica; tornando al Felino, è arrivato il primo stop in campionato, con il conseguente scivolamento dalla vetta. Miftah e soci, che oggi hanno disputato un incontro arrembante e ricco di occasioni da gol, mancano però l’appuntamento con la vittoria per la seconda volta consecutiva al “Bonfanti”.

In zona playoff fa capolino anche la neopromossa Medesanese nel pomeriggio ha espugnato il “Tabloni” di Salso contro i padroni di casa del Borgo San Donnino. Risultato finale 1-3 per i ragazzi di Peraddi che hanno dominato in lungo e in largo dalle prime fasi della partita. Al 24′ Ruffini dal limite centra l’incrocio dei pali a Spanu battuto. Tre minuti dopo, Spanu è protagonista con una deviazione strepitosa sopra la traversa. Al 31′ Dede approfitta di un errore difensivo e viene atterrato al limite dell’area. Batte la punizione Ruffini, che non lascia scampo a Spanu. Il Borgo tenta la reazione e acciuffa l’1-1 al 42′ con Cardillo che, su corner, insacca di testa praticamente indisturbato. Il Borgo è ancora pericoloso al 44′, ma subito dopo si fa trovare impreparato da un affondo di Andrea Guida, che salta tutta la difesa e infila Spanu sul palo sinistro. Sull’1 a 2 si va al riposo. Nella ripresa, dopo soli due minuti, il portiere Esposito sventa la minaccia portata da Lacerra. Al 20′ il San Donnino deve capitolare nuovamente. Andrea Guida, già vicino al gol un minuto prima, completamente smarcato trafigge Spanu. Al 29′ il Borgo ha una grande occasione per riaprire la partita. Il direttore di gara vede un mani in area ospite e assegna un calcio di rigore. Si incarica della battuta Montali, che però spara alto. Secondo rigore casalingo consecutivo sbagliato dal centravanti ex di Colorno e Fidentina (tra le tante). Poco dopo, Cardillo viene espulso per proteste e il Borgo resta in 10. In superiorità numerica la Medesanese si limita a gestire. La partita si spegne così senza altri episodi significativi.

A quota 11 punti, assieme alla rivelazione Medesanese, c’è anche la sorpresa Noceto. I rossoblù di mister Bacchini, sconfitto soltanto alla prima giornata, hanno battuto in trasferta una spenta Biancazzurra, sempre più staccata sui bassifondi della classifica. Apre di testa Ferri al 7′ sugli sviluppi di un calcio di punizione, chiude Morsia all’83’. Nel mezzo i nocetani non sfruttano a dovere numerose occasioni da rete, specie nel primo tempo (prima del gol con Biondi e Selloum, dopo il gol ancora con Selloum e con Testa); nel secondo tempo i sorvolerei, padroni di casa e a caccia del primo successo stagionale, hanno preso coraggio e hanno osato di più, facendosi veramente pericolosi almeno un paio di volte dalle parti di Menta. Ma nel finale, dopo una buona amministrazione del vantaggio, ci ha pensato l’ex Fidentina Morsia a regalare lo 0-2 con un perfetto contropiede. Poco dopo occasione del  tris (non sfruttata) sui piedi del terzino Cabrini.

La Piccardo Traverserolo spazza via il tabù del campo “Riva” di Monticelli (dove nei precedenti storici si era limitato soltanto ad un pareggio e ad una sconfitta) e batte per 0-2 i termali. Vantaggio di Dallaglio (28′) che, pescato da Sessi al limite, lascia partire un diagonale imparabile; raddoppio di Mantelli (70′) che sfrutta una transizione di Tanzi e scaraventa in porta un pallone che non dà scampo al portiere di casa Bolzoni. Il Terme Monticelli, alla quinta sconfitta in sei giornate, chiude in dieci per il rosso a Baratta nel finale.

Un gol del giovane Ghidoni regala il successo casalingo alla Viarolese dinnanzi al più quotato Fontana Audax. La squadra di mister Fabbi, al terzo successo in campionato, è già salita a quota 10 punti in classifica. Cade, invece, in quel di Castle San Giovanni il San Secondo Parmense per mano di un rigore trasformato al 95′ da Odi, l’uomo del momento della neopromossa Castellana, alla terza marcatura nel torneo. Si spartiscono invece la posta in palio Carignano e Marzolara nell’unica gara terminata in pareggio in questa domenica. Al “Padovani” i giallorossi Vuka (ottima la sua prestazione) e Fiordelmondo (sempre letale su calcio da fermo) ribaltano l’iniziale vantaggio biancoblù di Poka. Ci pensa allo scoccare della sirena il fantasista Bottali, con un tiro-cross che beffa Dessena, a sigillare il 2-2 finale che porta nella cassaforte di mister Savi un prezioso punto.

 

(In copertina, un momento di Borgo San Donnino-Medesanese – ©Foto Bellini per Borgosandonninofc.it)

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Promozione