Connect with us

Promozione

Focus Promozione: manita Colorno, Felino ok, Piccardo ko. Sorride il Carignano

Focus Promozione: manita Colorno, Felino ok, Piccardo ko. Sorride il Carignano

La notizia della ventiduesima domenica di campionato è la sconfitta – la seconda consecutiva – della Piccardo Traversetolo che, dopo il ko nel big match con il Felino, s’inginocchia anche dinnanzi al pericolante Montecchio. Al “Notari” vincono i reggiani con un gol di Gualtieri a 5′ dallo scadere: Rabitti mette in area una punizione tagliata dalla destra, sulla quale Gualtieri in tuffo anticipa in mischia il suo marcatore e mette alle spalle del numero uno ospite Cavallini. La Piccardo, nonostante il poco tempo a disposizione prova a reagire, ma si capisce che non è giornata quando, un minuto dopo aver subito il gol, Santurro non riesce ad agganciare a due passi dalla porta un traversone dalla destra. Nel forcing finale, ci prova pure Leandro Martinez (oggi schierato dal primo minuto), ma il suo rasoterra è preda di Artich. Momento negativo per i gialloneri che pagano forse un leggero appannamento fisico nella ripresa e vengono puniti da una disattenzione su calcio da fermo.

Si confermano, dunque, in vetta Felino e Colorno, uscite entrambe con i tre punti dai rispettivi impegni casalinghi. I rossoblù, impegnati al “Bonfanti” nel derby con la Langhiranese, strappano il successo per 3-1 e tagliano il traguardo dei 50 punti in classifica. L’inizio di gara, però, è appannaggio dei grigiorossi, che già dopo 5′ si portano avanti: Mercadanti viene atterrato al limite dell’area da un avversario e sulla conseguente punizione Perla insacca magistralmente nel sette per lo 0-1. Il vantaggio della Langhiranese dura poco: al 22′, su uno sfortunato disimpegno difensivo, Lauriola serve in mezzo Mancini, che di testa batte Mingardi. Il Felino continua a spingere e, a causa di un fallo su Sarr, al 30′ guadagna un rigore: ma Mingardi si supera e para il tiro dal dischetto di Lauriola; lo stesso Lauriola, prima del riposo, coglie anche una traversa su calcio piazzato (45′). A inizio ripresa, il fantasista felinesesi fa perdonare del precedente errore e, al 54′, raccoglie il cross di Sarr e di controbalzo sigla il raddoppio. L’undici di mister Garulli trova, poi, il tris con il terzino destro Candio al 57′. Nel finale arrembaggio ospite con la traversa colpita da Rispoli (83′) e con un insidioso diagonale di Xeka (90′), ma a fare festa è il Felino che mantiene la vetta. Langhiranese in caduta libera (quarto ko consecutivo).

L’altra capolista, il Colorno, non ha difficoltà a superare un arrendevole Fontana Audax. Il finale recita 5-0 in favore dei gialloverdi, che raccolgono così la quinta vittoria in altrettante partite disputate nel 2018. Grande protagonista del match – sbloccato dall’espulsione del piacentino Vercesi, autore da un fallo da rosso diretto attorno alla mezz’ora – è stato capitan Caraffini, autore di una doppietta che ha aperto e chiuso le danze. Nel mezzo reti di Traorè, Pin e Riccardi (abile, quest’ultimo, a ribadire in rete un rigore di Pessagno ribattuto dal portiere avversario); partita ben gestita dai ragazzi di mister Bernardi, il quale ha lanciato nella mischia anche diversi giovani (Callegari, Traorè, Carrino, oltre al “solito” Daolio) che si sono ben distinti. Tutte le emozioni del match negli highlights a cura di Daniele Bonezzi.

È stata anche la domenica dei successi pesanti e delle rinascite in coda alla classifica. Dopo 1 punto conquistato nelle ultime 3 gare, risorge il Carignano, vittorioso con un perentorio 3-0 contro il Brescello: tre punti che fanno morale e che permettono alla squadra di via Cinghio di risalire la china. Debutto convincente in panchina per mister Brandolini, che in pochi giorni di lavoro pare esser riuscito a dare la svolta. Primo tempo magistrale per i giallorossi, che hanno iniziato con ritmi altissimi e schiacciato i reggiani nella propria metà campo. E così, dopo 10′, i locali hanno trovato la via del gol grazie a un missile di Lombardi, leggermente deviato da un avversario, che non ha dato scampo a Oppici. Al 20′ il 2-0: grande azione corale dei parmensi, con Tognoni che passa la palla a Volponi, il quale, dopo un stop di petto, gonfiato di nuovo la rete. Nella ripresa cambia il copione della partita, con il Carignano che lascia la manovra al Brescello per colpire in contropiede. E così, dopo un paio di chance capitate a Volponi, prima, e a Vuka, poi, il nuovo entrato Comani chiude definitivamente i conti siglando il 3-0. Finisce la serie utile del Brescello – che non perdeva dall’1 novembre -, troppo brutto oggi per essere riconoscibile. Nel finale, i gialloblù hanno anche fallito un calcio di rigore con Genova (traversa) e la conseguente ribattuta di Ouaden (palo).

Successo pesante in coda per il Terme Monticelli, che non spreca uno degli ultimi match point e spera ancora nei playout: al “Riva”, i ragazzi di Botta sconfiggono 2-1 il Marzolara, in una partita sofferta, e si portano a -7 del terzultimo posto. Gara subito in discesa per i termali, avanti con Paini, abile a girare in rete di testa all’8′ del primo tempo un calcio da fermo. Il Marzolara esce allo scoperto e spreca un paio di nitide occasioni, ma prima di andare negli spogliatoi bomber Poka (40′) riporta le cose in parità. Nel secondo tempo, dopo appena 2′, il Monticelli mette la freccia ed effettua il sorpasso: azione sulla sinistra di Rampini, cross al centro, spizzata di Talignani e missile vincente di Cornali per il 2-1. Il finale è un forcing del team allenato da Savi, che ci prova in tutti i modi, ma la difesa locale soffre e tiene botta sino al triplice fischio, quando si concretizza la terza vittoria stagionale. Da sottolineare l’ottima prova del centrocampista locale Gennari, entrato in corso d’opera.

Altro ko per la Medesanese che ha ceduto il passo in trasferta ad una Biancazzurra affamata di punti. Finisce 2-0 in favore dei sorbolesi, in vantaggio al 44′ del primo tempo grazie a una perentoria incornata di Frabris su corner; nell’occasione non irreprensibile il portiere ospite Esposito, bravo però in precedenza a tenere a galla i suoi. Nei secondi 45′ la squadra di Peraddi – ancora una volta incrostata a causa delle numerose defezioni – entra in campo con un altro spirito e ingabbia i biancocelesti. Lakrad chiede un rigore per atterramento dentro l’area piccola. Nel finale Barbarini atterra in area un avversario: calcio di rigore di Groppi e 2-0 finale. Sale a quota 25, dopo questa affermazione, il team di Delmonte, che ora vede il dodicesimo posto a un solo punto di distanza.

Partita a senso unico, nel derby della bassa, tra Viarolese e San Secondo Parmense con i padroni di casa che hanno avuto vita facile dinnanzi al fanalino di coda del girone A. All'”Unicef” il finale sarà di 3-0. Vantaggio del team di Viarolo con Lavezzini (10′), che sfrutta appieno un cross dalla fascia; raddoppio firmato Camara (60′) su calcio di rigore; e infine, tris marcato ancora da Camara (autore di una doppietta), ben servito da Cavalli, partito in azione di contropiede. Sansecondini mai pericolosi dalle parti di Marcobello. I tre punti lanciano la Viarolese all’undicesimo posto, a +2 sulla zona playout; per il San Secondo sembra essere definitivamente calato il sipario.

Un punto a testa per Borgo San Donnino e Gotico Garibaldina. Il sostanziale equilibrio iniziale della gara è interrotto al 20′, quando il portiere ospite Anelli devia sul fondo un insidioso tiro di Montali. Tre minuti dopo sempre Montali serve un assist al centro dell’area per Pellegrini, che però non riesce ad agganciare. Nella ripresa il Gotico tenta di fare la partita, ma è Barbarini al 13′ a sfiorare il gol. Dopo una breve fase di stallo a centrocampo, sono gli ospiti a trovare il vantaggio al 24′: dopo un’incertezza difensiva, Spreafico conquista un buon pallone e batte a fil di palo Spanu. Non passano tre minuti che la gara ritorna in parità. Ibrahimi lavora un ottimo pallone sulla trequarti e appoggia sulla destra per Barbarini che crossa in area: Montali in tuffo di testa porta il risultato sull’1 a 1.Gioia immensa per l’attaccante parmense, oggi avversario del suo ex tecnico Mazza (da cui era stato allenato ai tempi della Fidentina). Giusto il pareggio tra Borgo e Gotico, in una gara avara di occasioni ma giocata fino in fondo da entrambe le squadre.

Finisce senza reti invece la sfida tra Noceto e Castellana: il pareggio muove la classifica di entrambe le compagini, che si mantengono a debita distanza dalla zona calda della graduatoria.

(In copertina, un momento di Felino-Langhiranese 3-1 – Foto by Asdb Langhiranese Calcio)

Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Promozione

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -
Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -

Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi