SEGUICI SUI SOCIAL

Promozione

Focus Promozione: Langhiranese ko, Felino e Colorno al comando. Vola il Marzolara

Focus Promozione: Langhiranese ko, Felino e Colorno al comando. Vola il Marzolara

Giornata di gol e spettacolo nel quinto turno di Promozione. Ben 33 le reti siglate questa domenica nel girone A.

La madre di tutte le partite si giocava al “Pertini” di Langhirano: lo scontro al vertice tra la Langhiranese, a punteggio pieno prima di questo match, e il blasonato Felino se lo sono aggiudicati gli ospiti che hanno vinto con il risultato di 1-3. Lauriola, ben servito da Mezgour, porta avanti subito i rossoblù dopo soli 18′. Passano due minuti e il giovane Barone, autore di un’ottima prestazione, trova l’immediato pareggio, al termine di una bella azione imbastita da Rispoli. Il ritmo è altissimo e al 22′ il risultato cambia per la terza volta: Lauriola trova l’1-2 con un tiro dal limite che non lascia scampo a Mingardi. Prima della mezz’ora, i grigiorossi di Paoletti sciupano almeno tre occasioni per ripristinare la parità: Tazziioli due volte non è preciso, mentre Aracri si vede negare la gioia personale dal sempre attento Terenzio. I ritmi calano inevitabilmente nella ripresa, che si protrae per tutta la sua durata con il risultato ancora in bilico. Soltanto al primo minuto di recupero, al termine dei 90 regolari, arriva la firma di Mezgour che fa calare il sipario. Primo ko per la Benemerita, dopo quattro successi di fila. Il Felino, dopo lo 0-0 di settimana scorsa, ritrova subito la vittoria che regala anche il sorpasso in classifica.

Ora gli uomini di Pioli comandano in vetta assieme al Colorno, che oggi ha vinto sul campo del Fontana Audax. A sbloccare il risultato è Bartoli (al 10′), più lesto di tutti a risolvere una mischia. Delporto (22′) trova lo 0-2 capitalizzando un’azione di rimessa degli uomini di Bernardi, che a fine primo tempo si vedono fischiare contro un rigore dubbio e discusso (anche tra arbitro e assistente) per un fallo dello stesso Bartoli. Dal dischetto Zanaboni (44′) è impeccabile e riporta in partita i piacentini. La copertina di giornata è tutta per il difensore Bartoli che, evidentemente non contento delle proprie gesta, al 50′ trova il terzo gol per i suoi e la personale doppietta. La rete dell’1-3, siglata dal centrale ducale, è da figurine Panini: stop spalle alla porta, semi-rovesciata e palla all’incrocio. Il Fontana Audax ha la forza di rientrare in partita con il gol di Visconti (67′), ma il subentrato Nicola Bovi (74′) chiude i conti con una conclusione dal limite che fissa il risultato sul 2-4.

Giornata che sorride anche alla Piccardo Traversetolo, che al “Tesauri” rispetta i pronostici della vigilia e annichilisce il rimaneggiato Montecchio con un netto 4-0. Il punteggio si sblocca al 4′ grazie ad Attolini, il quale incenerisce Artich spingendo in porta un traversone rasoterra messo in mezzo dall’out destro da Mantelli (schierato dall’inizio al posto di Kulluri). La Piccardo raddoppia al 25′ con un’azione da manuale: il filtrante di Sessi dalla trequarti pesca Dallaglio che serve a sua volta Mantelli che deve solo insaccare.  Al 32′, sfruttando un lungo lancio di Santurro, Dallaglio supera Artich in uscita con un delizioso pallonetto: 3-0. Il 4-0 arriva a nove minuti dal termine e porta la firma del neo entrato Kulluri che ringrazia Spadacini per l’assist e buca di nuovo Artich. Prima vittoria casalinga per i gialloneri che salgono a quota 9 in graduatoria. Montecchio ancora ko e in coda alla classifica.

A pari punti con la squadra del presidente Scrinzi c’è anche la piacevole sorpresa Marzolara, uscito vittorioso dal match, giocato in casa, con il Terme Monticelli. La formazione della val Baganza s’impone 2-1, dovendo reagire allo svantaggio firmato Sghia (57′); la remuntada è firmata da Peri (69′), che trasforma in mischia, e dal giovane Agboton (87′), che sorprende di testa il portiere ospite. La prestazione degli uomini di Savi, apparsi a tratti deconcentrati, non è stata delle più brillanti, ma il risultato avrebbe potuto assumere contorni ancor più rotondi in favore di Adorni e soci. Per mister Botta tarda ad arrivare il primo successo stagionale; la classifica inizia ad essere preoccupante.

Sale a quota 8 punti la Medesanese, che vince e domina l’appuntamento casalingo contro la Biancazzurra. Gli uomini di mister Peraddi strappano un pesante successo in chiave salvezza vincendo per 3 reti a 0. Al 16′ Ruffini sfiora il gol su punizione, ma il portiere avversario Fava respinge con l’aiuto del palo; al 43′ Dede, lanciato in contropiede, serve guida in area che, da buona posizione, calcia addosso a Fava. I gol arrivano tutti nella ripresa. Al 62′ Dede serve l’assist vincente per Ruffini che dall’altezza del dischetto insacca per l’1-0; al 77′ Andrea Guida trova il gol con un bel destro a incrociare sfruttando ancora una volta l’assist dello scatenato Dede; infine, al minuto 81, c’è spazio anche per la soddisfazione personale del classe ’99 Mendi (subentrato a Barbarini), che ringrazia Andrea Guida per la verticalizzazione ed è freddo a battere l’incolpevole Fava. Altra brutta battuta d’arresto per la Bianca, ancora ultima assieme a Montecchio e Terme Monticelli.

Il Noceto risolve nel migliore dei modi una partita non bella e poco spettacolare: bel colpo per gli uomini di Bacchini che battono la Castellana. Selloum (10′) e Testa (43′) portano avanti i rossoblù, che – come spesso accade peccano di precisione sotto porta: e così Mbersi, Bilal e Testa non chiudono la contesa. A complicare le cose ci pensa Odi che al 53′ accorcia le distanze. Ma il risultato non cambierà più. Minimo sforzo, massimo risultato per i ragazzi di Bacchini, che sono andati al tappeto soltanto all’esordio.

Dopo le sconfitte con Noceto e Colorno, si rialza la Viarolese che stende nel derby il San Secondo. I bianconeri perdono in casa per 1-4 e sprofondano sempre più nei bassifondi della graduatoria; per gli azzurro-granata successo prezioso in ottica salvezza. Protagonista dell’incontro l’ex di turno Camara, che regala a mister Fabbi un immediato doppio vantaggio in poco meno di dieci minuti. La partita è in discesa per gli ospiti che riescono a controllarla fino al 15′ della rirpesa, quando Modafferi accorcia le distanze superando Marcello per il gol che riapre, momentaneamente, la contesa. Ghidoni direttamente su punizione, al 20′, e Canzian di testa su corner, al 35′, portano il risultato sul rotondo 1-4. Con quelle arrivate oggi, sono già 17 le reti subite dai sansecondini: con una difesa così perforata non sarà facile fare strada in chiave salvezza. Bene la Viarolese, che vince la sua seconda gara in campionato, la prima fuori casa.

Il Borgo San Donnino fa il colpaccio andando a vincere al “Levoni” contro il più quotato Gotico Garibaldina. La gara, in bilico per tutto l’arco dei 90′ grazie al gol del vantaggio fidentino firmato Lacerra (26) e grazie al pari del solito Cremona (’59’), viene risolta nell’extra time da un penalty. Al 91′ Montali si rifà dell’ultima volta e segna dagli undici metri; il San Donnino strappa così l’ennesimo risultato utile all’ultimo minuto e si conferma a centro classifica.

Non escono invece dai relativi momenti di impasse Brescello e Carignano che impattano sull’1-1. Alla rete parmense di Fiordelmondo (11′) risponde il bomber reggiano Ouaden (33′), espulso poi all’85’ per somma di gialli. Incredibilmente, la squadra di mister Piccinini si ritrova in zona play out e soprattutto ancora a secco di successi; secondo pareggio consecutivo per il Carignano che invece non ottiene il risultato pieno dalla prima giornata.

 

(In copertina un momento di Langhiranese-Felino – Foto Asdb Langhiranese Calcio)

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Promozione