Connect with us

Promozione

Focus Promozione: goduria Felino, tris Colorno. Disastro Carignano, si dimette Barbarini

Focus Promozione: goduria Felino, tris Colorno. Disastro Carignano, si dimette Barbarini

Non possiamo non partire dal big match del “Tesauri” – seguito da vicino dalla nostra équipe (clicca qui per la fotogallery) – che vedeva contrapposte due fra le tre migliori squadre del girone A. Dinnanzi ad una folta cornice di pubblico, Piccardo Traversetolo e Felino non si sono risparmiate e si sono date battaglia per tutti i 90 minuti di gioco: a spuntarla, alla fine, sono stati gli ospiti, guidati dal debuttante Garulli, che con caparbietà hanno ribaltato l’iniziale svantaggio, in una gara decisa dagli episodi. Il team giallonero, schierato da Dall’Asta con un 4-3-2-1 in cui non ha trovato spazio dall’inizio il neo acquisto Martinez (scelto dall’inizio il tridente Mantelli-Dallaglio-Kulluri), si è fatto preferire in avvio per le trame di gioco; ma ad avere la prima chance sono stati i rossoblù, con il colpo di testa di Crescenzi, al 7′, fermato solo dalla parte alta della traversa. Al 12′ un contropiede azionato da Potenza, schierato nel ruolo di ala sinistra nel 4-1-4-1 confezionato dal nuovo coach felinese, ha portato alla conclusione capitan Mezgour che, nella deviazione sotto porta, non ha trovato per poco lo specchio.
Al 15′ l’episodio che ha sbloccato la partita: la Piccardo si affaccia in avanti con Dallaglio, che mette in mezzo; Curti, non troppo distante, interviene di mano. Per l’arbitro Giacometti di Gubbio è rigore. Dal dischetto Pioli incrocia forte col destro e non dà scampo a Terenzio, è l’1-0. La squadra di casa resta padrona del campo e non rischia più nulla o quasi (eccezion fatta per una conclusione dalla distanza di Lauriola, al 33′, facile preda del portiere) sino al termine della prima frazione.
Nei secondi 45′, il team di Traversetolo abbassa un po’ il raggio d’azione e il Felino ne approfitta per colpire. Al 5′ Reggiani sventa in volo una punizione insidioso di Potenza, che 1′ più tardi trova la rete dell’1-1 sfruttando al meglio una giocata di Mezgour dalla fascia destra e appoggiando in rete un comodo tap-in. Al 17′ Candio premia la sovrapposizione sulla destra di Potenza che mette in mezzo: altro colpo di mano ravvicinato all’interno dei 16 metri e altro penalty. Stavolta a favore degli ospiti che mandano dal dischetto Lauriola: il 10 rossoblù con un precisione sinistro segna e fa impazzire di gioia i suoi.
Il risultato non cambierà più, nemmeno dopo l’esordio di Leandro Martinez entrato al 12′ per uno spento Mantelli) e l’ingresso Attolini, con quest’ultimo vicino al gol al 25′ in un’azione aperta proprio da Martinez e rifinita da un cross al centro di prima intenzione, dall’out sinistro, di Dall’Aglio.

Il Colorno batte la Viarolese per 3 reti ad 1 e torna a occupare il primo posto in classifica, seppur in compagnia del Felino. I gialloverdi – che tornavano tra le mura amiche dopo quattro trasferte di fila – hanno piegato, non senza fatiche le resistenze della Viarolese, grazie alle reti di Bartoli (21′), Pessagno (26′) su rigore e Riccardi (94′); per gli ospiti il gol dell’ex Camara (al 31′) era servito soltanto ad accorciare momentaneamente le distanze. Su SportParma nelle prossime ore potrete vedere gli highlights della partita.

La Langhiranese viene rimontata dal Borgo San Donnino e cede 1-2 davanti al pubblico amico.  Dopo una serie di occasioni non sfruttate, anche per merito del portiere fidentino Spanu, la squadra di mister Paoletti sblocca il match al 32′, al termine di una bellissima azione sviluppata da Bertolazzi e Gennari e conclusa in rete di testa,, da Mercadanti. Il Borgo prova a reagire e Mingardi, numero uno locale, si supera parando un rigore – concesso per fallo su Montali – a Barbarini (42′). A inizio ripresa la situazione però cambia rapidamente, perché Montali al 50′ impatta, indovinando l’angolino sinistro; poi al 52′ arriva il raddoppio firmato da Pellegrini. La Langhiranese si getta in avanti, ma la fortuna non ci vuole vedere: i grigiorossi colgono la traversa per ben due volte, con Chierici (60′) e Gennari (65′). 

Con un gol per tempo il Noceto archivia la pratica San Secondo Parmense, sempre più fanalino di coda del campionato. Alla truppa di coach Bacchini basta un gol per tempo per regalare la nona sinfonia stagionale; apre le danze Bocchi al 9′ del primo tempo, che sfrutta un lungo lancio di Jibril che mette in imbarazzo Spaggiari e Schiazza, che si scontrano. E per l’attaccante nocetano è un gioco da ragazzi andare a rete. Il 2-0 arriva al 19′ della ripresa: contropiede di Partelli che verticalizza sulla fascia sinistra per Morsia, che entra in area e, dopo una serie di finte, va al cross sul secondo palo dove si avventa Guarini: destro al volo e partite in cassaforte.

Notte fonda in casa Carignano, oggi uscito sconfitto dalla partita che sapeva tanto di ultima spiaggia contro i piacentini del Fontana Audax. Al “Soressi” i castellani, reduci dal cambio del tecnico in settimana, hanno avuto vita facile vincendo addirittura per 4-0. A segno Zanaboni (33′), Oppedisano (58′), Abbiati (84′) e Visconti (86′). Una sconfitta di proporzioni molto pesanti per i giallorossi e per il loro tecnico Alessandro Barbarini (nella foto) che, subito al termine della gara, ha rassegnato le proprie dimissioni. Lascia la squadra al terzultimo posto, con 19 punti dopo 21 partite (4 vittorie, 7 pari e 10 ko). La società di via Cinghio, contattata dalla nostra redazione, ha confermato che la scelta dell’allenatore è irrevocabile; nelle prossime ore verranno valutati i profili migliori per la sostituzione.

Finisce a reti bianche lo scontro salvezza tra Marzolara e Montecchio (con i reggiani hanno chiuso in 9 uomini). Un pareggio che non risolve i problemi di classifica di entrambe le squadre.

Il Monticelli subisce una pesante scoppola a Brescello: 5-1. La squadra di mister Botta ha evidenziato grossi problemi difensivi ed è affondata sotto i colpi di Ouaden, autore di una tripletta (10′, 64′, 85′), Genova (22′) e Sconziano (28′). Allo scadere il gol della bandiera dei termali lo ha segnato Paini. Per il Monticelli è un brutto colpo, mentre la squadra di Piccinini prova a risalire la china, alla ricerca di quella continuità di risultati che in questa stagione non c’è mai stata.

Brutto colpo anche per la Medesanese superata in casa dalla Castellana, al termine di una partita nervosa e piena di polemiche per i due rigori assegnati alla Castellana e trasformati da Zarbano (52′) e D’Aniello (73′). E pensare che la Medesanese, seppur in versione rimaneggiata, era partita forte trovando il gol del vantaggio al termine di un buon primo tempo con Dede (44′). Il 3-1 finale porta la firma di D’Aniello (doppietta).

Niente da fare nemmeno per la Biancazzurra, battuta 2-0 sul campo della Gotica Garibaldina. La partita è rimasta in bilico fino alla fine, quando al 91′ Cremona ha chiuso i conti segnando il 2-0 finale. Il primo gol lo aveva segnato Volpe dopo appena 5 minuti dal fischio d’inizio.

Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Promozione

Cliccando su "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dei dati e utilizzo dei cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003)
Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi