Connect with us
 

Promozione

Focus Promozione: il Colorno si laurea campione. Marzolara e Viarolese salve

Focus Promozione: il Colorno si laurea campione. Marzolara e Viarolese salve

Il “Francani” di Salsomaggiore per il secondo anno di fila diventa terreno di conquista e festeggiamenti. Dopo il trionfo della passata stagione della Vigor Carpaneto, che era approdata in Serie D, oggi pomeriggio è stata la volta del Colorno che ha brindato al ritorno in Eccellenza dopo una sola annata (clicca qui). La squadra di mister Bernardi si è laureata campione del girone A con 74 punti (+5 sulle seconda in classifica), un risultato importante frutto di 22 successi e 8 pareggi stagionali, con appena 3 sconfitte all’attivo. I canarini oggi affrontavano sul campo salsese un Borgo San Donnino in cerca di vendetta dopo il bruciante ko dell’andata e voglioso di proseguire nella lunga serie positiva. Ne è uscito uno 0-0 elettrico e ricco di colpi di scena. Vi risparmiamo la cronaca della partita perché su SportParma sono disponibili gli highlights del match (clicca qui), filmati dal nostro inviato Daniele Bonezzi. Il Borgo, ancora inviperito dalla sconfitta dell’andata è stato vittima del nervosismo e ha chiuso in dieci per l’espulsione al 16′ del secondo tempo dell’ex Luca Montali (ammonito due volte, la seconda per simulazione) e con mister Bertani e il preparatore dei portieri Gasparini allontanati 2′ più tardi per gravi proteste nei confronti della terna arbitrale.

Il primato del Colorno è stato sancito anche dalla contemporanea sconfitta casalinga del Felino (al terzo ko nelle ultime 4), che tra le mura amiche ha ceduto il passo al Carignano in un derby assai sentito. I giallorossi di mister Brandolini, arrivati al “Bonfanti” da imbattuti negli ultimi 8 turni, sono passati in vantaggio con un gol al 30′ di Lombardi grazie a un tiro da fuori. Poi Mezgour, dopo soli 3′, ha insaccato in mischia per il momentaneo 1-1. Ma al 75′ un errore difensivo in uscita dei ragazzi di Garulli ha consentito a Guastalla di insaccare alla spalle di Terenzio con un preciso diagonale che ha regalato i tre punti ai giallorossi. Il Felino è apparso spento e demotivato, forse anche a causa del successo in Coppa della Piccardo che, riscrivendo le gerarchie in ottica promozione, ha tolto l’emozione della lotta finale.

A proposito di Piccardo Traversetolo, la squadra giallonera ha impattato (1-1) sul campo del Noceto, che andava alla disperata ricerca di punti per evitare gli spareggi retrocessione. Dopo un primo tempo di attesa, le maggiori emozioni sono arrivate nella seconda frazione di gara. Al 2′ Menta, in uscita, affossa Attolini in area di rigore: l’arbitro assegna il penalty, che viene calciato da Pioli. Pallone sul palo e Noceto graziato. Ma i ragazzi di Dall’Asta passano poco più tardi: è il 10′ della ripresa quando Mantelli scodella in area per Attolini che controlla e trafigge Menta. La Piccardo spreca diverse occasione e viene raggiunta nel finale in modo beffardo: al 42′ un errato disimpegno difensivo tra Margini e Ferretti consente a Biondi di intromettersi e di involarsi in porta. Contatto con lo stesso Ferretti all’interno dell’area, l’arbitro fischia il penalty che 1′ dopo viene realizzato dallo stesso Biondi. 1-1 che non cambia le sorti dei gialloneri, comunque secondi a pari punti col Felino; per il Noceto la salvezza sarà da conquistare all’ultima giornata, nello scontro di fuoco con la Langhiranese.

Menzione d’onore anche per le due frazioni del nostro territorio che a settembre, per il terzo anno consecutivo, potranno vantare le rispettive formazioni nel campionato di Promozione. Continua perciò la favola di Marzolara e Viarolese che conquistano con una giornata di anticipo l’ennesima salvezza memorabile. Il team della val Baganza ha battuto con una rete di scarto l’ormai derelitto San Secondo Parmense. A decidere la gara risicata del “Delgrosso” è stato il fantasista Bruschi, oggi al rientro, con un gol al minuto 50. L’undici di Savi è apparso un po’ sottotono e ha dimostrato in zona gol , specialmente con Poka, di non aver avuto la necessaria freddezza, ma alla fine è riuscito a spuntarla con merito, anche perché la squadra di casa non ha mai impensierito il portiere biancoblù Colacicco.
Vittoria anche per la squadra allenata da Fabbi che oggi ha chiuso il proprio percorso casalingo contro il Gotico Garibaldina: 2-1 all'”Unicef” per gli azzurro-granata, partiti forte con il bomber Camara, che al 15′ si è divorato un gol a tutti per tu con Anelli, ma 20′ più tardi si è fatto perdonare procurandosi e trasformando il rigore dell’1-0. Nella ripresa esca alla distanza la squadra di Mazza che trova il pari con il solito Cremona al 70′, ma a 5′ dal termine ancora l’indemoniato Camara realizza la personale doppietta e il gol che fa esplodere di gioia la compagine di Viarolo, che come il Marzolara ora ha ben 44 punti in classifica.

Tre punti d’oro per la Medesanese che con il successo odierno per 3 reti a 0 inguaia la Langhiranese, ora praticamente condannata ai playout, e spera ancora nella salvezza diretta. Ottima prestazione dei ragazzi di mister Benedetto che, pur orfani di Andrea Guida in attacco, hanno trovato un immediato vantaggio con Dibiba, a segno di testa all’8′ da corner. I grigiorossi, subìto il contraccolpo, creano svariate occasioni con Dalla Fiora, Mercadanti e Gennari, che però non trovano il bersaglio grosso. Verso fine primo tempo arriva il bis della Medesanese, che segna dalla distanza con Ruffini (40′). Nella ripresa, la compagine di Paoletti cerca di riaprire la contesa e ha diverse chance da goal (su tutte quelle di Xeka), ma i padroni di casa, che colpiscono un palo con Dede in sforbiciata, tengono bene il campo e colgono anche il tris su punizione ancora con Ruffini.

Mantiene vive le speranze di arrivare ai playout la Biancazzurra che al “Balbo” si è imposta di misura nello scontro diretto con il Fontana Audax. Ai sorbolesi basta la rete del veterano Pesci (38′) per rimandare il verdetto della retrocessione e per rimanere aggrappati al campionato. Ora, se nell’ultimo turno i ragazzi di Delmonte batteranno un Brescello ormai privo di obiettivi, potranno sperare di disputare i playout contro la tredicesima. Noceto, Fontana Audax e Medesanese hanno ancora 90′ per evitare il post season.

Infine, pirotecnico il match tra Montecchio e Terme Monticelli, finito per 5-2. Inizio chic per i padroni di casa: infatti, i termali, già retrocessi, si erano potati avanti con uno dei tanti ex della gara, Landini (35’). Tuttavia, nella ripresa i ragazzi di coach Botta sono caduti sotto i colpi di Capitani (49), Rabitti (50′), Gandrabur (61′), ancora Capitani (67′), e infine di Bulaj (85′). All’80’ Faelli aveva accorciato per il momentaneo 4-2. Con il successo di oggi i reggiani hanno ottenuto la salvezza matematica.

 

(In copertina, l’esultanza del Colorno, neopromosso in Eccellenza – Foto Renzo Bellini in esclusiva per SportParma)

Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Promozione

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -
Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -

Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi